Carrera Cup Italia, tra Kujala e Bertonelli è già... Monza!

Sono in cinque a giocarsi il titolo, ma i più "vicini" sono il driver di Bonaldi Motorsport, attuale capoclassifica, e l'ufficiale Q8 Hi Perform, staccato di soli 4 punti: tra loro, con Conwright nel ruolo di outsider, probabilmente "ballerà" anche la nomination degli under 24 dello Scholarship Programme per disputare poi l'International Shoot Out

Carrera Cup Italia, tra Kujala e Bertonelli è già... Monza!

Sono cinque i pretendenti al titolo della Porsche Carrera Cup Italia pronti a sfidarsi il prossimo weekend a Monza nelle due ultime gare che decideranno un'intera stagione. Non c'è dubbio che la battaglia più ravvicinata coinvolge Patrick Kujala, attuale capoclassifica con la 911 GT3 Cup di Bonaldi Motorsport, e Diego Bertonelli, il driver ufficiale primo inseguitore a soli 4 punti dal rivale finlandese.

Anche perché, dovesse spuntarla uno di loro a fronte anche della concorrenza di Simone Iaquinta, Jaden Conwright ed Enrico Fulgenzi (che certamente non rimarranno a guardare...), l'eventuale conquista del titolo 2019 potrebbe rappresentare un fattore pesantissimo per la nomination che i due si stanno giocando con gli altri under 24 dello Scholarship Programme di Porsche Italia e che gli consentirebbe di partecipare all'International Shoot Out con gli altri giovani al top delle rispettive Carrera Cup nazionali e provenienti da tutto il mondo.

Insomma, titolo e nomination: l'obiettivo (che riguarda anche Conwright) potrebbe risultare doppio al termine del weekend sul circuito brianzolo. Nel monomarca tricolore Kujala è tornato a far la voce grossa a Misano: due secondi posti conditi da pole position e un giro più veloce gli hanno permesso di intascare quei 30 punti che in classifica lo hanno riportato sul piedistallo a guardare tutti dall'alto. Un weekend pressoché perfetto, senza quelle irruenze che gli erano costate caro a Vallelunga ma soprattutto con un ritmo irraggiungibile per i rivali sia sul giro secco sia sulla distanza.

Insomma, un Kujala perfetto (tra l'altro autore proprio con Bertonelli di un duello spettacolare e correttissimo in gara 2), lo stesso che Marco Bielli, team manager di Bonaldi Motorsport, si augura di ritrovare in Brianza fin dalle libere di domani: “Patrick e il team sono stati autori di un weekend molto positivo a Misano Adriatico: inutile dire che occorrerà ripetersi a Monza se vogliamo chiudere il campionato con quel titolo che sentiamo di meritarci”.

Con quattro punti da recuperare, che possono essere tanti così come nulla, dipenderà dalle circostanze che a mano a mano dovrà affrontare, viste anche le incerte previsioni meteo, Bertonelli da par suo ritorna a giocarsi quel titolo che già lo scorso anno contese fino all'ultimo a Gianmarco Quaresmini e Alessio Rovera.

Con queste parole, più che esplicite, il 21enne driver di Forte dei Marmi arriva alla finalissima 2019: "Due gare e un solo obiettivo da raggiungere: la vittoria. La nostra attuale posizione ci obbliga a rincorrere ma abbiamo comunque la possibilità di raggiungere un obiettivo fondamentale per il team e per la mia carriera. Monza è il regno della velocità, senza contare il meteo che promette pioggia per entrambe le gare e che potrebbe risultare determinante. Speriamo di offrire un grande spettacolo e di chiudere nel migliore dei modi questa esperienza con Q8 Hi Perform".

condividi
commenti
Carrera Cup Italia, anche Quaresmini al gran finale di Monza!

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, anche Quaresmini al gran finale di Monza!

Articolo successivo

Carrera Cup Italia, “rock” per 5 alla supersfida finale di Monza

Carrera Cup Italia, “rock” per 5 alla supersfida finale di Monza
Carica i commenti