WTCR
G
Salzburgring
11 set
Prossimo evento tra
26 giorni
G
Slovakia Ring
09 ott
Prossimo evento tra
54 giorni
WSBK
07 ago
Evento concluso
21 ago
Postponed
WRC
18 set
Prossimo evento tra
33 giorni
WEC W Series
G
Norisring
10 lug
Canceled
G
Brands Hatch
22 ago
Canceled
MotoGP
14 ago
Warm Up in
10 Ore
:
18 Minuti
:
04 Secondi
Moto3
07 ago
Evento concluso
14 ago
Warm Up in
09 Ore
:
18 Minuti
:
04 Secondi
Moto2
07 ago
Evento concluso
14 ago
Warm Up in
09 Ore
:
48 Minuti
:
04 Secondi
IndyCar
07 ago
Postponed
Formula E FIA F3
14 ago
Gara 2 in
10 Ore
:
23 Minuti
:
04 Secondi
FIA F2
14 ago
Gara 2 in
11 Ore
:
48 Minuti
:
04 Secondi
Formula 1
14 ago
Gara in
15 Ore
:
48 Minuti
:
04 Secondi
ELMS
G
Barcellona
27 ago
Prossimo evento tra
11 giorni
DTM
14 ago
Qualifche 2 in
11 Ore
:
23 Minuti
:
04 Secondi
GT World Challenge Europe Sprint
11 set
Prossimo evento tra
26 giorni
GT World Challenge Europe Endurance
04 set
Prossimo evento tra
19 giorni

Carrera Cup Italia, Misano: Quaresmini unica certezza nel caos di gara 2!

condividi
commenti
Carrera Cup Italia, Misano: Quaresmini unica certezza nel caos di gara 2!
Di:
2 ago 2020, 13:12

Il campione in carica rimonta ed emerge dalle continue battaglie che premiano anche Iaquinta (2°) e Fumanelli (3°). Cerqui penalizzato e Monaco spedito in ghiaia in una corsa divisa in due manche per il crash di Mardini. Out pure Pastorelli, andazzo si prende la scena in Michelin Cup e Scarpellini vince in Silver Cup. Prossima tappa Imola il 28-30 agosto.

Gara pazzesca la seconda del secondo round della Porsche Carrera Cup Italia, nella quale dal caos e dalla doppia "manche" esce ancora vincitore Gianmarco Quaresmini, unica certezza nel "caos" odierno fra botte, sportellate e un podio che si è composto soltanto negli ultimi metri, quando, con Simone Iaquinta ormai sicuro del secondo posto, Alberto Cerqui (AB Racing) ha toccato Stefano Monaco (Dinamic Motorsport), che ha fnito la sua corsa nella ghiaia, mentre il driver bresciano si è preso 25 secondi di penalità che dal terzo lo hanno fatto precipitare fuori dalla zona punti.

A quel punto è stato David Fumanelli (Q8 Hi Perform) a essere promosso sul podio dietro a Quaresmini, dominatore e leader solitario per tutta la seconda parte di gara, e Iaquinta, emerso anche lui da mille bagarre, che fin dall'inizio hanno coinvolto anche gli altri driver di vertice.

Gara dunque che spedisce Quaresmini e il team Tsunami RT in fuga incampionato e piuttosto nervosa fin dal via. Marzio Moretti, da rookie assoluto, ha mantenuto la testa della corsa con la 911 GT3 Cup di Bonaldi Motorsport, mentre Cerqui si è immediatamente posizionato nella sua scia approfittando di un'altra partenza al rallentatore di Fumanelli, mentre Quaresmini risaliva già da sesto a quarto con alle spalle Monaco e Iaquinta.

Ma i contatti hanno iniziato a caratterizzare la corsa fin dal via. Quello tra Davide Scannicchio e Max Donzelli con conseguente ritiro contro il muretto box del primo ha immediatamente fatto impeigare la prima safety car di giornata, che ha subito congelato le posizioni.

Al terzo giro il re-start, con Cerqui che passa Moretti e si mette a tirare il gruppo. La bagarre però è continua tra i protagonisti di vertice. Ne approfitta Quaresmini che infila Fumanelli e poi entrambi i battistrada ponendosi al comando, posizione che non lascerà più neppure dopo la bandiera rossa (e con un altro punto frutto del giro più veloce, davvero "immarcabile" il campione 2018 in questo weekend di Misano).

