Ryan Newman piega Jimmie Johnson ad Indianapolis

Ryan Newman piega Jimmie Johnson ad Indianapolis

La Brickyard 400 ha vissuto sul bel duello tra i due piloti scattati in prima fila

Al termine di un bellissimo duello durata praticamente per tutte le 400 miglia in programma, Ryan Newman si è imposto nella gara di Indianapolis della NASCAR Sprint Cup, negando a Jimmie Johnson la possibilità di ottenere il record di cinque affermazioni sul catino dell'Indiana. Scattati dalla prima fila, i due sono stati costantemente i grandi protagonisti della corsa, arrivando anche a mettere oltre 10" tra loro ed il gruppetto degli inseguitori in alcune fasi. Per buona parte della distanza è stato Johnson a dettare il ritmo, ma una strategia incrociata nel finale ha favorito il poleman. Il portacolori della Stewart-Haas ha infatti montato prima quattro gomme nuove quando il resto del gruppo ne montava solamente due e poi, all'ultimo pit stop, ha fatto la mossa opposta, ritrovandosi al comando del gruppo con un margine di circa 7" nei confronti di Johnson. Il pluricampione, forte delle sue quattro gomme nuove, le ha provate davvero tutte per ricucire lo strappo, ma alla fine si è dovuto accontentare della piazza d'onore a 2"6, precedendo il suo compagno di squadra Kasey Kahne. Più staccato, ad oltre 15", Tony Stewart completa poi un bel poker per la Chevrolet, con Matt Kenseth che in quinta posizione è il primo tra i piloti Toyota. Da segnalare la bella rimonta di Dale Earnhardt Jr, risalito fino al sesto posto dopo essere stato doppiato, ma anche il nono posto di Juan Pablo Montoya. E' curioso anche notare che tutti i 43 piloti che hanno preso il via hanno visto la bandiera a scacchi, segno di una gara filata via in maniera davvero liscia.

NASCAR Sprint Cup - Indianapolis - Gara

NASCAR Sprint Cup - Classifica campionato

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati NASCAR Cup
Piloti Ryan Newman
Articolo di tipo Ultime notizie