Carrera Cup Italia, Misano: Scholarship in agguato con Moretti

Gli under 23 del programma di coaching di Porsche Italia hanno affilato le armi nelle prove libere notturne, dove si sono messi in evidenza con il 19enne mantovano di Bonaldi Motorsport e la new-entry Giardelli. In qualifica, però, attenzione anche ai "soliti" noti..

Carrera Cup Italia, Misano: Scholarship in agguato con Moretti
Ingegnere di Marzio Moretti, Bonaldi Motorsport
Alessandro Giardelli, Dinamic Motorsport, Simone Iaquinta, Dinamic Motorsport e Aldo Festante, Ombra Racing
Alberto Cerqui, Team Q8 Hi Perform
Foto di gruppo del team Q8 hi Perform
Simone Iaquinta, Dinamic Motorsport
Federico Malvestiti, Ghinzani Arco Motorsport
Alessandro Giardelli, Dinamic Motorsport
Alberto Cerqui, Team Q8 Hi Perform

In tarda mattina prendono il via le prime qualifiche 2021 della Porsche Carrera Cup Italia al Misano World Circuit. Ieri sera nelle libere notturne (gara 1 è stasera alle 21.30) sessione comandata da Gianmarco Quaresmini, felice di come sia arrivato il crono di 1'35"2, anche se lì dietro il pacchetto di mischia è piuttosto compatto e Marzo Moretti e Simone Iaquinta inseguono in pochi millesimi.

Più una sessione da F.4, dunque, che da GT, fattore che rende ancora più incerta la battaglia per la pole position o comunque per un posto il più davanti possibile in griglia. Moretti, alla seconda stagione con Bonaldi Motorsport, si è inserito immediatamente tra i più navigati favoriti (Quaresmini-Iaquinta-Cerqui), risultando il più veloce tra gli under dello Scholarship Programme, il programma di coaching di Porsche Italia che quest'anno frequenta per la seconda stagione consecutiva.

“Il turno di ieri sera è stato positivo - ha commentato il pilota mantovano classe 2002 -. Ha aiutato senza dubbio il fatto di aver già corso in queste condizioni di buio lo scorso anno. Mi sono trovato subito bene, di notte sono a mio agio. In qualifica vedremo, perché temperature e condizioni saranno molto diverse. Di certo abbiamo visto che quando siamo a nostro agio e la macchina è 'giusta' per la pista possiamo stare fra i primi”.

Con Moretti in evidenza si è messo Alessandro Giardelli, altro classe 2002, all'esordio in Carrera Cup Italia con Bonaldi Motorsport e autore di un promettente quinto tempo a mezzo secondo da Quaresmini dopo che nel test pre-gara di giovedì aveva un po' lamentato il fatto di non essere riuscito a scaldare bene gli pneumatici (aveva comunque chiuso con un discreto settimo crono).

Un po' sotto le aspettative, per sua stessa ammissione, invece, Federico Malvestiti, atteso al'esordio nella serie con Ghinzani Arco Motorsport dopo le esperienze in formula: "Siamo partiti forte a inizio sessione ma poi abbiamo faticato un po’ da metà in poi. Non abbiamo montato le gomme nuove ma ho faticato un po’ con la macchina e soprattutto a guidare al buio. Sono soddisfatto però del team e del lavoro che stiamo svolgendo e sono sicuro sarà una bella stagione sempre in crescita. Sul giro veloce siamo abbastanza competitivi, dove bisogna lavorare ancora un po’ invece è sul passo gara".

Il suo è un nome da segnarsi per le qualifiche, dove tornerà anche Benny Strignano con la 911 GT3 Cup di AB Racing, fiducioso in vista della battaglia per entrare almeno nella top-12 della PQ2 dopo che ieri sera, a due minuti dal termine, ha incolpevolmnte causato l'unica bandiera rossa del turno. Scoperto l'arcano: a fermarlo un problema con una gomma ormai piuttosto usurata.

Naturalmente in agguato per la qualifica ci sono anche i grandi sfidanti di Quaresmini. Simone Iaquinta non è stato particolarmente prodigo di commenti post-libere, ma il passo mostrato è sembrato in linea con i suoi standard sul circuito romagnolo: “Ho fatto delle consuete prove gara - ha dichiarato il campione in carica passato in Dinamic Motorsport -, poi la simulazione di qualifica, che è andata bene. Chiaramente c'è sempre da migliorare, sono convinto che in qualifica lo faranno tutti rispetto a ieri sera”.

Appena poco più staccato Alberto Cerqui, alla prima apparizione con la 911 GT3 Cup in livrea ufficiale Q8 Hi Perform: “Sono contento delle libere, siamo un po' tutti lì vicini in pochi decimi. Già ieri sera si è fatto sentire, credo che stamattina in PQ1 sarà importante trovare un giro pulito perché il traffico in pista non manca. Poi nel turno decisivo servirà il giro giusto”.

condividi
commenti
Carrera Cup Italia, Misano: Quaresmini-rock suona la sveglia
Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Misano: Quaresmini-rock suona la sveglia

Articolo successivo

Carrera Cup Italia, Misano: Cerqui va in pole con il record

Carrera Cup Italia, Misano: Cerqui va in pole con il record
Carica i commenti