Rallye du Chablais Junior: Nicolas Lathion imita… Loeb!

Terzo successo consecutivo di categoria per il tandem omonimo, iscritto con la Peugeot 208 della scuderia del nove volte campione del mondo: il ritiro di Bühler e Schmid favoriscono l’allungo in classifica.

Rallye du Chablais Junior: Nicolas Lathion imita… Loeb!
Jean-Marie Renaud, Yannick Schriber, Peugeot 208 R2, D-MAX Swiss
Jean-Marie Renaud, Yannick Schriber, Peugeot 208 R2, D-MAX Swiss
Nicolas Lathion, Gaëtan Lathion, Peugeot 208 R2, Lathion Rallye Team
Thomas Schmid, Peugeot 208 R2, Team Rallye Top
Jonathan Michellod, Stéphane Fellay, Peugeot 208 R2, Atelier de la Tzoumaz
Nicolas Lathion, Lathion Rallye Team
Nicolas Lathion, Gaëtan Lathion, Peugeot 208 R2, Lathion Rallye Team
Nicolas Lathion, Gaëtan Lathion, Peugeot 208 R2, Lathion Rallye Team
Jonathan Michellod, Stéphane Fellay, Peugeot 208 R2, Atelier de la Tzoumaz
Nicolas Lathion, Gaëtan Lathion, Peugeot 208 R2, Lathion Rallye Team

Nicolas e Gaëtan Lathion hanno avuto un privilegio speciale nel corso del Rallye du Chablais, alla quale ha preso parte anche il nove volte campione del mondo Sébastien Loeb.

I due, per l’occasione, hanno infatti difeso i colori della… scuderia personale del campione francese, pilotando una Peugeot 208 R2 con la quale si sono aggiudicati il primo posto nella categoria Junior, spodestando la coppia Jonathan Michellod e Stéphane Fellay, al comando della classifica dopo la prima giornata. 

Vincendo per la terza volta consecutiva, Nicolas e Gaëtan Lathion hanno messo una serie ipoteca sulla corona finale di categoria. A rendere più dolce il successo dei due driver omonimi ha pensato il ritiro dei principali rivali nella giornata di venerdì.

Il ticinese Niki Bühler e il suo navigatore italiano Gabriele Zanni sono stati vittime di una “colluttazione”, danneggiando così la Peugeot 208 nel corso della prove ES5 nei pressi della Tour d'Aï.

 

Thomas Schmid e Cornel Frigoli hanno vissuto, invece, una tappa da incubo. Una rottura del motore prima dell’inizio della prima prova ha compromesso l’intera stagione del duo elvetico. La coppia ha abbandonato la Renault Twingo R1, partecipando alla corsa con una Peugeot 208 R2 del BF Team.

 

Da ricordare invece la performance di Jonathan Michellod e Stéphane Fellay, unici in grado di provare a mettere il bastone tra le ruote dei vincitori.

Classificati in seconda posizione Junior, hanno chiuso davanti all’accoppiata Jean-Marie Renaud-Yannick Schriber, decisamente in giornata di grazia sulle strade vodesi. 

La meccanica, abbondantemente sollecitata nel corso del Rallye du Chablais, ha costretto alla bandiera bianca anche la Peugeot 208 di Victor Darbellay e Charlène Bori e i principianti Lopes Vaz e Sarah Lattion.

Nella categoria R1, l’equipaggio Sacha Althaus-Lisiane Zbinden ha dominato la corsa, precedendo Guillaume Girolamo e Jérémy Michellod (entrambi su Citroën DS3).

Rallye du Chablais - Risultato finale (Junior)

Swiss Junior Rally Championship - standing after 3 rounds

condividi
commenti
Rally del Ticino, Grégoire Hotz chiaro: “Voglio battere Carron”

Articolo precedente

Rally del Ticino, Grégoire Hotz chiaro: “Voglio battere Carron”

Articolo successivo

Rally Ronde del Ticino: al via il meglio del Campionato Svizzero

Rally Ronde del Ticino: al via il meglio del Campionato Svizzero
Carica i commenti