F2000 Light: test positivo per Clerici a Franciacorta

F2000 Light: test positivo per Clerici a Franciacorta

Ha familiarizzato piuttosto rapidamente con la monoposto gestita dalla AP Motorsport

Giornata di prove per il Team AP Motorsport e altre squadre impegnate sul Circuito Daniel Bonara a Franciacorta. Al debutto in pista Massimiliano Clerici, per la prima volta alla guida della FR2000. Il lavoro svolto è stato dedicato quasi esclusivamente all'acquisizione dei dati utili per il proseguo di Massimiliano in questa categoria, nonché alla conoscenza della vettura. Massimiliano ha completato in totale 41 giri, il più veloce nel tempo di 1'11"134 durante il secondo stint, al dodicesimo giro con un treno di gomme slick usato. Se si tiene conto delle poca confidenza con la vettura e delle condizioni atmosferiche avverse vicine allo zero termico, i tempi sul giro sono stati eccezionalmente di rilievo e ben oltre le aspettative. "Mi sento molto soddisfatto di questa giornata: ho trovato subito un buon feeling con la vettura che non è senz’altro paragonabile alla Reggiani di Formula Junior, con la quale ho partecipato lo scorso anno alle competizioni nel campionato ex cadetti di Formula Monza. Grazie alla mia sensibilità e ai consigli di Andrea, ritengo di aver avuto un approccio attivo andando a percepire sin dai primi chilometri le sue grandi capacità prestazionali. L’abitacolo meno sacrificato mi ha senz’altro aiutato, anche se non ho trovato un giusto compromesso con i punti di ancoraggio, vuoi anche per il sedile adattato all’ultimo momento: le capacità aerodinamiche, le accelerazioni laterali e longitudinali sono molto simili a quelle di vetture con molti più cavalli quali ad esempio le Formula 1 e con l’analisi della telemetria in alcuni punti del circuito ho potuto constatare che riuscivo a sfiorare i 2g" ha detto Clerici. "Sicuramente con un assessment migliore e qualche sessione in più avrei potuto tentare l’avvicinamento al record della pista. Ma per ora va bene così. Reputo che pilotare queste vetture debba essere uno stimolo a scendere con gradualità e regolarità giro dopo giro per poi fare il tempo, piuttosto che voler ottenere a tutti i costi il risultato. Aiutato dalla conoscenza della pista, il mio obiettivo era quello di completare più giri possibile; il test serviva per comprendere i margini delle mie performance e alla non meno utile conoscenza del set-up della vettura. Nei prossimi giorni farò delle valutazioni oggettive con Andrea (Team Principal di AP), cosa che non siamo riusciti a fare oggi per mancanza di tempo. Ringrazio tutto il Team per la forte disponibilità e per l’ineccepibile professionalità oltre ai miei sponsor, in particolare Ngc Pharma e Performance Five Italia" ha aggiunto.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati ALTRE MONOPOSTO
Articolo di tipo Ultime notizie