Come Ledogar vince la prima gara di Imola della Carrera Cup Italia

I due giovani dello Scholarship Programme Mattia Drudi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) e Alessio Rovera (Ebimotors – Centro Porsche Verona) completano il podio di Gara 1.

Come Ledogar vince la prima gara di Imola della Carrera Cup Italia

A Imola Come Ledogar (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) non poteva chiedere di più. Dopo la pole conquistata nella giornata di ieri, ha centrato il successo nella prima gara della Carrera Cup Italia, che questo fine settimana è giunta al secondo appuntamento stagionale.

Il pilota francese al suo secondo anno di attività nella serie tricolore, che quest’anno festeggia il decennale, vanta un ottimo secondo posto assoluto ottenuto lo scorso anno oltre al titolo della Carrera Cup France 2014. Quest’anno divide una 911 GT3 Cup con il team manager e pilota Oleksandr Gaidai, che prenderà parte alla seconda gara, mentre si divideranno l’abitacolo nelle mini-endurance da 45’+1 giro di domenica, introdotta per la prima volta in questa stagione. Una gara condotta in testa dall’inizio alla fine quella del pilota di Lione, che non ha permesso a Mattia Drudi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) di conquistare la tanto ambita vittoria attesa dal romagnolo, che in ogni caso ha conquistato la piazza d’onore.

Terzo posto per Alessio Rovera (Ebimotors – Centro Porsche Verona), il quale ha dimostrato di avere un ottimo potenziale e di poter competere ad armi pari per il titolo. A rimanere impassibile da una bagarre serratissima è stato Eric Scalvini (Dinamic Motorsport), quarto nonostante gli attacchi di Mikael Grenier (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) e Daniele Di Amato (Dinamic Motorsport), quinto e sesto sotto la bandiera a scacchi.

La gara ha visto allo scattare del semaforo verde Drudi passare subito secondo davanti a Rovera, mentre è abile nel risalire quarto Gianluca Giraudi (Ebimotors) con Kevin Giovesi (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano), che scivola decimo sbagliando la partenza. Colpo di scena poco dopo con il testa coda alla Tosa di Matteo Torta, con Walter Ben (Dinamic) che non riesce ad evitarlo entrando in contatto con la vettura preparata dalla Tsunami RT, che costringe l’ingresso della safety car per far rimuovere le due 911 GT3 Cup rimaste ferme in mezzo alla pista. Allo sventolare della bandiera verde le posizioni rimangono immutate, ma sempre alla Tosa si girano i due piloti Dinamic Stefano Zanini e Marco Pellegrini, con il primo che occupava la testa della Michelin Cup. Giraudi è protagonista di un’escursione sull’erba alla Rivazza e sfila indietro fino all’ottava posizione. Entra così nel vivo un bel duello per il quarto posto tenuto saldamente da Scalvini, seguito a sua volta da Genier, Di Amato e Enrico Fulgenzi (TAM Racing – Centro Porsche Latina), settimo. Nelle battute finali Drudi prova ad impensierire Ledogar per prendere il comando della corsa, ma il driver transalpino chiude la porta e vince la sua prima gara dell’anno.

Nella Michelin Cup secondo successo per Alex De Giacomi (Dinamic Motorsport) con Marco Cassarà (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Roma) e Stefano Zanini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) a completare il podio.

Come Ledogar
“La macchina è davvero perfetta. Penso che sarei potuto andare ancora più forte, ma ho preferito non esagerare. La Carrera Cup Italia è una serie molto complicata ed il livello dei piloti è molto alto, lo dimostra il fatto che ho avuto Drudi e Rovera molto vicini per tutta la gara. Mi sono divertito molto e penso che in Gara 3 con il mio compagno Gaidai potremo fare bene”.

Mattia Drudi
“Il secondo posto in ottica campionato è molto buono. Adesso manca la vittoria che spero arrivi in Gara 2, dove prenderò anche qualche rischio in più. Credo di aver avuto un passo più veloce rispetto a quello di Ledogar, ma lui p stato bravo a chiudere bene tutti gli spazi”.

Alessio Rovera
“Devo migliorare la partenza, ma per il resto penso di esserci. Avevo un buon passo di gara ed il feeling con la vettura sta aumentando sempre di più. Rimango concentrato per le prossime due gare dove punterò ad essere ancora tra i protagonisti”.

La Carrera Cup Italia riaccenderà i motori questo pomeriggio alle 18.10 per il secondo round di Imola proposto live sul sito internet www.carreracupitalia.it ed in differita su Eurosport 2 a partire dalle 23.00.

La classifica di Gara 1:
1. Come Ledogar (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) 13 giri in 26’59”210, alla media di 141,885 km/h;
2. Mattia Drudi (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) a 0”362;
3. Alessio Rovera (Ebimotors – Centro Porsche Verona) a 0”881;
4. Eric Scalvini (Dinamic Motorsport) a 6”398;
5. Mikael Grenier (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 7”824;
6. Daniele Di Amato (Dinamic Motorsport) a 8”363;
7. Enrico Fulgenzi (Tam Racing – Centro Porsche Latina) a 8”646;
8. Ginaluca Giraudi (Ebimotors) a 10”293;
9. Kevin Giovesi (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 11”323;
10. Alex De Giacomi (Dinamic Motorsport) a 24”127;
11. Marco Cassarà (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Roma) a 33”309;
12. Stefano Zanini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) a 44”009;
13. Gianmarco Quaresmini (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 53”128;
14. Marco Pellegrini (Dinamic) a 1’04”678.

Giro più veloce: l’11. di Drudi in 1’46”829, alla media di 165,427 km/h.

condividi
commenti
Dal weekend di Imola parte il “Before Racing” per i piloti dello Scholarship Programme

Articolo precedente

Dal weekend di Imola parte il “Before Racing” per i piloti dello Scholarship Programme

Articolo successivo

Piercarlo Ghinzani racconta la sua passione per il mondo delle corse

Piercarlo Ghinzani racconta la sua passione per il mondo delle corse
Carica i commenti