WSBK
11 ott
-
13 ott
Evento concluso
24 ott
-
26 ott
Evento concluso
WRC
24 ott
-
27 ott
Evento concluso
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
WEC
08 nov
-
10 nov
Evento concluso
MotoGP
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
Moto3
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
Moto2
01 nov
-
03 nov
Evento concluso
15 nov
-
17 nov
Evento concluso
IndyCar
20 set
-
22 set
Evento concluso
Formula E
G
Ad Diriyah ePrix
22 nov
-
23 nov
Prossimo evento tra
2 giorni
G
Santiago ePrix
17 gen
-
18 gen
Prossimo evento tra
58 giorni
FIA F3
26 set
-
29 set
Evento concluso
FIA F2
26 set
-
29 set
Evento concluso
G
Abu Dhabi
28 nov
-
01 dic
Prossimo evento tra
8 giorni
Formula 1
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
ELMS
20 set
-
22 set
Evento concluso
25 ott
-
27 ott
Evento concluso
WTCR
14 nov
-
17 nov
Evento concluso
13 dic
-
15 dic
Prossimo evento tra
23 giorni

Carrera Cup Italia, Iaquinta re nel "campionato più bello" sogna anche la Supercup

condividi
commenti
Carrera Cup Italia, Iaquinta re nel "campionato più bello" sogna anche la Supercup
Di:
20 ott 2019, 19:01

Il campione 2019 a caldo dopo la finalissima di Monza che l'ha incoronato per la prima volta nel monomarca di Porsche Italia: "Volevo dimostrare di essere il più forte in pista, qui il livello dei piloti è superlativo! Un esperienza all'estero? Ben venga"

Il Campione 2019 Simone Iaquinta, Ghinzani Arco Motorsport
Simone Iaquinta, Ghinzani Arco Motorsport
Simone Iaquinta, Ghinzani Arco Motorsport
Simone Iaquinta, Ghinzani Arco Motorsport e Jaden Conwright, Dinamic Motorsport
Il Campione 2019 Simone Iaquinta, Ghinzani Arco Motorsport
L'arrivo al fotofinish di Gianmarco Quaresmini, Tsunami RT, Lodovico Laurini, Dinamic Motorsport e Diego Bertonelli, Q8 Hi Perform
Lodovico Laurini, Dinamic Motorsport
Diego Bertonelli, Q8 Hi Perform
Diego Bertonelli, Q8 Hi Perform, Lodovico Laurini, Dinamic Motorsport e Gianmarco Quaresmini, Tsunami RT, sul podio
Patrick Kujala, Bonaldi Motorsport
Podio Silver Cup
Partenza
Podio Michelin Cup
Simone Iaquinta, Ghinzani Arco Motorsport
Marco Cassarà, Ombra Racing
Alex De Giacomi, Tsunami RT
Danilo Santoro, sul podio

Simone Iaquinta, con burnout finale, è l'uomo della Carrera Cup Italia 2019. Il pilota di Ghinzani Arco Motorsport, nella stagione forse più "matura" da quando corre in auto, ha conquistato il titolo di campione all'ultima corsa di una serie tricolore combattutissima e per certi versi anche pazzesca. Dimostrando in pista anche di meritarselo. Nella conclusiva gara 2 di Monza non ha mollato alcun duello o pensato ad amministrare. E' andato all'attacco e solo nel finale ha un po' controllato. I giochi erano fatti.

Così, felice per il risultato raggiunto che comunque dovrà essere confermato dalla sentenza d'appello dopo il ricorso annunciato dal team a seguito della penalty che gli era stata inflitta in qualifica sabato, ha commentato a caldo il titolo appena vinto: "Ho voluto dimostrare che eravamo i più forti in pista e ho combattuto senza paura, come se non mi stessi giocando nulla. Alla fine mi sono divertito. Negli ultimi giri non ne avevo per stare con quelli che avevano le slick, ho lasciato strada e ho pensato solo a tenere dietro Kujala. A me interessava fare bene e vincere in pista, del sub judice se ne parlerà nelle sedi opportune".

Simone, ma qual è stata la gara dell'anno?

"Il Mugello. Ho vinto gara 1 e gara 2 e lì abbiamo svoltato. Da quel momento ho fatto più punti degli altri e sono arrivato in testa già a Vallelunga. Poi quella toccatina a Misano (gara 1, ndr) con Bertonelli ci stava, perché comunque lo rifarei perché la porta era aperta. Però sono stato sfortunato e ho forato. In quel momento sono tornato a scendere, ma ho avuto subito la forza di risalire, ancora una volta."

