WTCR
11 set
Evento concluso
G
Slovakia Ring
09 ott
Prossimo evento tra
8 giorni
WSBK
18 set
Evento concluso
G
Magny-Cours
02 ott
Prossimo evento tra
1 giorno
WRC
08 ott
Prossimo evento tra
7 giorni
WEC
12 nov
Prossimo evento tra
42 giorni
W Series
G
04 set
Canceled
G
Austin
23 ott
Canceled
MotoGP
09 ott
Prossimo evento tra
8 giorni
Moto3
25 set
Evento concluso
09 ott
Prossimo evento tra
8 giorni
Moto2
25 set
Evento concluso
09 ott
Prossimo evento tra
8 giorni
IndyCar
G
Laguna Seca
18 set
Canceled
Formula E FIA F3
11 set
Evento concluso
G
Sochi
25 set
Canceled
FIA F2
25 set
Canceled
G
Abu Dhabi
27 nov
Canceled
Formula 1
G
GP dell'Eifel
09 ott
Prossimo evento tra
8 giorni
ELMS
28 ago
Evento concluso
G
Monza
09 ott
Prossimo evento tra
8 giorni
DTM
G
Zolder
09 ott
Prossimo evento tra
8 giorni
GT World Challenge Europe Sprint
09 ott
Prossimo evento tra
8 giorni
GT World Challenge Europe Endurance

Carrera Cup Italia: a Misano podio confermato, classifica quasi

condividi
commenti
Carrera Cup Italia: a Misano podio confermato, classifica quasi
Di:

Iaquinta resta terzo e Moretti in pole position per gara 2 che alle 12.50 in diretta tv su Sky Sport Arena e su Cielo concluderà un weekend finora dominato da Quaresmini.

Azione in pista
Gianmarco Quaresmini, Tsunami RT
Alberto Cerqui, AB Racing
Marzio Moretti, Bonaldi Motorsport
Leonardo Caglioni, Ombra Racing
Simone Iaquinta, Ghinzani Arco Motorsport
Risto Vukov, GDL Racing
Davide Scanicchio, Ghinzani Arco Motorsport
Aldo Festante, Ombra Racing
Stefano Monaco, Dinamic Motorsport
Giovanni Altoè, Raptor Egineering

Perfino i cronometristi, in pratica, se ne erano già andati ieri sera quando dai commissari sportivi sono arrivate le attese decisioni post gara 1 della Porsche Carrera Cup Italia a Misano, vinta da uno scatenato Gianmarco Quaresmini, finora dominatore del secondo round, davanti a Stefano Monaco.

C'era fibrillazione soprattutto riguardo alla conferma o no del terzo gradino del podio conquistato da SImone Iaquinta. Il campione in carica aveva effettivamente "tagliato" in partenza nel complex delle prime curve ma dopo aver a lungo visionato le immagini i commissari sportivi hanno deciso di lasciare tutto come visto al traguardo, visto che nell'azione sono coinvolti anche altri piloti arrivati vicini a quel punto, in particolare è stato appurato che c'è stata una toccata nel duello con Alberto Cerqui, poi quarto al traguardo.

Confermata dunque anche la classifica attuale di campionato, con Quaresmini che guadagna punti preziosi proprio sui due duellanti della prima curva, che cercavano di approfittare il più possibile della non perfetta partenza di David Fumanelli, che scattava davanti a loro.

L'unica, "pratica" penalty decisa per gara 1 è di fatto quella comminata a Davide Scannicchio per il non rispetto delle procedure relative all'ingresso della safety car. Ma per il gentleman driver di Ghinzani Arco Motorsport, che ha concluso doppiato, non cambia molto né nella classifica di gara 1 né sulla griglia di gara 2: con la penalty di 25 secondi, da 17esimo è infatti retrocesso soltanto 18esimo, perdendo una sola posizione (era già fuori dalla zona punti Michelin Cup).

Un'ammonizione con ammenda è invece stata decisa per Aldo Festante. Il driver classe 2000 di Ombra Racing è stato ritenuto colpevole del contatto che ha messo fuori gioco sia lui sia Risto Vukov alla Quercia, coinvolgendo anche Bashar Mardini (finito due volte doppiato).

Con la classifica di gara 1 invariata nelle prime posizioni, resta invariata anche la griglia di gara 2: alle 12.50 in diretta tv su Sky Sport Arena e Cielo e in live streaming su www.carreracupitalia.it saranno il "deb" assoluto Marzio Moretti e Fumanelli a scattare dalla prima fila, con Cerqui, Iaquinta, Monaco e Quaresmini in sequena alle loro spalle.

Questa la classifica definitiva di gara 1:

1. Quaresmini (Tsunami RT – Centro Porsche Brescia) 17 giri in 31'14”159 alla media di 137,99 km/h; 2. Monaco (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena) a 0”591; 3. Iaquinta (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 1”353; 4. Cerqui (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 1”512; 5. Fumanelli (Q8 Hi Perform) a 2”456; 6. Moretti (Bonaldi Motorsport – Centro Porsche Bergamo) a 3”172; 7. Altoè (Raptor Engineering – Centro Porsche Catania) a 4”346; 8. Skaras (Ombra Racing – Centro Porsche Torino) a 4”984; 9. Caglioni (Ombra Racing – Centro Porsche Padova) a 13”243; 10. Pastorelli (Krypton Motorsport) a 13”574; 11. Randazzo (AB Racing – Centri Porsche di Roma) a 13”980; 12. Galassi (Team Malucelli) a 14”666; 13. Locanto (SVC – Centro Porsche Firenze) a 16”223; 14. Biolghini (Tsunami RT) a 16”908; 15. Mercurio (Ghinzani Arco Motorsport) a 17”639; 16. Montagnese (GDL Racing) a 18”838; 17. Parisini (Team Malucelli) a 1 giro; 18. Scannicchio (Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano) a 1 giro; 19. Mardini (Tsunami RT – Centro Porsche Verona) a 2 giri; 20. Laurini (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Mantova) a 4 giri; 21 Baldan (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Bologna) a 6 giri.

Giro più veloce: il 2° di Quaresmini in 1'36”023 alla media di 158,437 km/h.

Carrera Cup Italia, Quaresmini "illumina" la notturna di Misano

Articolo precedente

Carrera Cup Italia, Quaresmini "illumina" la notturna di Misano

Articolo successivo

Carrera Cup Italia, Misano: ora Quaresmini prova la fuga

Carrera Cup Italia, Misano: ora Quaresmini prova la fuga
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie Carrera Cup Italia
Evento Misano
Location Misano Adriatico
Autore Gianluca Marchese