WTCR
G
Salzburgring
11 set
Prossimo evento tra
33 giorni
G
Slovakia Ring
09 ott
Prossimo evento tra
61 giorni
WSBK
31 lug
Evento concluso
07 ago
SSP300 Gara 2 in
20 Ore
:
23 Minuti
:
58 Secondi
WRC
04 set
Prossimo evento tra
26 giorni
18 set
Prossimo evento tra
40 giorni
WEC
13 ago
Prossimo evento tra
4 giorni
W Series
G
Norisring
10 lug
Canceled
G
Brands Hatch
22 ago
Canceled
MotoGP
02 ago
Warm Up in
13 Ore
:
48 Minuti
:
58 Secondi
Moto3
24 lug
Evento concluso
07 ago
Evento concluso
Moto2
24 lug
Evento concluso
07 ago
Evento concluso
IndyCar
17 lug
Evento concluso
07 ago
Postponed
Formula E FIA F3
31 lug
Evento concluso
07 ago
Gara 2 in
13 Ore
:
53 Minuti
:
58 Secondi
FIA F2
31 lug
Evento concluso
07 ago
Gara 2 in
15 Ore
:
18 Minuti
:
58 Secondi
Formula 1 ELMS
17 lug
Evento concluso
DTM
14 ago
Prossimo evento tra
5 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
11 set
Prossimo evento tra
33 giorni
GT World Challenge Europe Endurance
04 set
Prossimo evento tra
26 giorni

Carrera Cup Italia, Misano: ora Quaresmini prova la fuga

condividi
commenti
Carrera Cup Italia, Misano: ora Quaresmini prova la fuga
Di:
2 ago 2020, 09:01

Il campione 2018 e Tsunami RT allungano in vetta alla classifica dopo il dominio mostrato nel sabato del secondo round: "Importantissimo in ottica campionato". Bene anche Monaco, mentre Iaquinta è soddisfatto a metà.

Gianmarco Quaresmini, Tsunami RT
Azione in Pista
Podio: Gianmarco Quaresmini, Tsunami RT, Stefano Monaco, Dinamic Motorsport e Simone Iaquinta, Ghinzani Arco Motorsport
Stefano Monaco, Dinamic Motorsport
Festeggiamenti del team Tsunami RT
Stefano Monaco, Dinamic Motorsport
Simone Iaquinta, Ghinzani Arco Motorsport
Simone Iaquinta, Ghinzani Arco Motorsport

Gianmarco Quaresmini ci prova. A dispetto dell'equilibrio generale visto al Mugello e anche a Misano nei test e nelle libere del secondo round, che oggi si completa con gara 2 alle 12.50, il campione 2018 ha messo in chiaro le cose in un sabato perfetto e per nulla facile, tra caldo torrido, corsa in notturna, qualifiche con il solleone.

Tutti esami superati con tanto di en plein dal driver di Tsunami RT, squadra che torna al comando della classifica con vantaggi che non si vedevano dai tempi di Alessio Rovera a inizio 2018. Naturalmente ancora il monomarca di Porsche Italia è lungo e oggi stesso attende una gara 2 nella quale il pilota bresciano parte all'inseguimento dei rivali diretti per il titolo, al momento in classifica distanti 14 punti (Iaquinta), 16 (Cerqui), 21 (Monaco) e 24 (Fumanelli).

Un primo strappo in classifica che Quaresmini, poleman con record, vincitore di gara 1 e autore del giro più veloce nell'infernale sabato di Misano, ieri sera ha commentato così dal gradino più alto del podio: "Sono contentissimo e allo stesso tempo esausto con questo caldo incredibile. Condizioni estreme ma finalmente è arrivata la vittoria, importantissima in chiave campionato e che mi lancia al primo posto con un po' di punti di vantaggio che in questo monomarca così tirato sono sempre fondamentali. La macchina era fantastica, ancora una volta un lavoro stupendo del team Tsunami. Era molto precisa soprattutto all'anteriore. Sapevo di aver un buon passo e sono andato via nelle primi giri, poi ho saputo amministrare fino alla safety car e al traguardo".

Un sabato di vertice è anche la prova della competitività raggiunta da Monaco. Il 22enne driver di Dinamic Motorsport si sta trovando a suo agio in questa stagione e non sembra soffrire più di tanto la pressione che di conseguenza gli è salita sulle spalle. Al momento è anche la "punta" fra gli under 23 dello Scholarship Programme, che evidentemente a sua volta sta raccogliendo i frutti del progetto stesso (dal quale tra l'altro proviene anche Quaresmini).

"Sono molto contento - ha detto Monaco nel dopo gara 1 -, abbiamo lavorato duro fin dai test per questo weekend. Stasera abbiamo raggiunto questa seconda posizione che per me vale davvero oro (suo risultato migliore di sempre in Carrera Cup Italia e secondo podio consecutivo, ndr). Ci abbiamo messo davvero tanto lavoro per arrivare fino a qui."

Podio anche per Iaquinta, confermato dopo la scaramuccia al via con Alberto Cerqui. Ma il campione in carico vede un bicchiere pieno soltanto per metà, un po' come gli era successo al Mugello, dove poi aveva rimediato alla grande in gara 2: "Sono soddifatto per la terza posizione ma allo stesso tempo un po' amareggiato perché stiamo tribolando molto con la squadra, non riusciamo a trovare un assetto ottimale come ci riusciva l'anno scorso. Abbiamo perso posizioni in qualifica e in gara 1, sì, ho fatto terzo, ma non riuscivo ad andare a prendere Monaco e dopo metà sono andato in crisi. Ringrazio ugualmente il team perché insieme stiamo lavorando proprio per cercare di trovare la quadra e sono sicuro che presto in gara saremo di nuovo pimpanti come prima".

Già oggi? Chissà se Marzio Moretti, David Fumanelli e proprio Cerqui, che gli partono davanti sulla griglia di gara 2, saranno d'accordo...

Carrera Cup Italia: a Misano podio confermato, classifica quasi

Articolo precedente

Carrera Cup Italia: a Misano podio confermato, classifica quasi

Articolo successivo

Carrera Cup Italia, Misano: Quaresmini unica certezza nel caos di gara 2!

Carrera Cup Italia, Misano: Quaresmini unica certezza nel caos di gara 2!
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Carrera Cup Italia
Evento Misano
Sotto-evento Gara 1
Location Misano Adriatico
Autore Gianluca Marchese