WTCR
G
Salzburgring
11 set
Prossimo evento tra
27 giorni
G
Slovakia Ring
09 ott
Prossimo evento tra
55 giorni
WSBK
07 ago
Evento concluso
21 ago
Postponed
WRC
18 set
Prossimo evento tra
34 giorni
WEC
13 ago
Prove Libere 3 in
02 Ore
:
59 Minuti
:
50 Secondi
W Series
G
Norisring
10 lug
Canceled
G
Brands Hatch
22 ago
Canceled
MotoGP
09 ago
FP2 in
03 Ore
:
09 Minuti
:
50 Secondi
Moto3
07 ago
Evento concluso
14 ago
FP2 in
02 Ore
:
14 Minuti
:
50 Secondi
Moto2
07 ago
Evento concluso
G
Spielberg
14 ago
FP1 in corso . . .
IndyCar
07 ago
Postponed
12 ago
Prove Libere 3 in
03 Ore
:
29 Minuti
:
50 Secondi
Formula E FIA F3
14 ago
Qualifica in
03 Ore
:
04 Minuti
:
50 Secondi
FIA F2
G
Barcellona
14 ago
Prove Libere in
01 Ore
:
54 Minuti
:
50 Secondi
Formula 1
10 ago
FP1 in corso . . .
ELMS
G
Barcellona
27 ago
Prossimo evento tra
12 giorni
DTM
14 ago
Prove Libere 1 in
01 Ore
:
59 Minuti
:
50 Secondi
GT World Challenge Europe Sprint
11 set
Prossimo evento tra
27 giorni
GT World Challenge Europe Endurance
04 set
Prossimo evento tra
20 giorni

Carrera Cup Italia, Mugello: il borsino dei tempi non dice tutto!

condividi
commenti
Carrera Cup Italia, Mugello: il borsino dei tempi non dice tutto!
Di:
17 lug 2020, 18:29

Oltre a Quaresmini, il venerdì del monomarca di Porsche Italia dice che anche gli altri favoriti diranno la loro nel primo sabato stagionale: qualifiche dalle 9.55 alle 10.40 e gara 1 alle 16.00 con direttasu Sky Sport Arena

Gianmarco Quaresmini ha senza dubbio iniziato con il ritmo giusto il primo round 2020 della Carrera Cup Italia al Mugello, ma alla luce della lista tempi e del lavoro svolto da squadre e rivali è chiaro che nelle qualifiche di sabato la battaglia per la pole position sarà senza sconti per nessuno.

Il campione 2018 è tra i favoriti per restare lì davanti e, oltre al feeling con il Mugello, che tanta fortuna gli portò proprio nell'anno del titolo, può contare anche sull'esperienza e la capacità di gestire i momenti chiave di un team come Tsunami. Alberto Cerqui, David Fumanelli e Simone Iaquinta, però, non staranno a guardare: è un trio che guarda con fiducia a domani, primo sabato stagionale. Per ragioni diverse.

Cerqui, che già alla prima con AB Racing nei test era stato il più veloce, anche in queste libere, se si vanno a valutare gli ideal laps e quindi i tre settori cronometrati del giro, sarebbe stato di un soffio davanti a Quaresmini.

Ha invece chiuso secondo a due decimi, ma il potenziale resta, anche perché nel finale delle libere non ha potuto completare un giro completo con le Michelin nuove:  “Nella simulazione di gara - racconta il pilota bresciano - sono andato abbastanza bene, la macchina era bilanciata. Poi ho provato a mettere gomma nuova per fare un tempo ma la pista non era veloce come mercoledì nel test. Nel secondo settore ho comunque preso bandiera rossa e sono rientrato. Poi sono ripartito al semaforo verde a 6 minuti dalla fine, ho provato a rilanciarmi però avevo meno grip. Sono secondo a due decimi da Quaresmini, sono molto soddisfatto e fiducioso per la gara. Partire davanti conta sicuramente, però servirà avere una buona macchina perché è previsto molto caldo, altrimenti qui è molto facile andare in crisi. E difendersi è davvero impegnativo".

Chi ha invece risparmiato un po' le proprie Michelin è Fumanelli. Il driver brianzolo ufficiale del team Q8 Hi Perform ha lavorato sui particolari senza simulare davvero una qualifica e ha cercato subito refrigerio dopo una sessione di libere improvvisamente diventata caldissima con il rasserenarsi del cielo, spiegando:  “Sessione positiva. Sono contento che sono riuscito a girare sull'asciutto, fatto che non era scontato visto il tempo di stamattina. Nel test ho girato poco e quindi ci tenevo a fare qualche prova sulla macchina. Anche i tempi, specie all'inizio, sono stati molto buoni. Poi abbiamo deciso di salvare la gomma e quindi non abbiamo tentato un time attack finale. Per domani sono fiducioso. I 3-4  esperti del campionato saranno degli ossi duri, però ci proviamo”.

Qualche dubbio in più sembra averlo il campione in carica, ma Iaquinta è appunto uno degli "ossi duri" citati da Fumanelli. Nelle libere gli è mancato il giro pulito: problemi di traffico, ma non solo, come lo stesso driver di Ghinzani Arco Motorsport riassume: "Abbiamo sicuramente sgrossato la ruggine, però dovevamo fare delle prove che purtroppo non siamo riusciti a fare perché la pista era asciutta ma non presentava un grande grip. Poi all'ultimo tentativo con gomma nuova non ho potuto provare niente perché ho trovato due vetture che mi hanno ostacolato nel giro buono. Domani cerchiamo di fare il massimo. Penso di poter stare con i primi e spero che possa dire la mia, anche se da mercoledì non riesco a chiuedere un giro perché quando metto gomma nuova succede sempre qualcosa”.

Tra i top-5 di giornata è infine entrata anche la linea più "verde", rappresentatta da Aldo Festante (Ombra Racing) e Stefano Monaco (DInamic Motorsport): potrebbero essere i due outsider della qualifica?

Sabato le qualifiche sono in programma dalle 9.55 alle 10.40, mentre gara 1 prende il via nel pomeriggio alle 16.00 con diretta tv su Sky Sport Arena (canale 204 di Sky) e live streaming su www.carreracupitalia.it.

Carrera Cup Italia, Quaresmini rompe il ghiaccio: "Che inizio dopo il lungo stop!"

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Quaresmini rompe il ghiaccio: "Che inizio dopo il lungo stop!"

Articolo successivo

Carrera Cup Italia, Mugello: Cerqui vince la battaglia per la pole

Carrera Cup Italia, Mugello: Cerqui vince la battaglia per la pole
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Carrera Cup Italia
Evento Mugello
Sotto-evento Venerdì
Location Mugello
Autore Gianluca Marchese