Carrera Cup Italia, Cerqui leader: "Obiettivo centrato a Franciacorta"

Il pilota bresciano del Team Q8 Hi Perform "sopravvive" a un weekend durissimo e ritorna al comando con un solo appuntamento ancora da disputare: "Abbiamo avuto anche un pizzico di fortuna, ma nel complesso sono molto soddisfatto. Arrivare a Monza da capoclassifica sarà entusiasmante"

Carrera Cup Italia, Cerqui leader: "Obiettivo centrato a Franciacorta"

Un weekend rocambolesco e pieno di colpi di scena ha contraddistinto l'impegno di Alberto Cerqui sul circuito di Franciacorta, penultimo round della Porsche Carrera Cup Italia. Grazie a una prestazione di esperienza nel corso dell'evento disputato contestualmente al Porsche Festival 2021, il pilota bresciano del Team Q8 Hi Perform ha chiuso l'impegno issandosi in testa alla classifica piloti grazie a un quarto e un sesto posto.

Il risultato ottenuto da Cerqui è da condividere con tutto il team dato che venerdì, al termine della prima sessione di prove libere, i meccanici sono stati chiamati a del lavoro extra per risolvere un problema con un duomo e riconsegnare la vettura a Cerqui in tempo per le qualifiche, disputate nella serata. Nonostante l'impegnativo intervento, il pilota bresciano si è presentato puntuale alla sfida per la pole position, ha apportato qualche modifica al setup e ha mancato la prima fila per pochissimi millesimi, chiudendo al sesto posto con un miglior giro di 1'08.288.

In gara 1 Cerqui ha avuto un ottimo spunto che gli ha permesso di superare Amati nelle primissime fasi. Dopo lo stop di Quaresmini, il pilota del Team Q8 Hi Perform è salito al quarto posto ed ha poi ingaggiato una bella lotta con Iaquinta per la terza posizione decisasi proprio nelle ultime fasi di gara. Il confronto è stato molto appassionante e al termine ha visto Cerqui tagliare il traguardo ai piedi del podio per un soffio, un risultato che gli ha permesso di conquistare punti pesanti per il campionato.

Emozioni in gara 2: Cerqui è scattato dalla terza piazza e ha cercato di non prendere rischi nelle infuocate bagarre dei primi giri, consapevole che i diretti avversari partivano più indietro. Al secondo giro il pilota bresciano è stato abile a evitare Caglioni, intraversatosi in mezzo alla pista dopo un contatto. Il portacolori del Team Q8 Hi Perform ha scartato a sinistra ma non è riuscito ad evitare completamente l'impatto, danneggiando il paraurti anteriore e posteriore della Porsche 911 GT3 n.8.

Con caparbietà Cerqui ha comunque proseguito anche in quelle condizioni e grazie a questo atteggiamento di determinazione ha capitalizzato una gara non facile chiudendo al sesto posto e conquistando altri punti che gli hanno consentito il salto in testa alla classifica piloti dove ora, al netto degli scarti, comanda con 173 punti davanti a Giardelli (167) e Quaresmini (151).

"Non poteva esserci occasione migliore del weekend di casa sul tracciato di Franciacorta per conquistare la leadership - ha detto il driver bresciano -. Sapevo non sarebbe stato facile, ma al netto delle difficoltà che abbiamo avuto venerdì abbiamo ottenuto un risultato importante in ottica campionato. Come dichiarato alla vigilia era importante fare pochi errori e portare a casa quanti più punti possibili, quindi direi obiettivo raggiunto. Abbiamo avuto anche un pizzico di fortuna, ma nel complesso sono molto soddisfatto. Arrivare a Monza da capoclassifica sarà entusiasmante anche se cercherò di preparare il weekend decisivo come ho fatto per tutti gli altri, senza aggiungere pressione."

La Porsche Carrera Cup Italia disputerà il round conclusivo all'Autodromo Nazionale di Monza dal 29 al 31 ottobre.

condividi
commenti
Carrera Cup Italia, le bollicine di Franciacorta crocevia dei bresciani

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, le bollicine di Franciacorta crocevia dei bresciani

Articolo successivo

Carrera Cup Italia: Cassarà resta primo in Michelin Cup, ma ora vietato sbagliare

Carrera Cup Italia: Cassarà resta primo in Michelin Cup, ma ora vietato sbagliare
Carica i commenti