Alle sue spalle, intanto, nel duello Cerqui-Moretti ha la peggio il rookie mantovano, che si gira e da terzo si ritrova fuori dalla top-10 nel giro di pochi secondi. Intanto è duello serrato anche fra Iaquinta, che sale terzo dietro a Cerqui, e Monaco, quarto, entrambi bravi ad approfittare del passo incerto di Fumanelli, che al giro 4 retrocede quinto.

Intanto è ancora a centro schieramento che succede di tutto. Contatto tra Aldo Festante (Ombtra Racing) e Lodovico Laurini (costretto al ritiro proprio il portacolori di DInamic Motorsport) e tra Leonardo Caglioni (Ombra Racing) e Luca Pastorelli (Krypton Motorsport) ed entrambi fuori dalla gara, fatto che condizionerà in maniera decisiva la classifica di Michelin Cup.

Ancora di più la condizionerà però quello che accade subito dopo, quando Bashar Mardini sbatte contro le barriere nel tratto più veloce della pista romagnola, nel tratto del Curvone (non si è ancora capito bene se per un contatto oppure no). Il canadese di Tsunami RT, protagonista di un weekend sfortunatissimo, è ok, ma la 911 GT3 Cup è da rimuovere e soprattutto le barriere da ripristinare.

Bandiera rossa dopo 15 minuti di gara e tutti ai box. Possibilmente anche a placare un po' gli animi, oltre che la sete in una domenica "calda" in tutti i sensi. Macché. Ci sarà la somma tempi fra le due manche, si riparte dietro safety car con ancora 10 minuti + 1 giro da percorrere, ma in pista è lotta continua.

Davanti Quaresmini non ha problemi a scappare, dietro di lui è battaglia vera con Iaquinta che riesce a piazzarsi secondo e tirarsi un po' fuori dall'infuocato finale, quando Cerqui tocca Monaco e Fumanelli agguanta un podio inspèerato proprio all'ultimo giro. Monaco è out, Cerqui è solo 11esimo, mentre Emil Skaras (molto competitivo e in battaglia anche lui con i migliori al volante della 911 T3 Cup di Ombra Racing) e Festante (in grande rimonta) concludono quarto e quinto sotto al podio. Sesto è Nicola Baldan (Dinamic Motorsport), anche lui in rimonta dopo il ritiro di sabato sera, davanti a Moretti, settimo al traguardo e di nuovo a punti al primo weekend nel monomarca di Porsche Italia.

Ottima la gara anche di Giovanni Altoè, ottavo e pure lui di nuovo a punti per Raptorn Motorsport. Completano una top-10 pazzesca Risto Vukov, che con GDL Racing torna in zona punti, e Piero Randazzo. Il gentleman driver di AB Racing ha così colto la sua prima vittoria in Michelin Cup, oltre che il punto "Pro" del decimo posto.

Il podio dei gentleman driver è completato da Marco Galassi (Team Malucelli) e Diego Locanto (SVC) nell'ordine, mentre in SIlver Cup fanno festa Carlo Scarpellini (Tsunami RT), che resiste a Stefano Bianconi (Ghinzani Arco Motorsport), che a sua volta non forza il sorpasso, e Max Donzelli (GDL Racing), che dal caos in partenza con Scannicchio passa al terzo gradino del podio delle 991 GT3 Cup gen.I.

La classifica di gara 2 è comunque ancora provvisoria perché sono diversi gli under investigation sotto la lente dei ocmmisari sportivi. Unica certezza, a parte la leadership di QUaresmini, è che il prossimo round della Porsche Carrera Cup Italia dà appuntamento sul circuito di Imola il 28-30 agosto.

Carrera Cup Italia, Misano: ora Quaresmini prova la fuga

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Misano: ora Quaresmini prova la fuga

Articolo successivo

Carrera Cup Italia, clamoroso a Misano: Quaresmini penalizzato e gara 2 a Iaquinta!

Carrera Cup Italia, clamoroso a Misano: Quaresmini penalizzato e gara 2 a Iaquinta!
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Carrera Cup Italia
Evento Misano
Sotto-evento Gara 2
Location Misano Adriatico
Autore Gianluca Marchese