L'A1 Gp resta un campionato fantasma

L'A1 Gp resta un campionato fantasma

Avventurieri inglesi e gruppi finanziari medio-orientali sono stati dal curato fallimentare

Voci inglesi scommettono sul rilancio del campionato A1 Gp, mentre i segnali concreti non sembrano così positivi. Diversi avventurieri e imprenditori senza scrupoli si sono presentati dal curatore fallimentare per cercare di rilevare l'attività. In realtà sembra che sotto sotto ci sia ancora Tony Teixeira, il promotore e ideatore della serie, che spera di trovare il finanziamento necessario a ripartire perché insieme alla Ferrari che ha fornito i motori e la meccanica è quello che più ci ha rimesso nel fallimento della serie internazionale per nazioni. Un gruppo kuwaitiano si era fatto avanti per rilevare l'intero materiale, ma si è sciolto come neve al sole non appena i manager hanno capito che ormai le monoposto Lola andrebbero aggiornate per rispettare i canoni di sicurezza. Ad altri era venuta la voglia di contattare la Ferrari per ottenerne il supporto a creare una serie di eventi non competitivi nei quali i padroni delle vetture potevano girare in piena sicurezza, scimmiottando nel mondo delle monoposto il programma FXX che la Casa del Cavallino sa invece gestire alla perfezione.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati ALTRE MONOPOSTO
Articolo di tipo Ultime notizie