Carrera Cup Italia, Mugello: Giardelli-Amati subito... Dinamic!

I due rookie del team emiliano non fanno rimpiangere Iaquinta e si piazzano primo e terzo nelle libere del secondo round della serie tricolore, anche se non tutti nel turno hanno utilizzato gomma nuova: "Proveremo a ripeterci"

Carrera Cup Italia, Mugello: Giardelli-Amati subito... Dinamic!
Giorgio Amati, Dinamic Motorsport
Giorgio Amati, Dinamic Motorsport
Alessandro Giardelli, Dinamic Motorsport
Enrico Flugenzi, Enrico Flugenzi Racing
Marco Cassarà, Raptor Engineering
Paolo Venerosi Pesciolini, Ebimotors

Con Simone Iaquinta impegnato in Supercup, ecco che nel venerdì della Carrera Cup Italia al Mugello in Dinamic Motorsport spuntano i rookie Alessandro Giardelli e Giorgio Amati, rispettivamente primo e terzo delle prove libere con il capoclassifica Alberto Cerqui, secondo "a sandwich".

Giardelli, che all'esordio a 19 anni era stato già capace di salire sul podio a Misano in gara 2, primo anche dei giovani dello Scholarship Programme di Porsche Italia a riuscirci in stagione, ha confermato i già ottimi riscontri ottenuti nel test, pur con una pista più "scorbutica" rispetto a giovedì.

La prima reazione del ragazzo di Colico è però giustamente più emotiva poco dopo essersi tolto il casco: "Sono super contento del risultato, abbiamo sempre più feeling con la macchina, la pista mi piace molto, siamo molto fiduciosi per questa gara. Ora siamo lì a giocarcela, grazie anche al team e al mio coach Max Pigoli che tanto mi stanno aiutando in questa crescita".

Il suo tempo odierno, 1'50"342, riscontro interessante anche se leggermente superiore al muro del 50, è arrivato a Michelin nuove: "Abbiamo provato gomma nuova - spiega Giardelli - dopo aver deciso di risparmiarla nel turno di Misano e ci siamo trovati bene, come ieri. Oggi la pista era un po' più lenta, faceva un po' più caldo, però comunque siamo contenti. Siamo pronti per domani, cercheremo di ripetere il risultato di oggi, almeno ci proveremo!".

"Daremo il meglio", attacca da par suo Amati, apparso molto contento del lavoro svolto tra test e libere. Il riminese classe 1999 ha pure lui utilizzato coperture nuove e pure lui pone l'accento su una pista comunque diversa rispetto a ieri: "Abbiamo iniziato bene, primi e terzi e speriamo di andare avanti così. Oggi la pista, che resta spettacolare ed è sempre un'emozione correrci, è cambiata: ci sono tanti tipi di gomma sul circuito e scivola un po' di più. Però siamo sulla strada giusta e dobbiamo continuare così".

condividi
commenti
Carrera Cup Italia, Mugello: Giardelli apre il weekend nelle libere

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Mugello: Giardelli apre il weekend nelle libere

Articolo successivo

Carrera Cup Italia, Mugello: il borsino dice ancora Cerqui

Carrera Cup Italia, Mugello: il borsino dice ancora Cerqui
Carica i commenti