Carrera Cup Italia, Santoro stupisce dai simulatori alla pista di Monza: "Dal vero è pazzesco!"

Tempi discreti e tanta costanza nella prima assoluta su un'auto da corsa per il campione 2019 della Porsche Esports Carrera Cup Italia: "Riferimenti similari, ma che fatica fisicamente!"

Carrera Cup Italia, Santoro stupisce dai simulatori alla pista di Monza: "Dal vero è pazzesco!"

Un corso in pista con la GT3 stradale e via in pista nella Carrera Cup Italia dopo il trionfo nella parallela serie virtuale Porsche Esports Carrera Cup Italia coronato a Misano due settimane fa. Danilo Santoro ha già stupito all'esordio assoluto su una "vera" 911 GT3 Cup, una 991 di prima generazione del Team Malucelli, nell'ultimo round stagionale della serie di Porsche Italia in corso a Monza.

Licenza guadagnata con merito quella che per il sim racer romano, ora anche pilota a tutti gli effetti, significa poter prendere il via di qualifiche e una gara del weekend brianzolo. A caldo, appena sceso dalla vettura nel finale delle prove libere odierne, ecco come ci ha risposto. Visibilmente emozionato, un po' provato e allo stesso tempo su di giri.

Che esperienza è stata questa prima volta sulla "vera" 911 GT3 Cup?

"Bello! Mi sono divertito da matti. Inizialmente non ci stavo capendo molto, per la verità, ma poi la cosa mi ha rapito! Davvero pazzesco!"

E i tempi, tra 1'55" e 1'56", sono già discreti per un ultra-rookie come te. Te l'aspettavi?

"Sinceramente no. Speravo di fare dei buoni giri, non competitivi ma con buona costanza (e in effetti anche per costanza e progressione nelle prestazioni ha stupito il pilota romano, ndr): sono distrutto!"

Be', certamente ti aspettavi che sarebbe stato più faticoso...

"Mi sentivo davvero sballottato a destra e sinistra, schiacciato... è stato impressionante fisicamente."

Non avrai mica problemi a disputare la distanza di gara?

"Assolutamente no, oggi alla fine ho girato 40 minuti, girando davvero tanto in pista."

E quanto ha aiutato conoscere il tracciato almeno al simulatore?

"Molto. Le traiettorie... e anche per i punti di staccata mi sono basato sulle mie esperienze di sim racer, anche se naturalmente mi sono preparato studiando pure tanti camera car e video on line. Comunque sì, in generale i riferimenti sono piuttosto similari, solo che il reale è molto più faticoso."

condividi
commenti
Carrera Cup Italia, Monza: Iaquinta punge nelle libere
Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Monza: Iaquinta punge nelle libere

Articolo successivo

Carrera Cup Italia, Iaquinta tira il gruppo a Monza: "E' già guerra dal primo giro"

Carrera Cup Italia, Iaquinta tira il gruppo a Monza: "E' già guerra dal primo giro"
Carica i commenti