Carrera Cup Italia, Misano: Iaquinta risponde in gara 2

Altra gara combattutissima in riva all'Adriatico, dove il campione in carica prende il ocmando dopo poche curve e precede sul podio Quaresmini e il rookie Giardelli. Moretti super ma ritirato nel finale. De Giacomi fa doppietta in Michelin Cup, mentre Scannicchio centra il primo successo personale in Silver Cup. Prossima tappa al Mugello il 2-4 luglio

Carrera Cup Italia, Misano: Iaquinta risponde in gara 2

Simone Iaquinta si conferma il re delle gare 2 nei weekend della Porsche Carrera Cup Italia. Il campione in carica ha vinto la corsa domenicale del primo round 2021 rubando presto il tempo ai giovani che lo precedevano in partenza, i bravissimo Giammarco Levorato e Alessandro Giardelli, e poi passando Marzio Moretti il giro seguente. Da lì una gara tuta gestione e resistenza, visto che, come aveva dovuto fare Alberto Cerqui in gara 1 sabato sera, anche il portacolori di Dinamic Motorsport ha dovuto difendersi dai continui attacchi degli inseguitori.

In particolare da quelli di Moretti, autore del giro più veloce in 1'36"937, che a lungo lo ha a più riprese attaccato, in particolare nella zona del Carro. Forse il mantovano classe 2002 di Bonaldi Motorsport ha chiesto anche troppo alle sue gomme, in ogni caso, sempre mentre occupava la seconda posizione, ha dovuto alzare bandiera bianca a pochissimi minuti dalla fine per un dechappamento che lo ha mandato largo alla Variante del Parco e costretto al ritiro.

A quel punto è risalito secondo Gianmarco Quaresmini. Terzo ieri, il pilota di Tsunami RT ha dovuto rimontare dopo un duello con lo stesso Moretti e una sbavatura che lo aveva fatto retrocedere settimo. Entusiasmante il suo recupero con infilate in sequenza e piazza d'onore al traguardo alle spalle di Iaquinta, sempre vicinissimo.

Con i due già titolati della Carrera Cup Italia è salito sul podio Alessandro Giardelli. Esordiente assoluto nel monomarca tricolore, il 18enne pilota di Colico è al primo terzo posto nella serie tricolore e porta in dote allo Scholarship programme il primo podio stagionale, oltre che la seconda 911 GT3 Cup del team Dinamic nel trio di testa.

Quarto ha concluso Alberto Cerqui, il vincitore della notturna sabato. Il portacolori del Team Q8 Hi Perform, autore di una gara vicina ai primi ma regolare e soprattutto senza cercare insidiosi contatti, resta in vetta alla classifica insieme a Iaquinta.

Alle sue spalle un altro grande protagonista di giornata fra i "deb". Giammarco Levorato, che scattava dalla pole position in virtù del sesto posto di gara 1 con al fianco Giardelli, ha dato spettacolo nel duello continuo con sorpasso e controsorpasso ingaggiato con Moretti e, a lungo in terza posizione, è stato infilato dal compagno di squadra Quaresmini a pochi giri dal termine e poi ha perso le possibilità di agguantare il podio nel fangete dello stop di Moretti, ottenendo una top-5 che rappresenta comunque un risultato molto prezioso nel weekend d'esordio.

In una gara spettacolare nelle prime posizioni, non hanno lesinato duelli, sorpassi e qualche contatto anche i protagonisti della seconda metà della top-10, anche se Leonardo Caglioni, sesto oggi dopo il settimo posto di ieri, ha cercato di mantenersi il più possibile lontano dai guai, risultando di nuovo la prima 911 GT3 Cup di Ombra Racing al traguardo.

Subito alle sue spalle Risto Vukov, di nuovo a punti per GDL Racing, mentre Giorgio Amati ha concluso ottavo in risalita conquistando di nuovo punti nella gara di casa dopo il 13esimo posto in notturna all'esordio nel monomarca con Dinamic Motorsport. Top-10 completata da Daniele Cazzaniga, l'alfiere di Ghinzani Arco Motorsport nono e come sabato sera costretto a rimontare dopo un contatto iniziale con Stefano Gattuso, e da Aldo Festante, che dall'ultima posizione in griglia è risalito fino al decimo posto per Ombra Racing.

Mentre in top-15 si segnalano anche Leonardo Moncini, il più giovane del lotto e in convincente risalita dalle retrovie con la 911 GT3 Cup di Ghinznai Arco Motorsport, e Benny Strignano, che ha portato in dote ad AB Racing i primi punti stagionali, la Michelin Cup ha consacrato Alex De Giacomi come il dominatore di Misano.

Il gentleman bresciano di Tsunami RT ha fatto doppietta riuscendo stavolta a rimanere davanti al rivale-amico Marco Cassarà per tutta la gara. Il pilota romano di Raptor Engineering, dal canto suo, ha portato di nuovo a casa il secondo posto e punti preziosi. La sorpresa di caegoria arriva dall'Alto-Adige con il primo podio di Andreas Corradina e del team Huber Racing dopo il quarto posto di sabato.

Sorpresa anche in Silver Cup, dove Max Montagnese paga caro un testacoda al Tramonto dopo 11 giri. Ad approfittarne un pimpante Davide Scannicchio, che pareggia i conti portando per la prima volta al successo di classe ZRS Motorsport proprio davanti al rivale del Team Malucelli, mentre Marco Parisini non è neppure riuscito a percorrere un metro di gara dopo essere rimasto fermo durante il giro di ricognizione.

condividi
commenti
Carrera Cup Italia, Misano: penalty per Amati e Malvestiti dopo gara 1
Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Misano: penalty per Amati e Malvestiti dopo gara 1

Articolo successivo

Carrera Cup Italia, Misano: Iaquinta non molla la contesa

Carrera Cup Italia, Misano: Iaquinta non molla la contesa
Carica i commenti