Carrera Cup Italia, Vallelunga: il fattore casalingo infiamma la Michelin Cup

Quarto round anche i piloti bronze del monomarca di Porsche Italia, dove le libere hanno messo in mostra grande equilibrio con protagonisti pure i portacolori di AB Racing oltre ai favoriti Cassarà, felice della tappa a domicilio, e il rientrante De Giacomi: qualifiche in mattinata e gara 1 in programma alle 17.00

Carrera Cup Italia, Vallelunga: il fattore casalingo infiamma la Michelin Cup

Sabato mattina di sole all'Autodromo di Vallelunga, pronto a ospitare le qualifiche della Porsche Carrera Cup Italia e nel pomeriggio gara 1 del quarto round. Una tappa particolarmente sentita sotto al profilo sportivo in quanto "ponte" verso il rush finale della stagione, ma anche per il fattore casalingo che per alcuni dei 32 piloti iscritti e per alcune compagini è particolarmente sentito.

Tanto più che la lotta è perlopiù "interna", in quanto ruota quasi interamente nella sfera della Michelin Cup. Proprio un driver romano, Marco Cassarà, è al momento in testa alla classifica della categoria dei piloti bronze over 30 e ieri nelle libere ha potuto spingere senza particolari affanni fino al miglior riscontro di giornata.

“Bene venerdì - ha poi commentato il portacolori di Raptor Engineering -, nel finale non avevamo gomma nuova, al contrario di quanto provato nel test giovedì, ma abbiamo trovato un buon bilanciamento per il passo gara, vediamo in qualifica come va. Al momento siamo contenti della macchina e fiduciosi in generale, sono sulla mia pista di casa.

Miglior tempo, dunque, ma pure gli avversari di Cassarà non hanno scherzato e i tempi ieri sono sempre rimasti "in bilico". L'avversario che cercherà di marcarlo stretto sarà il rientrante Alex De Giacomi. Il pilota bresciano ha saltato la tappa di Imola (uno "zero" potrà comunque scartarlo) dopo aver dominato a Misano e Mugello ed è tornato con tutte le intenzioni di riprendere il comando. O almeno di riavvicinare l'amico-rivale in classifica, che dal canto suo deve invece ancora scartare uno dei risultati ottenuti.

La classifica è dunque in divenire e potrebbe essere condizionata da altri protagonisti che a Vallelunga sono finora sembrati particolarmente a proprio agio. E' il caso di Piero Randazzo, a 63 millesimi da Cassarà nelle libere con la 911 GT3 Cup di AB Racing, ovvero il team dei romani Autocentri Balduina che ben vuol figurare nel round più sentito. E nella compagine dei Centri Porsche di Roma c'è anche quel Francesco Maria Fenici chiamato a riscattare le sfortunate vicende di Imola a sua volta sulla pista di casa.

Per il pilota laziale, ieri quarto, nelle libere è arrivato un crono a soli 2 decimi da Cassarà e nello stesso decimo di De Giacomi e del lussemburghese Gabriel Rindone, altro papabile contendente per un posto sul podio di categoria, fra l'altro con un team (EF Racing) non di casa ma gestito comunque da un pilota che a Vallelunga si sente di casa, quell'Enrico Fulgenzi che infatti nel post-libere ha voluto sottolineare così la prestazione del compagno di squadra: "Rindone è andato molto bene, è stato a lungo in P3, poi ha concluso in P5 ma attaccato agli altri, quindi vediamo molto bene questo suo risultato nella Michelin Cup”.

Venerdì più difficile, invece, per il Centro Porsche Latina, altra realtà che tiene particolarmente al weekend di Vallelunga, che, stop di Iaquinta a parte fra i Pro, nella Michelin Cup è presente con la 911 GT3 Cup di Krypton Motorsport affidata a Diego Locanto, un po' in affanno nelle libere dopo dei buoni test. Ora tutto è comunque focalizzato sulle prove ufficiali, in partenza alle 11.15 con un meteo che finalmente sembra definitivamente sereno. Pro, Michelin o Silver, i tempi miglioreranno presto...

condividi
commenti
Carrera Cup Italia, Vallelunga: venerdì "a nascondino" ma i top sono lì

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Vallelunga: venerdì "a nascondino" ma i top sono lì

Articolo successivo

Carrera Cup Italia, Vallelunga: chi giocherà le gomme-jolly?

Carrera Cup Italia, Vallelunga: chi giocherà le gomme-jolly?
Carica i commenti