NASCAR Whelen: Amaduzzi racconta il suo esordio

NASCAR Whelen: Amaduzzi racconta il suo esordio

Il pilota italiano si è piazzato 16esimo all'Hickory Speedway

Dopo tanta attesa, questo fine settimana Davide Amaduzzi ha finalmente fatto il suo esordio nella NASCAR Whelen All American Series all'Hickory Speedway. Il pilota italiano si è piazzato 16esimo, non male per un neofita delle stock car. Ecco il suo racconto di questa prima esperienza: Sapevo sarebbe stata dura. Me la aspettavo così. Ne più ne meno. Ed alla fine chiudo 16° con la macchina senza un graffio. E vi assicuro che non è poco in queste gare. Finalmente ho capito sulla mia pelle cosa vuol dire correre qui in America, negli ovali, con una Stock cars... Devastante a livello tensione nervosa ma eccitante come credo poche discipline sportive possano essere...E tutto un altra galassia rispetto al motorsport nostrano. Riprendendo le parole del manager di Fittipaldi, Piquet jr e Carlos Iaconelli (che era in pista ma che decisamente ha goduto meno di me sbattendo in qualifica in maniera dura ed irreparabile per l'auto), la Nascar sta all'automobilismo come il tennis al ping pong. Entrambi si giocano con una pallina...ma c'è una differenza abissale... Sono entrambi due sport che si corrono "utilizzando" un auto da corsa...ecco l'unico punto di contatto. Essere qui per me è cominciare da zero. E' come se un calciatore un giorno si svegliasse volendo giocare a basket...serve tempo per essere al top. Ed a me servirà tempo, test e miglia fitte per togliere quel gap che ho dal top . Gap di...5 decimi! Si perchè in qualifica mi sono beccato "solo" 5 decimi( scarsi) ed ero 18°...L'ultimo (25° per la cronaca) era a due decimi da me....Ma è qui il delirio...Tutti attaccati ma fondamentale stare davanti. Ed io pago l inesperienza contro piloti che corrono da sempre qui e solo qui. E vi assicuro è dura vedersi in fondo. Capire che sei un debuttante nel vero senso della parola. Che davvero quello fatto per 30 anni, qui non mi serve a nulla. Ricomincio dall 'inizio. Una sfida immensa. Molto più grande di quello che sembra. Molto di più di quello che pensassi all'inizio dei miei test. Forse è stata già una follia debuttare in questo campionato dopo soli due test. Ma era fondamentale capire dov ero. Dove dover lavorare maggiormente e sopratutto come. Quindi alla fine un 16° posto in mezzo a questi scalmanati delle Stock cars non è da buttare via....Ma un passo indietro... Arrivo alla mattina...sono mesi che attendo queesto momento...e...piove!!!! DAMN!!! Qui se piove non si corre....no please!!!... Ma ecco che smette..incrociamo tutto quello che c'è da incrociare....dai che forse ce la facciamo... Stamattina sono carico. Mi sento bene. Ieri nel test ho finito la gioranta alla grande. Oggi ripartiamo da li...Ed invece col cavolo...Entro nelle libere 1 con tutto il gruppo di pazzi e non ci capisco nulla! Un disastro! nel traffico mi perdo,non riesco a fare un solo giro sano! Mamma mia ! Mi fermo col morale sotto i tacchi...Ragazzo sveglia! Qui ok che devi fare esperienza ma ti stanno massacrando!...Mi metto da parte con Lee...che oltre a strigliarmi mi da diverse indicazioni su come agire nel traffico...Avere uno sopra ed uno sotto e dover entrare a cannone nel bancking non mi è riuscito proprio bene bene .... Salgo in macchina con una determinazione da paura....Stavolta col cavolo che faccio il pirla che molla...E via! inanello una buona sequenza di giri ed il passo torna decente...Ora però tocca montare le gomme nuove e fare le qulifiche...Che per inciso qui sono2 giri secchi! Ottimo per uno che si è buttato nella mischia con gente che da sempre fa questo ed io ho 200 giri appena...Ok vado.tanto se sono matto non è colpa mia ma della mamma :-)! Mi lancio e la gomma nuova fa paura. Mi rendo conto che non la sfrutto al 100% ,che potevo osare di più. Ma ormai un giro è andato.Il secondo faccio meglio. Alla fine prendo 480 millesimi dal primo. E sono 18°... L'esclamazione che mi è venuta non posso scriverla :-) Aspettiamo la gara..sempre col patema climatico ma il tempo sembra tenere... E qui la tensione sale ...Era una vita che non mi sentivo così teso prima di una gara. La tensione c'è sempre. Se non l hai non va bene. Non è normale. Non te ne frega nulla se non l'hai...Ma oggi è tanta...Penso quando mi sono sentito così...forse alla prima gara in kart in vita mia...quindi...30 anni fa!...Un pò troppa...ok ma ormai sono qui...E come diceva un famoso film" quando il gioco si fa duro...!....Beh ok ,intanto faccio un salto al WC ... :_)))) Sono in griglia e la tensione cala alla grande...Ok è una gara ...ne ho fatte tante...Start! Parto così così ma mantengo la mia posizione...e rimango li. Attaccanto al gruppo ma non riesco a passare ...Rimango 18° per 30 giri secchi ,poi arriva il primo botto e la prima bandiera gialla...Ok tiro una boccata di ossigeno...Mi sembra quasi che per i primi 30 giri sono rimasto in apnea...Ripartiamo,ma qui per 10 giri facciamo un giro ed una caution e così via...Auto e pezzi ovunque...io nn tocco nessuno ed evito i botti anche quando per 3 volte sono proprio di fronte a me...Mi viene da pensare che prima della fine una mina la prendo anche io...Riparto e questa volta affianco una vettura ...Percorriamo 7 giri interi fianco a fianco! Bestiale! Quella sensazione che in una gara "normale" provi per quell istante del sorpasso, o del contatto o della vicinanza estrema, qui la provo per 7 giri di fila senza sosta! Io nemmeno lo vedo! Lo spotter (la persona che ti parla per radio e ti dice se hai una macchina in alto o in basso se puoi chiudere o stare largo ,che ti dice che c'è una caution prima che il mucchio si infittisca della tua auto in un istante...) mi dice dov è ma io chiuso in un abitacolo che sembra una navicella spaziale, vedo solo davanti! Ma lo sento...ogni tanto scorgo il suo muso verde...è li appoggiato al mio fianco e non molla! ma nemmeno io! il duello èstoppato a due giri dalla fine dalla ennesima caution, allo start rimango li accodato al gruppo e proprio sotto la bandiera a scacchi un altro botto e gara finita...Un far west! Una quantità di adrenalina mostruosa per tutta la durata della gara! la sensazione di vedere i primi li...ci corri dietro...Ed alla fine sei "solo" 16°...ma nemmeno ci penso al risultato...Ho addosso ancora troppe emozioni...troppe sensazioni che sono nelle prossime ore, nei prossimi giorni, scoprirò una ad una. E solo allora capirò come è stata la gara. Non sono uno abituato ad arrivare dietro...E devo dire che essere soddisfatto di questo risultato mi sarà difficile...devo ancora diventare americano vero ed essere contento per tutto...Ma dire che sono deluso no. Assolutamente. So che la strada sarà lunghissima per raggiungere il successo. Ma bisognava cominciare. E questo,appunto, è solo l'inizio...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati NASCAR Cup
Articolo di tipo Ultime notizie