Proprio qui a Monza, a inizio stagione, hai perfino perso una gara per la mancanza di pochi litri di benzina nel serbatoio a traguardo tagliato. Non era iniziata benissimo...

"Quell'episodio l'ho voluto recuperare. Dico la verità: fino a Vallelunga in settembre ci ho pensato. Quando sono balzato al primo posto l'ho azzerata e mi sono detto: 'Ora ripartiamo da capo!'."

Che campionato è stato?

"Bellissimo, molto combattuto. E' il più bello in assoluto a mio parere e il livello dei piloti non è solo super, è superlativo!"

Il tuo futuro?

"Nel futuro io vedo Carrera Cup Italia! Spero di essere ancora qui e con il team Ghinzani, poi se ci sarà l'opportunità di fare qualche presenza nella Supercup... volentieri."

Quindi stai già allargando gli orizzonti?

"Rimaniamo con i piedi per terra resatando in Italia. Se avremo un'opportunità di correre anche all'estero ben venga."

Che pilota è Simone Iaquinta?

"Ho un carattere molto solare ma allo stesso tempo freddo. Riesco anche a intimorire i miei rivali. O a dargli la mano. Quindi posso gestirla come voglio. Se mi fanno arrabbiare so essere cattivo, altrimenti sono un buono!"

E fuori dalla pista?

"Lavoro. Domattina vado a lavorare come tutti gli altri!"

Di seguito la classifica di gara 2 di oggi a Monza, l'ultima del 2019, e quelle di campionato e categorie del monomarca tricolore.

La classifica di gara 2

1. Laurini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Firenze) 15 giri in 30'19”992 alla media di 171,9 km/h; 2. Bertonelli (Q8 Hi Perform) a 0”004; 3. Quaresmini (Tsunami RT – Centro Porsche Latina) a 0”025; 4. Fulgenzi (Tsunami RT – Centro Porsche Latina) a 2”708; 5. Cerqui (Dinamic Motorsport) a 4”098; 6. Iaquinta (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 5”126; 7. Kujala (Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo) a 5”382; 8. Monaco (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 13”475; 9. Sager (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Brescia) a 16”158; 10. Chevalier (Ab Racing – Centri Porsche di Roma) a 17”834; 11. Festante (Ombra Racing – Centro Porsche Padova) a 28”293; 12. Grosso (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 30”967; 13. Lazarevic (Duell Race – Centro Porsche Bolzano) a 44”307; 14. De Giacomi (Tsunami RT – Centro Porsche Padova) a 49”775; 15. De Luca (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 54”125; 16. Pastorelli (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) a 56”834; 17. Cassarà (Ombra Racing – Centro Porsche Torino) a 1'11”688; 18. Mardini (GDL Racing – Centro Porsche Verona) a 1'17”400; 19. Malucelli (Team Malucelli – Centro Porsche Mantova) a 1'19”134; 20. Mendez (Dinamic Motorsport) a 1'26”570; 21. Fadel (Dinamic Motorsport) a 1 giro; 22. Santoro (Team Malucelli – Centro Porsche Mantova) a 1 gir0; 23. Conwright (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) a 3 giri

Giro più veloce: il 15° di Festante in 1'55”006 alla media di 181,3 km/h.

Classifiche

Assoluta: 1. Iaquinta p.140,5; 2. Bertonelli e Kujala 133; 4. Conwright 121; 5. Fulgenzi 112.

Michelin Cup: 1. Cassarà p.98; 2. De Giacomi 80,5; 3. Mardini 76; 4.Pastorelli 57; 5. Reggiani 42,5.

Silver Cup: 1. Reggiani p.74; 2. Galassi 55; 3. Mercatali 35,5; 4. Parisini 14; 5. Malucelli 11.

Team: 1. Dinamic Motorsport p.187; 2. Ghinzani Arco Motorsport 139,5; 3. Bonaldi Motorsport 126; 4. Tsunami RT 120; 5. Ombra Racing 82.

Articolo successivo
Carrera Cup Italia, Monza: a Bertonelli la nomination per l'international Shoot Out

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Monza: a Bertonelli la nomination per l'international Shoot Out

Articolo successivo

Carrera Cup Italia, anche Dinamic Motorsport in festa a Monza

Carrera Cup Italia, anche Dinamic Motorsport in festa a Monza
Carica i commenti