Sordo: "Nandan dice che sono un gran secondo pilota? Forse è vero..."

Motorsport.com ha intervistato Daniel Sordo, tra i grandi protagonisti del Monza Rally Show. Lo spagnolo ha parlato dell'addio di Volkswagen, della nuova Hyundai 2017 e del suo ruolo all'interno del team di Alzenau.

Sordo: "Nandan dice che sono un gran secondo pilota? Forse è vero..."
Daniel Sordo, Marc Marti, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport
Daniel Sordo, Marc Marti, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport
Daniel Sordo
Daniel Sordo, Marc Marti, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport
Daniel Sordo, Marc Marti, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport
Daniel Sordo, Marc Marti, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport
Daniel Sordo, Marc Marti, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport
Dani Sordo, Marc Marti, Hyundai i20, Hyundai Motorsport
Dani Sordo, Marc Marti, Hyundai i20, Hyundai Motorsport
Dani Sordo, Marc Marti, Hyundai i20, Hyundai Motorsport
Daniel Sordo, Marc Marti, Hyundai i20 WRC, Hyundai Motorsport
Dani Sordo, Marc Marti, Hyundai i20, Hyundai Motorsport

Daniel Sordo ha raccolto il testimone da Thierry Neuville e, in questa edizione del Monza Rally Show, è lui l'alfiere designato da Hyundai per provare a battere Valentino Rossi in quella che è a tutti gli effetti la sua competizione favorita al di fuori del Motomondiale.

Motorsport.com ha incontrato il nativo di Torrelavega proprio a Monza e, prima che salisse sulla sua i20 New Generation WRC 2016. Con Dani abbiamo parlato del recente e inaspettato addio al WRC di Volkswagen, ma anche delle aspettative che ripone sulla nuova i20 Coupe Plus e una considerazione riguardo le recenti parole di Michel Nandan rivolte a lui a margine della presentazione della nuova 4 ruote motrici coreana.

Daniel, cosa pensi del ritiro della Volkswagen? Un male per il campionato?
"Penso che il ritiro della Volkswagen dal World Rally Championship sia un male per tutti e tutto il movimento, perché sino alla stagione appena terminata è stato il miglior team e sicuramente la macchina migliore in assoluto. Si va a perdere così un punto, o meglio, il punto di riferimento. Si è sempre dispiaciuti quando accadono cose del genere".

Il WRC perderà interesse con la dipartita della casa di Wolfsburg?
"L'anno prossimo non ci sarà Volkswagen, è vero, ma rientra Citroen, torna anche Toyota, dunque penso che sarà un campionato comunque davvero interessante. Rimane il dispiacere della dipartita di Volkswagen, ma sono arrivati altri team e credo che questo possa rappresentare fondamenta solide per il Mondiale e un bel futuro per la categoria".

Questa settimana avete presentato la i20 2017. Puoi parlarci delle tue aspettative sulla vettura dopo averla provata per tante settimane?
"La nuova i20 Coupe WRC Plus va davvero molto forte. L'ho provata parecchio nel corso degli ultimi mesi e ho avuto modo di apprezzarla sia su sterrato che su asfalto. Purtroppo ci manca ancora il confronto cronometrico con le dirette avversarie, ma per quello che ho potuto vedere nell'arco dell'ultimo periodo posso essere soddisfatto e guardare al futuro con fiducia. La i20 è davvero piacevole da guidare e credo proprio che saremo competitivi per vincere sin dall'inizio".

Credi che sia pronta o, nonostante l'omologazione, ci sia ancora qualcosa da fare in vista di Monte-Carlo?
"Credo ci sia ancora da lavorare e dovremo farlo questo mese, poi nei due test previsti a inizio gennaio prima del Rally di Monte-Carlo che inaugurerà la nuova stagione. L'obiettivo è arrivare a Monte-Carlo per giocarci già le vittorie di stage, senza dover mettere troppo mano all'assetto della vettura o notare problemi grossi da dover sistemare".

E il tuo obiettivo per l'anno prossimo? Sarà finalmente il tuo anno?
"Chiaramente puntiamo a quello. Per il Mondiale Costruttori vedo una lotta davvero aperta e credo che con l'assenza di Volkswagen anche quella piloti potrà riservare grosse sorprese. Cercherò di lottare, ma vedremo...".

Alla presentazione della i20 Coupe WRC Plus, Nandan ha parlato di te come un pilota estremamente veloce, ma con troppi alti e bassi. Un ottimo secondo pilota, insomma...
"Eh, sì, forse è vero... In alcuni rally so di poter andare molto forte e in effetti riesco a esprimermi al meglio, centrando ottimi risultati, in altri meno. E' così".

condividi
commenti
Monza, PS9: Sordo vince ancora, ma Rossi amministra il vantaggio
Articolo precedente

Monza, PS9: Sordo vince ancora, ma Rossi amministra il vantaggio

Articolo successivo

Valentino Rossi ancora re: il Monza Rally Show 2016 è suo!

Valentino Rossi ancora re: il Monza Rally Show 2016 è suo!
Carica i commenti