Felice Re campione 2014 dell'IRCup Pirelli

Felice Re campione 2014 dell'IRCup Pirelli

Il verdetto finale è stato scritto solo nella prova speciale conclusiva del Rally Valli Cuneesi

l titolo International Rally Cup Pirelli 2014 va a Felice Re, alla sua navigatrice Mara Bariani e alla Citroen DS3 WRC del team D-Max Racing. Il verdetto definitivo è emerso dalle ultime tre prove speciali del Rally Valli Cuneesi, quinto e ultimo appuntamento della serie, al termine di una gara avvincente e ricca di colpi di scena.

In ritardo, anche per qualche scelta di gomme azzardata sul fondo insidioso delle prime prove, Felice Re ha cercato di contenere il passo di Corrado Fontana, con Nicola Arena, sulla Ford Focus WRC Gma, ma il campione uscente Irc Pirelli è rimasto irraggiungibile. Poi Fontana incappava, nella ottava e nella decima prova speciale, in due forature, che costavano al pilota comasco due minuti di ritardo. In pratica tutto il vantaggio che aveva su Felice Re, sommato ad un altro minuto circa. Che con solo una prova speciale ancora da correre significava la resa, un inutile secondo posto nella gara cuneese e la consegna di gara e titolo al rivale.

"Sicuramente Corrado Fontana è il vincitore morale della gara" commentava alla fine Felice Re, festeggiando con Mara e il team la conquista del campionato, "ma credo che, guardando la serie Irc 2014 nel complesso, merito pienamente questo titolo. Che dedico alla mia insostituibile Mara, la numero uno, e al team D-Max, che mi ha supportato in pieno. Più volte la fortuna mi ha girato le spalle, nella mia carriera, e ogni tanto è giusto che mi restituisca qualcosa. Voglio anche ringraziare gli Organizzatori della serie Irc, un campionato sportivo, divertente, con belle gare e dove uniscono professionalità e clima amichevole".

Corrado Fontana cerca di conservare il suo consueto aplomb, ma perdere così brucia. "Beh ovviamente" conferma, "anche perché non stavo prendendo il minimo rischio ed avevo un vantaggio consistente. Davvero non mi capacito di come abbia potuto forare, e ben due volte. Però è andata così e resta l’amarezza di non aver potuto mettere in bacheca il quinto titolo Irc…".

Per Corrado Fontana rimane la seppur piccola consolazione della vittoria nel neonato Trofeo Power Stage, dove grazie alla vittoria nella prova speciale n. 5 al Valli Cuneesi, ha preceduto, nella classifica stagionale, proprio Felice Re.

Al terzo posto, al Rally Valli Cuneesi, ha concluso Alessandro Gino, pilota locale iscritto fin dall’inizio all’Irc 2014, che però ha disertato, in larga parte, per impegni di lavoro. Ma che ha concluso, con la fascinosa Mini Contryman WRC, con un brillante piazzamento a podio nella gara di casa, suo miglior risultato in un rally internazionale, ripromettendosi di essere di nuovo al via dell’Irc 2015.

Quinto assoluto al Valli Cuneesi e, con i relativi punti, primo in campionato nella classe Super 2000/RRC/R5, il giovane Alessandro Re vanta con una strepitosa striscia di cinque vittorie in cinque gare, impreziosita dal terzo posto nella classifica Assoluta finale Irc. Il che raddoppia la festa in casa Re e nel team D-Max, che ha fornito al figlio d’arte una Citroen DS3 versione RRC sempre perfetta.

Un altro pilota che ha fatto incetta di titoli Irc è il parmense Roberto Vescovi. Con la Renault Clio R3 made in Gima Autosport, ha fatto il vuoto alla sue spalle in tutte le gare del campionato, Valli Cuneesi compresa, mettendo le mani sul Trofeo Renault Clio R3 Irc, sul titoli di classe e su quello riservato alla Due Ruote Motrici,ma soprattutto su un brillante quarto posto assoluto finale nell’Irc 2014, mentre Francesco Bettini ha avuto la meglio su Marco Asnaghi, quest’anno particolarmente sfortunato, per la lotta per il secondo posto nel Trofeo.

Anche il toscano Michele Rovatti non ha avuto rivali nel Trofeo Twingo R2B, vincendo in tutte gli appuntamento stagionali Irc, compreso il Valli Cuneesi, con la macchina curata da SMD.

Con il titolo già in tasca, tra le Super 1600, il vicentino Andrea Dal Ponte, mattatore della categoria con la Renault Clio, non ha avuto la soddisfazione di poter festeggiare sul palco del Valli Cuneesi, causa una uscita di strada. Il titolo Irc di classe, sommato ad un prestigioso quinto assoluto, è comunque suo, ma gli è sfuggito quello del Trofeo Power Stage Super 1600, dove è stato il giovane e grintoso Alberto Rossi a piazzare la zampata decisiva. Nella classe Super 1600, dietro a Dal Ponte, il duello per il secondo posto finale in campionato è andato a Massimo Lombardi, che ha regolato, nel rush finale, Massimo Marasso.

La lotta al vertice nella classe N3/R2C, dove si articolava il Trofeo Corri con Clio, è andata a Dario Bigazzi, che ha rischiato, per un problema meccanico, di veder sfumare il dominio di una stagione. Rientrato in gara con il Super-rally, ha ottenuto il piazzamento di classe necessario per conquistare il titolo, mentre Leonardo Santoni si è piazzato secondo.

Pur assente al rally Valli Cuneesi, Pier Domenico Fiorese è campione nella classe R4/N4/R3D e con la sua Mitsubishi Evo è anche primo nel Challenge delle Forze di Polizia, non essendosi presentato all’ultima gara il suo rivale Giaquinto.

Giochi fatti, infine, nelle varie classi dell’Irc Nazionale, con Mariano Mariani, Lorenz Tschoell, Marco Longo e Stefano Mazzotti, in pratica, già campioni nelle rispettive classi, anche senza essere presenti al rally Valli Cuneesi.

"Adesso, finiti i festeggiamenti, possiamo dire che è stata un’altra stagione di successo per l’International Rally Cup" commenta Loriano Norcini, con Michele Tedaldi e il gruppo degli Organizzatori, anima della serie Irc Pirelli, "sia dal punto di vista sportivo, che agonistico che della partecipazione di equipaggi. Vorrei ringraziare tutti quelli che hanno creduto e, spero, si sono divertiti nel nostro campionato. Stiamo già lavorando per l’Irc 2015, per offrire un campionato, se possibile, sempre accattivante e originale. E abbiamo già qualche idea innovativa…".

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Rally
Piloti Felice Re
Articolo di tipo Ultime notizie