Dodge lascia la NASCAR a fine anno!

Dodge lascia la NASCAR a fine anno!

Le speculazioni erano già partite quando si è vista l'assenza ai test per il 2013

La Dodge ha annunciato che lascerà la NASCAR a fine stagione 2012, concludendo una presenza durata 12 anni che ha fino ad ora prodotto 55 vittorie con 11 differenti piloti nella Sprint Cup Series. Il marchio americano non supporterà nessun programma in NASCAR nel 2013, ma Ralph Gilles, Presidente ed Amministratore Delegato della SRT (Street and Racing Technology), non esclude un ritorno futuro. Le voci di un abbandono si rincorrevano già da prima dell'arrivo delle vetture all'ultima gara corsa finora, quella di Pocono. Questo perché erano già circolati gli elenchi dei partecipanti ai test di Martinsville per provare le vetture in chiave 2013 e spiccava l'assenza di vetture Dodge. Inoltre la decisione della Penske Racing di abbandonare Dodge per tornare in Ford, a partire dalla prossima stagione, era un altro fattore importante che alimentava la speculazione. L'annuncio subito prima di presentare la Dodge Charger 2013 a Las Vegas ha colto infatti la casa di sorpresa. "Sto ancora leccandomi le ferite e cercando di capire che è successo, al momento" le parole di Gilles dopo l'annuncio di Penske dell'abbandono a Dodge. La Penske ha poi continuato lo sviluppo della Charger per il prossimo anno, anche se la partecipazione della casa dopo il 2012 non era garantita. Tutti i top team della Sprint Cup sono sotto contratto con le altre case e le squadre che si sono offerte a Dodge, nello specifico Furniture Row e Richard Petty Motorsports, non hanno al momento piloti di provato valore da offrire. "Eravamo molto ben sistemati con Penske, visto che avevamo sia uno sviluppatore per il telaio che per il motore che una squadra di alto livello con cui collaborare" ha spiegato stanotte Gilles. "Quando questo è cambiato, è cambiata drasticamente anche tutta l'equazione. Non è così facile come si può pensare strutturare una squadra al livello a cui siamo abituati e per il livello a cui noi vogliamo rimanere. Non per svalutare le persone che sono venute a parlare con noi, ma alla fine è qualcosa di grosso da mettere assieme e far funzionare." Gilles ha specificato chiaramente che la scelta di lasciare non dipende da ragioni economiche di dove riallocare il budget NASCAR in qualcos'altro: "È molto più per la faccenda di andare a correre al livello e con la qualità a cui siamo abituati, non necessariamente gestione del budget." Non è il primo addio di Chrysle alla NASCAR: nonostante infatti un fantastico periodo con Richard Petty, in cui fu vinto anche il titolo costruttori nel 1970 e 1975, la Dodge si ritirò nel 1977 per rientrare solamente nel 2001, quando le squadre di Ray Evernham e Chip Ganassi riportarono le Dodge in pista. "Dodge è stata un grande partner della NASCAR per tanti anni, ed ha fatto parte di tanti grandissimi momenti della nostra storia," ha dichiarato il Presidente ed Amministratore delegato della NASCAR Brian France. "Hanno preso una decisione finanziari nel non ritornare per il 2013, come avevano fatto nel 1977 per poi rientrare nel 2001. Noi auguriamo loro tutto il bene e speriamo che nuovamente sceglieranno di di rientrare nella NASCAR successivamente." La decisione di Dodge arriva dopo tutta una serie di successi recenti. I suoi piloti hanno vinto 44 gare dal 2002, e il pilota di Penske Brad Keselowski (nella foto) ha vinto il titolo della Nationwide del 2010. In più Keselowski è al momento con tre vittorie uno dei più vincenti della stagione 2012 della Sprint Cup e molto probabilmente entrerà nella Chase for the Sprint Cup. Non è insomma impossibile che Keselowski possa vincere il titolo nell'ultima stagione di Dodge nella serie.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati NASCAR Cup
Articolo di tipo Ultime notizie