W Series
G
Le Castellet
25 giu
Prossimo evento tra
114 giorni
G
Spielberg
02 lug
Prossimo evento tra
121 giorni
Moto3
G
Losail
28 mar
Prove Libere 1 in
23 giorni
G
Doha
02 apr
Prossimo evento tra
30 giorni
Moto2
G
Losail
28 mar
Prove Libere 1 in
23 giorni
G
Doha
02 apr
Prossimo evento tra
30 giorni
Formula E
10 apr
Prossimo evento tra
38 giorni
Formula 1 IndyCar
G
GP di Indianapolis Gara 1
14 mag
Prossimo evento tra
72 giorni
28 mag
Prossimo evento tra
86 giorni
MotoGP
28 mar
Prove Libere 1 in
23 giorni
G
GP di Doha
02 apr
Prossimo evento tra
30 giorni
WRC
26 feb
Evento concluso
22 feb
Prossimo evento tra
50 giorni

Carrera Cup Italia, Monza: Festante fa sua gara 2, a Iaquinta il titolo!

Finale entusiasmante che premia il 20enne pilota campano con la prima vittoria nel monomarca tricolore davanti al confermato campione e a Fumanelli, che ha provato fino all'ultimo a resistere al driver calabrese, mentre Quaresmini è costretto al ritiro. In Michelin Cup fa festa doppia Mardini, mentre nella Silver il successo è di Montagnese

Carrera Cup Italia, Monza: Festante fa sua gara 2, a Iaquinta il titolo!

Simone Iaquinta è il campione 2020 della Porsche Carrera Cup Italia. Il titolo del pilota di Ghinzani Arco Motorsport, che fa festa tra i Team, è arrivato al termine di una combattutissima gara 2 dell'ultimo round di Monza, vinta da Aldo Festante, al primo successo nel monomarca tricolore e ora pronto a giocarsi anche la nomination dello Scholarship Programme, salito sul primo gradino del podio davanti proprio a Iaquinta e a David Fumanelli (Team Q8 Hi Perform)..

Il 20enne pilota campano di Ombra Racing ha conquistato la prima posizione già al primo giro passando sia Benedetto Strignano (AB Racing) sia il compagno di squadra Emil Skaras, che partivano davanti a lui in prima fila. Poi Festante, che aveva montato gomme "jolly" nuove, ha cercato di prendere il largo rispetto al gruppo, riuscendoci fino a metà gara, quando nel giro di pochi minuti ha dovuto gestire due situazioni di safety car, dovendo controllare alla ripartenza gli arrembaggi di Riccardo Pera, nel frattempo risalito secondo alle sue spalle con la 911 GT3 Cup di Ebimotors.

Nel frattempo le posizioni da top-5 andavano delineandosi con l'avanzare in rimonta dei tre protagonisti della lotta per il titolo assoluto. Sfortunatissimo Gianmarco Quaresmini, che era riuscito a stare davanti a Fumanelli dopo un bel duello nei primi giri e in quel momento sembrava il favorito. Il campione 2018 bresciano di Tsunami RT, però, è stato costretto a ritirarsi per un problema poco dopo, fermandosi al giro 4 in zona Lesmo.

A quel punto l'attenzione si è spostata sul duello Fumanelli-Iaquinta. Il driver calabrese è stato autore di una rimonta al cardiopalma ritrovandosi al giro 6 alle spalle del rivale brianzolo e poi infilandolo al giro 8 con attacco nel tratto Ascari-Parabolica giusto poco prima dell'impiego della prima safety car.

Le due caution sono state decise dalla direzione gara prima per rimuovere le vetture di Marzio Moretti in zona Roggia (contatto costato un drive-trough a Giacomo Barri) e quelle di Gianluca Giorgi e Diego Locanto (altro contatto fra i due) in Parabolica e la seconda per l'uscita di pista di Diego Bianconi, laureatosi giusto ieri campione della SIlver Cup, in uscita dall'Ascari. Una brutta botta quella del pilota bolzanino, uscitone comunque illeso.

Approfittando della ripartenza dalla seconda safety car, Iaquinta e Fumanelli superano Strignano, autore come sabato di una gara comunque oltre le attese e quarto al traguardo finale, e continuano il duello per il titolo, che a quel punto pende sempre più dalla parte di iaquinta.

I due poco dopo superano anche Pera, che arriva leggermente lungo alla Parabolica e poi chiude forzatamente Fumanelli alla fine del rettifilo principale, prendendosi 5 secondi di penalty sulla classifica finale, che lo fa retrocede da quarto al traguardo fuori dalla zona punti promuovendo in top-5 (alle spalle di Festante-Iaquinta-Fumanelli-Strignano) Stefano Monaco, autore di una bella rimonta con la 911 GT3 CUp di DInamic Motorsport.

L'11esima piazza assoluta, vale vittoria e titolo a Bashar Mardini. Il gentleman driver canadese bissa dunque il successo del 2018 e sale sul gradino più alto del podio di Monza, sfuggitogli ieri, precedendo Marco Galassi (Team Malucelli), al secondo podio su due nel weekend, e Luca Pastorelli, che per Krypton Motorsport ha cercato fino all'ultimo di insidiare Mardini per il titolo.

Detto di Bianconi, la stagione della Silver Cup si è conclusa con la vittoria di Max Montagnese, che torna al successo con la 991 GT3 CUp gen.I di GDl Racing davanti a Carlo Scarpellini (Tsunami RT).

condividi
commenti
Carrera Cup Italia, Monza: Iaquinta e Quaresmini giocano il jolly

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Monza: Iaquinta e Quaresmini giocano il jolly

Articolo successivo

Carrera Cup Italia, Monza: Festante si prende anche lo Scholarship Programme

Carrera Cup Italia, Monza: Festante si prende anche lo Scholarship Programme
Carica i commenti