W Series
G
Le Castellet
25 giu
Prossimo evento tra
119 giorni
G
Spielberg
02 lug
Prossimo evento tra
126 giorni
Moto3
G
Losail
26 mar
Prossimo evento tra
28 giorni
G
Doha
02 apr
Prossimo evento tra
35 giorni
Moto2
G
Losail
26 mar
Prossimo evento tra
28 giorni
G
Doha
02 apr
Prossimo evento tra
35 giorni
Formula E
25 feb
Prossimo evento tra
04 Ore
:
28 Minuti
:
09 Secondi
G
Diriyah E-Prix II
27 feb
Prossimo evento tra
1 giorno
Formula 1
G
GP del Bahrain
28 mar
Prove Libere 1 in
28 giorni
IndyCar
G
GP di Indianapolis Gara 1
14 mag
Prossimo evento tra
77 giorni
28 mag
Prossimo evento tra
91 giorni
MotoGP
25 mar
Prossimo evento tra
27 giorni
G
GP di Doha
02 apr
Prossimo evento tra
35 giorni
WRC
26 feb
Giorno 1 in
17 Ore
:
36 Minuti
:
09 Secondi

Carrera Cup Italia, Monza: Fumanelli riapre tutto in gara 1!

Il pilota del team Q8 Hi Perform vince su Quaresmini e Pera e aggancia in testa Iaquinta, che fora clamorosamente in vista del successo. Colpo di scena anche in Michelin Cup, dove pure qui c'è un duo in vetta, Pastorelli su Mardini. Biolghini vince in Silver, dove Bianconi è campione. Domenica emozionante finale di stagione con gara 2 alle 9.55 in diretta tv su Cielo e Sky Sport Arena e poi la nomination dello Scholarship Programme

condividi
commenti
Carrera Cup Italia, Monza: Fumanelli riapre tutto in gara 1!

Fragorosa vittoria di David Fumanelli nella gara 1 dell'ultimo round della Porsche Carrera Cup Italia a Monza. Un successo che riapre tutti i giochi per il titolo assoluto, visto il secondo posto di Gianmarco Quaresmini davanti a Riccardo Pera e la sfortunata, clamorosa foratura che ha costretto Simone Iaquinta a una fermata ai box che lo ha retrocesso da primo a ventesimo. Il che fa zero punto.

Al momento, dunque, Fumanelli ha agganciato in vetta alla classifica il campione in carica. Entrambe sono a quota 128 punti, due soli in più di Quaresmini, anche lui rientrato pienamente in gioco. Gara 1 è stata davvero tutta di un fiato e ha vissuto per gran parte sul duello di vertice tra il poleman Fumanelli e Iaquinta, balzato immediatamente seocndo dopo l'incertezza allo start dalla prima fila di Giacomo Barri, che poi ha concluso settimo con la 911 Gt3 Cup di Raptor Motorsport.

Fin dalle prime battute Fumanelli ha dovuto difendere strenuamente la leadership sul pilota di Ghinzani Arco Motorsport fino a una sbavatura commessa al giro 7 alla Roggia, che ha di fatto agevolato il sorpasso di Iaquinta. Il portcolori del Team Q8 Hi perform non si è però arreso e anche grazie al gioco delle scie ha più volte contrattaccato, riuscendo anche a ripassare in tresta, posizione poi correttamente riceduta a Iaquinta perché guadagnato con un passaggio oltre la linea bianca che delimita i limiti "reali" della pista al fianco della corsia box.

Per Iaquinta sembrava fatta, ma al giro 12 l'imprevisto alla posteriore sinistra che gli rovina la festa, costringendolo ai box e ben fuori dalla zona punti, oltre ora a puntare a una rimonta da antologia in gara 2.

