Simone Giordano emozionato per il Monza Rally Show

Simone Giordano emozionato per il Monza Rally Show

Il vincitore del Peugeot Competition sarà al via con una Peugeot 207 S2000 come premio per il suo successo

Probabilmente sarà uno dei piloti più emozionati tra quelli che saliranno sulla pedana per prendere il via del Monza Rally Show, la kermesse motoristica che si svolgerà all’Autodromo Nazionale di Monza dal 28 al 30 novembre prossimi.

Avrà come “avversari” il nove volte iridato Valentino Rossi e, probabilmente, Lewis Hamilton (forse fresco vincitore del mondiale di F1), ma potrà contare sui consigli di un compagno di squadra e “tutor” Paolo Andreucci, il rallista italiano più titolato.

È Simone Giordano, vincitore della 35esima edizione del Peugeot Competition, il trofeo promozionale riservato ai clienti rallisti del Leone. Cuneese di 27 anni, una carriera breve iniziata nel 2012, ma già che promette bene. Al Monza Rally Show Simone sarà al volante della 207 S2000, ben più potente della 208 R2 con cui ha vinto il Peugeot Competition 2014.

Simone Giordano: "Mi trovo da ufficiale Peugeot al Monza Rally Show a bordo della plurititolata 207 S2000 di Andreucci. Chi lo avrebbe mai detto? La passione per la corsa è nel DNA famigliare – mio padre correva – per cui c’è sempre stata una stretta vicinanza con il mondo del Motorsport. Da qui la voglia di mettermi alla prova e l’acquisto di una 208 R2 a inizio anno con la volontà di iscriversi al Peugeot Competition. Mai scelta più azzeccata, sia per la vettura facile da guidare, prestazionale ed economica nella gestione, sia per il trofeo…un’ottima palestra in cui confrontarsi alla pari con tanti avversari ed un’incredibile vetrina per mettersi in mostra. Sono contento di correre il Monza Rally Show ma sono ancora più contento per l’attenzione che Peugeot sta rivolgendo a questo progetto. Mi sento sotto le luci della ribalta e sicuramente un po’ di pressione la sento. In più sarà la prima volta con una macchina così performante come la 207 S2000 in un contesto così complicato come quello nell’autodromo di Monza dove nelle speciali sarà facile incrociare qualche altra vettura. Un debutto complicato. Ma un debutto che avverrà in un team come Racing Lions e con il box in condivisione con un certo Paolo Andreucci…dovrò essere bravo a fare da spugna e assorbire tutti i consigli
che mi daranno".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Rally
Articolo di tipo Ultime notizie