Ovali NASCAR più sicuri dopo l'incidente di Busch

Ovali NASCAR più sicuri dopo l'incidente di Busch

Gli impianti di Texas, Bristol e Michigan sono stati resi più sicuri attraverso ulteriori protezioni per i piloti

L'incidente che ha momentaneamente interrotto la stagione di Kyle Busch, occorso a febbraio sull'ovale di Daytona, ha avuto ripercussioni di un certo livello sulla sicurezza degli impianti su cui la NASCAR correrà in questo 2015.

Busch ha subito un brutto infortunio - la frattura di una gamba - ma i vertici della categoria molto popolare negli Stati Uniti hanno preso spunto dalla disavventura del pilota a stelle e strisce e ha deciso di apportare consistenti modifiche agli ovali, così da cercare di diminuire sensibilmente il rischio che questo tipo di sinistri possano riproporsi in futuro. 

Tre ovali inseriti nel calendario NASCAR Sprint Series sono stati oggetto di revisione nel corso di queste settimane e sono stati resi più sicuri, grazie all'introduzione di nuove protezioni (chiamate SAFER) che eviteranno ai piloti i contatti con il muro in alcune zone critiche dei tracciati. Texas, Michigan e Bristol sono stati i primi a essere interessati a questo genere di modifiche. 

Il Texas Motor Speedway ospiterà il prossimo appuntamento del campionato NASCAR Sprint Series e ha completato il progetto di installazione di 250 metri di barriere di gomme apposti davanti ai muretti che delimitano la sede stradale. Coinvolta anche la parete interna in uscita dalla pit lane, ovvero nel punto dove a Daytona avvenne l'incidente dello sfortunato Busch.

Jerry Caldwell, vice presidente esecutivo e general manager del Bristol Motor Speedway, ha spiegato i cambiamenti all'impianto che gestisce: "Siamo stati in grado di garantire ulteriori 600 metri di barriere SAFER e completeremo la messa in sicurezza prima del fine settimana che ospiterà la Food City 500 del 18-19 aprile".

In Michigan saranno prese ulteriori misure di sicurezza da applicare pochi giorni prima del fine settimana che vedrà impegnata la NASCAR, previsto per giugno. Le barriere saranno apposte all'ingresso e in uscita dalla pit lane, ma anche nella parete interna della curva 1. 

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati NASCAR Cup
Piloti Kyle Busch
Articolo di tipo Ultime notizie