WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento in corso . . .
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Prossimo evento tra
22 Ore
:
05 Minuti
:
31 Secondi
Moto3
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
G
Valencia
15 nov
-
17 nov
Moto2
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
IndyCar
20 set
-
22 set
Evento concluso
Formula E
G
Ad Diriyah ePrix
22 nov
-
23 nov
Prossimo evento tra
7 giorni
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
63 giorni
FIA F3
26 set
-
29 set
Evento concluso
FIA F2
26 set
-
29 set
Evento concluso
G
Abu Dhabi
28 nov
-
01 dic
Prossimo evento tra
13 giorni
Formula 1
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
ELMS
20 set
-
22 set
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
WTCR
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Prove libere 2 in
03 Ore
:
45 Minuti
:
31 Secondi

Carrera Cup Italia a Monza: Laurini "azzecca" gara 2, Iaquinta campione in pista

condividi
commenti
Carrera Cup Italia a Monza: Laurini "azzecca" gara 2, Iaquinta campione in pista
Di:
20 ott 2019, 12:35

Clamoroso finale con tre auto sulla linea del traguardo: il rookie parmense di Dinamic Motorsport sceglie le slick con la pista che andava asciugandosi e batte al fotofinish Bertonelli e Quaresmini. Al pilota calabrese basta il 6° posto per centrare il titolo 2019

Incredibile finale 2019 per la Carrera Cup Italia, che a Monza premia Lodovico Laurini al fotofinish in gara 2 e Simone Iaquinta per il titolo. Al pilota calabrese di Ghinzani Arco Motorsport è bastato il sesto posto finale, ma frutto di una corsa tutt'altro che in controllo o in difesa, per laurearsi campione 2019, prima volta per lui nel monomarca di Porsche Italia. Sul suo titolo, che in pista non si può certo discutere, resta pendente l'esito dell'appello sulla decisione dei commissari che nella qualifica di ieri gli avevano annullato tutti i tempi. Appello che gli ha consentito di partire ugualmente in pole position in gara 1, poi vinta sul bagnato.

Anche gara 2 era iniziata con asfalto molto umido, ma da metà distanza in poi le condizioni sono velocemente mutate, favorendo i piloti che avevano azzardato la scelte di montare Michelin slick. Tra questi, il più "svelto" è stato Laurini. Da spot pubblicitario il finale di stagione che ha premiato la rimonta da centro gruppo (scattava 11esimo al via) del giovane parmense di Dinamic Motorsport: Laurini ha raggiunto i battistrada Diego Bertonelli (Q8 Hi Perform), che si stava giocando le ultime chance di titolo, in ogni caso annullate da Iaquinta, e Gianmarco Quaresmini (Tsunami RT), precedendoli sulla linea del traguardo (e sul podio) rispettivamente di 4 e 25 millesimi di secondo!

Un arrivo in volata a tre difficile da prevedere solo pochi minuti prima, quando le posizioni di vertice sembravano piuttosto consolidate. Alle spalle dei tre grandi protagonisti della foto dell'anno ha concluso quarto Enrico Fulgenzi. Anche l'alfiere di Tsunami RT ha azzeccato la mossa delle slick, passando nel finale e nell'ordine Alberto Cerqui (DInamic Motorsport), Iaquinta e Patrick Kujala. Il finalndese di Bonaldi Motorsport aveva iniziato la gara con piglio competitivo insidiando a più riprese Quaresmini e il poleman Bertonelli, ma dopo i primi giri, sulla falsariga di quanto visto in gara 1 ieri, ha perso il ritmo iniziale e perso posizioni fino a concludere soltanto settimo.

Tra quelli che erano pretendenti al titolo, manca all'appello soltanto Jaden Conwright, costretto al ritiro per un problema al radiatore a tre tornate dal termine dopo aver a lungo battagliato con Kujala, Cerqui e Iaquinta.

Hanno quindi completato la top-10 Stefano Monaco, ottavo con la prima delle 911 GT3 Cup di AB Racing, Moritz Sager (Dinamic Motorsport) e Hugo Chevalier, di nuovo a punti al termine del primo weekend sulla vettura con Abs e a Monza. Alle loro spalle Jovan lazarevic (Duell Race) e Aldo Festante: per il portacolori Ombra Racing, il terzo pilota sulle slick, è arrivato il punto aggiuntivo del giro più veloce (il 15°, l'ultimo, in 1'55"006).

Con Cassarà già campione ieri, in Michelin Cup ha vinto l'ultima della stagione Alex De Giacomi (Tsunami RT), unico gentleman driver sulle slick, davanti a Luca Pastorelli (Dinamic Motorsport) e proprio il titolato di Ombra Racing. Sul gradino più alto della Silver Cup, nella doppietta firmata dal Team Malucelli, è salito all'esordio Michele Malucelli, ma pure l'altro rookie, Danilo Santoro, vincitore della Porsche Esports Carrera Cup Italia, ha coronato il suo primo weekend di gare con la festa dello champagne.

Articolo successivo
Carrera Cup Italia, è Fumanelli il pilota Q8 Hi Perform per il 2020

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, è Fumanelli il pilota Q8 Hi Perform per il 2020

Articolo successivo

Carrera Cup Italia, Monza: Laurini da film con le slick: "Ho tentato il tutto per tutto"

Carrera Cup Italia, Monza: Laurini da film con le slick: "Ho tentato il tutto per tutto"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Carrera Cup Italia
Evento Monza II
Sotto-evento Gara 2
Location Autodromo Nazionale Monza
Autore Gianluca Marchese