Vergogna alla NASCAR, grave caso di razzismo nei confronti di Bubba Wallace

Grave caso di razzismo alla NASCAR. L'afroamericano Darrell Bubba Wallace ha trovato un cappio nel proprio box il giorno della gara.

Vergogna alla NASCAR, grave caso di razzismo nei confronti di Bubba Wallace
Daniel Suarez, Joe Gibbs Racing, Toyota Camry ARRIS, Darrell Wallace Jr., Richard Petty Motorsports, Chevrolet Camaro Pioneer Records Management
Ty Dillon, Germain Racing, Chevrolet Camaro GEICO, Darrell Wallace Jr., Richard Petty Motorsports, Chevrolet Camaro Transportation Impact
Darrell Wallace Jr., Richard Petty Motorsports, Chevrolet Camaro NASCAR Racing Experience
Darrell Wallace Jr., Richard Petty Motorsports, Chevrolet Camaro U.S. Air Force
Darrell Wallace Jr., Richard Petty Motorsports, Chevrolet Camaro U.S. Air Force
Darrell Wallace Jr., Richard Petty Motorsports, Chevrolet Camaro U.S. Air Force and #1: Jamie McMurray, Chip Ganassi Racing, Chevrolet Camaro Cessna

Dopo la morte di George Floyd, molti tumulti si sono sviluppati in tutto il mondo contro razzismo. Tanti personaggi in vista dello sport e dello spettacolo hanno voluto dire la propria sull'argomento dando maggiore forza a quelli che da sempre combattono contro il razzismo. Notevole ad esempio l'impegno di Lewis Hamilton, che ha deciso di metterci la faccia in questa battaglia.

Anche la NASCAR non è voluta essere da meno. Gli organizzatori, infatti, hanno deciso di dare un segnale netto e preciso: no al razzismo. È stato deciso di impedire l'esposizione delle bandiere confederate, visto che alcune richiamavano alla storia schiavista di alcuni stati e inoltre è stato dato il pieno supporto a questi movimenti che con la propria voce stanno cercando di curare questo cancro che da sempre avvelena la nostra società.

Darrell Wallace Jr., Richard Petty Motorsports, Chevrolet Camaro NASCAR Racing Experience
Darrell Wallace Jr., Richard Petty Motorsports, Chevrolet Camaro NASCAR Racing Experience
1/1

Foto di: Nigel Kinrade / Motorsport Images

Purtroppo però, nonostante il tema possa sembrare assolutamente condivisibile, non è stato sposato da tutti, tanto che sulla NASCAR sono piovute anche diverse polemiche a causa di questa scelta. Ora però sulla categoria si è abbattuto davvero un grave acquazzone.

 

Darrell "Bubba" Wallace, unico pilota afroamericano della NASCAR, si è ritrovato il giorno della gara un cappio appeso nel proprio box il giorno della gara al Talladega Superspeedway in Alabama. Gli organizzatori hanno subito avviato un'inchiesta con la quale si spera di riuscire ad individuare il colpevole di questo grave atto di razzismo. Intanto il pilota oggetto dell'offesa ha deciso di dire la sua attraverso i social.

 
condividi
commenti
Via libera dai medici a Newman: potrà tornare a correre in NASCAR
Articolo precedente

Via libera dai medici a Newman: potrà tornare a correre in NASCAR

Articolo successivo

Andretti: "Razzismo? Hamilton crea un problema che non esiste"

Andretti: "Razzismo? Hamilton crea un problema che non esiste"
Carica i commenti