Brad Keselowski firma la prima pole della nuova era

Brad Keselowski firma la prima pole della nuova era

Prima fila tutta Penske per il secondo round stagionale di Phoenix con Logano secondo

Ieri la NASCAR ha inaugurato il suo nuovo sistema di qualifica ed il primo a festeggiare la pole della nuova era è stato l'ex campione Brad Keselowski. Il portacolori della Penske è stato il più bravo a voltare pagina ed a dimenticare il giro secco in solitaria per adattarsi al regolamento in stile Formula 1, che a Phoenix ha imposto una turno di 30 minuti aperto a tutti, con il passaggio dei primi 12 alla Q2 che metteva in palio la pole. Il duo della Penske composto proprio da Keselowski e da Joey Logano ha gestito al meglio la situazione, monopolizzando le prime posizioni sia nella Q1 che nella Q2, con l'ex campione che ha realizzato un crono di 25"850, precedendo di soli 22 millesimi la Ford del compagno di squadra. Buono anche il terzo tempo di Jamie McMurray, primo tra i piloti al volante delle Chevrolet con la sua vettura della Ganassi Racing, precedendo il duo della Hendrick Motorsports composto dal campione in carica Jimmie Johnson e dal vincitore della Daytona 500, Dale Earnhardt Jr. Più in difficoltà invece le Toyota: la prima delle vetture giapponesi è quella di Kyle Busch in ottava piazza, alle spalle anche di Greg Biffle e di Kyle Larson. Eliminati in Q1 anche molti big: il primo dei beffati è Kevin Harvick, 13esima, ma è in buona compagnia, con nomi come Jeff Gordon (17esimo), Matt Kenseth (19esimo), Tony Stewart (20esimo) e Carl Edwards (23esimo).

NASCAR Sprint Cup - Phoenix - Qualifiche

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati NASCAR Cup
Piloti Brad Keselowski
Articolo di tipo Ultime notizie