Carrera Cup Italia, Mugello: ora gli "under" puntano al titolo!

Moretti e Giardelli esultano per la vittoria e il secondo posto di gara 2 che li rilanciano all'inseguimento di Cerqui e Quaresmini: "La stagione è lunga e finora nessuno è riuscito a mettersi davanti per tutto il weekend"

Carrera Cup Italia, Mugello: ora gli "under" puntano al titolo!
Marzio Moretti, Bonaldi Motorsport, festeggia con il team
Azione in pista
Alessandro Giardelli, Dinamic Motorsport
Podio: Alessandro Giardelli, Dinamic Motorsport, Marzio Moretti, Bonaldi Motorsport e Gianmarco Quaresmini, Tsunami RT
Alberto Cerqui, Team Q8 Hi Perform
Marzio Moretti, Bonaldi Motorsport
Alessandro Giardelli, Dinamic Motorsport
Gianmarco Quaresmini, Tsunami RT

Il primo posto di Marzio Moretti e il secondo di Ale Giardelli in gara 2 del secondo round della Carrera Cup Italia da poco conclusosi al Mugello hanno l'effetto immediato, oltre che di farli gioire fortissimo, di lanciarli all'inseguimento dei "big" del monomarca tricolore.

E allora per i due giovani dello Scholarship Programme sognare in grande si può. Alberto Cerqui e Gianmarco Quaresmini (più a Imola rientrerà Simone Iaquinta) sono davanti, ma il loro quarto e terzo posto rispettivo nella corsa di oggi pomeriggio non gli hanno consentito una fuga "definitiva".

Al primo centro nella serie di Porsche Italia dopo l'esordio dello scorso anno, fra l'altro proprio con un crash al Mugello poi riscattato in pien ocon la prima pole position sempre sul cicuito toscano, Moretti nella rincorsa al titolo ci crede fin da inizio stagione e al momento paga più che altro la sfortunata gara 2 di Misano.

Il portacolori di Bonaldi Motorsport (a sua volta tornata alla vittoria dopo due anni, l'ultima volta era stata con Patrick Kujala) ha commentato così la sua domenica: “Prima vittoria e primo podio per me in Carrera Cup Italia, siamo davvero felici. La gara è stata difficile, non ne avevamo di più rispetto agli altri, ma sono riuscito a resistere e gestire tutto bene. Non c'è stata neppure una safety car ad aiutarci a raffreddare le gomme, è stata dura ma ce l'abbiamo fatta. Mi spiace per Festante, con il quale stavo lottando, tra di noi era una bella gara. Oggi la partenza dalla pole ci ha dato una mano e al campionato ci pensiamo, era l'obiettivo prima e lo è ancor di più ora. Ogni gara è importante fare punti e arrivare al traguardo. La stagione è lunga e finora nessuno, a parte forse un po' Cerqui, è riuscito a mettersi davanti come velocità per tutto il weekend. Credo sarà un alternarsi al vertice e alla fine la chiave sarà proprio quella di arrivare sempre al traguardo con più punti possibile”.

Giardelli, classe 2003 da Colico approdato solo pochi mesi in Dinamic Motorsport e sulla 911 Gt3 Cup, nel weekend del Mugello è diventato una certezza. Due podi (e fanno 3 in totale con quello in gara 2 a Misano) che lo proiettano a 20 punti da Cerqui e ad appena 11 da Quaresmini, anche se magari per lui un deficit di esperienza potrebbe prima o poi farsi sentire.

"Tre podi di fila, davvero bene - ha detto oggi -. Peccato per la fine oggi, potevamo ottenere una vittoria, però sono molto contento lo stesso essendo anche partito con gomme usate rispetto ai piloti che avevo davanti. L'obiettivo è continuare così e ancora meglio, daremo il massimo. Mi aspettavo di andar bene già dall'inizio ma forse così bene anche no. Mi ero prefissato prefissato di portare sempre a casa il massimo che avrei potuto." Per ora sembra funzionare...

condividi
commenti
Carrera Cup Italia, Mugello: Moretti al primo centro in gara 2!

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Mugello: Moretti al primo centro in gara 2!

Articolo successivo

Carrera Cup Italia, Mugello: De Giacomi da capogiro in Michelin Cup

Carrera Cup Italia, Mugello: De Giacomi da capogiro in Michelin Cup
Carica i commenti