Carrera Cup Italia, Bonaldi Motorsport rilancia con Pellegrinelli nel 2018

Alla vigilia della seconda giornata di test collettivi in programma a Imola il 10 aprile ufficializzato l'accordo con il pilota bergamasco che difenderà di nuovo i colori del team dopo un 2017 sempre in crescendo

Carrera Cup Italia, Bonaldi Motorsport rilancia con Pellegrinelli nel 2018
Simone Pellegrinelli, Bonaldi Motorsport
La Porsche 911 GT3 Cup di Simone Pellegrinelli, Bonaldi Motorsport, in esposizione al Centro Porsche Bergamo
Simone Pellegrinelli, Bonaldi Motorsport
Simone Pellegrinelli, Bonaldi Motorsport
La Porsche 911 GT3 Cup di Simone Pellegrinelli, Bonaldi Motorsport, nel garage
Dettaglio dello specchietto della Porsche 911 GT3 Cup di Simone Pellegrinelli, Bonaldi Motorsport

Il Centro Porsche Bergamo ha "ospitato" in questi giorni una presenza d’eccezione: la Porsche 911 GT3 Cup di ultima generazione che Bonaldi Motorsport porterà in pista nella Carrera Cup Italia 2018. Oltre al modello, cambia la livrea, pur non discostandosi dai colori caratteristici della compagine bergamasca, ma resta il pilota. La squadra guidata da Marco Bielli, infatti, proprio alla vigilia della seconda giornata di test ufficiali in programma a Imola martedì 10 aprile ha ufficializzato la conferma di Simone Pellegrinelli.

Il driver bergamasco bissa dunque l'esperienza nel monomarca di Porsche Italia dopo un 2017 in crescendo, che l'ha visto vincere gara 2 al Mugello in ottobre e salire sul podio in ulteriori due occasioni. Con Pellegrinelli, che insieme ai clienti del Centro Porsche Bergamo si è cimentato nell’area simulatori appositamente allestita per valorizzare ancora di più la presenza della "sua" vettura da corsa, in casa Bonaldi Motorsport si punta dunque sulla continuità.

“Siamo molto contenti di avere con noi Pellegrinelli - commenta il team manager -, è un pilota con cui ci siamo trovati molto bene e col quale siamo convinti di poter fare ancora di più rispetto alla passata stagione. I recenti test ufficiali (i primi disputati a Misano il 28 marzo scorso, ndr) mi hanno confermato l’impressione che il livello complessivo del campionato si sia alzato, con più piloti in grado di fare buoni risultati; quindi sarà certamente più impegnativo anche per noi poter migliorare le performance dello scorso anno. Premesso questo, nel 2017 non abbiamo sfruttato del tutto il potenziale pilota/vettura: con l’esperienza acquisita lo scorso anno, speriamo di poter migliorare prestazioni e risultati”.

Queste invece le parole del pilota classe 1984: “La stagione scorsa è stata sicuramente positiva, la squadra si è dimostrata ben preparata e altamente professionale: presupposti essenziali per intraprendere nuovamente la sfida in Carrera Cup Italia. In più da Bonaldi Motorsport mi sento come a casa: c’è un affiatamento pressoché totale. L’obiettivo di quest’anno è quello di fare meglio della scorsa stagione, vincendo qualche gara in più in modo tale da poter migliorare il quinto posto nella classifica finale. I recenti test ufficiali ci hanno permesso di conoscere la nuova vettura, che si è rivelata da subito più performante, e di osservare tanti nuovi piloti: sarà un campionato eccitante e sono convinto che ci toglieremo grandi soddisfazioni”.

condividi
commenti
Carrera Cup Italia, "buona la prima" per De Luca e il team Malucelli nei test

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, "buona la prima" per De Luca e il team Malucelli nei test

Articolo successivo

Carrera Cup Italia, via ai test di Imola con 30 piloti su 22 auto

Carrera Cup Italia, via ai test di Imola con 30 piloti su 22 auto
Carica i commenti