Alle spalle di Fumanelli, che a quel punto si involava verso la vittoria che lo ha poi fatto balzare in vetta alla classifica generale al fianco del campione in carica, ha emozionato pure il duello tra Quaremsini e Pera. Il portacolori di Tsunami RT aveva superato il rivale di Ebimotors in Prima variante a metà gara, ma la battaglia è proseguita fino alla bandiera a scacchi, che li ha visti concludere entrambi su un podio dal sapore particolare.

Per Quaresmini il secondo posto vale oro e lo riporta in piena zona titolo, per Pera il terzo è un risultato che lo rilancia subito ai vertici al rientro nel monomarca tricolore dopo tre anni e all'esordio su questa 911 GT3 Cup.

Un po' più staccati hanno concluso quarto Aldo Festante, che è stato il migliore tra gli under 23 dello Scholarship Programme malgrado un contatto con Barri alla Roggia poi giudicato di gara e con un ritmo competitivo, e quinto la sorpresa Benny Strignano. Il rookie pugliese ha rimontato da 11esimo fino a raggiungere la top-5 a suon di sorpassi, portando al traguardo la prima 911 GT3 Cup di AB Racing e cogliendo il miglior risultato stagionale.

Oltre che guadagnando la prima fila per gara 2, dove in pole position si accomoderà Emil Skaras, l'under svedese di Ombra Racing sesto al traguardo e bravo a "schivare" tutti i contatti e i testacoda avvenuti davanti a lui.

Detto di Barri settimo, ottavo ha concluso soffrendo soprattuto nella prima parte di gara Alberto Cerqui (AB Racing), mentre la top-10 è stata completata da Marzio Moretti (Bonaldi Motorsport) e Stefano Monaco (Dinamic Motorsport). Entrambi i giovani dello Scholarship Programme sono stati protagonisti di due testacoda. Moretti al giro 2 alla Parabolica, per un contatto proprio con Monaco. Un vero peccato per il 18enne mantovano, che ha poi dimostrato un passo super rimontando dalle retrovie e facendo segnare anche il giro più veloce della corsa in 1'49"808. Per Monaco la gara si è invece compromessa al giro 3 quando si è girato alla Roggia tentando di resistere a Festante nel duello per la quinta piazza.

Se c'è un parimerito nell'assoluta, la Michelin Cup non è voluta essere da meno. Destino infatti ha voluto che Bashar Mardini, in quel momento in testa, si trovasse la 911 GT3 Cup di Leo Caglioni in panne all'Ascari a due giri dal termine, fatto che ha agevolato il sorpasso di Luca Pastorelli (Krypton Motorsport). Con la vittoria di categoria il gentleman driver modenese ha così agganciato il rivale canadese di Tsunami RT, che ha poi concluso secondo sul podio, sul quale è salito terzo Marco Galassi (Team Malucelli), bravo a tenersi lontano dai guai nelle tante bagarre di centro gruppo.

Unico titolo deciso in gara 1 è dunque quello di Silver Cup, dove a Stefano Bianconi (Ghinzani Arco Motorsport) è bastato il terzo posto con una gara in totale gestione e a rischi zero per aggiudicarselo. La classe è stata vinta dal poleman Pablo Biolghini (Tsunami RT), che ha preceduto Max Montagnese (GDl Racing).

Con in prima fila Skaras-Strignano e due titoli da assegnare in un finale da dentro/fuori domani (domenica) la stagione si concluderà con gara 2 in programma alle 9.55 in diretta tv su Cielo e Sky Sport Arena e sul web su www.carreracupitalia.it. Seguirà poi la nomination del pilota under 23 vincitore dello Scholarship Programme.

Carrera Cup Italia, Monza: a tu per tu con Leo Caglioni il rookie più giovane

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Monza: a tu per tu con Leo Caglioni il rookie più giovane

Articolo successivo

Carrera Cup Italia, a Monza il sabato-shock che non ti aspetti

Carrera Cup Italia, a Monza il sabato-shock che non ti aspetti
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Carrera Cup Italia
Evento Monza
Sotto-evento Sabato
Location Autodromo Nazionale Monza
Autore Gianluca Marchese