Carambola di dodici vetture nei test di Daytona

Earnhardt Jr tocca Marcos Ambrose e nel gruppo si scatena il caos. Molte squadre sono tornate a casa

Ieri la seconda giornata di test NASCAR a Daytona in preparazione della Sprint Cup è stata interrotta da una carambola multipla che ha coinvolto ben dodici vetture che erano impegnate in gruppo come potete vedere dal filmato che abbiamo tratto da Speed TV. Lo spettacolare crash è stato innescato da un contatto fra Dale Earnhardt Jr e Marcos Ambrose. La Ford del team di Richard Petty guidata da Ambrose è finita in testacoda, scatenando un incidente a catena che ha coinvolto anche il campione della specialità in carica, Brad Keselowski. Nessun pilota ha riportato danni fisici nell’incidente, ma la mancanza di pezzi di ricambio ha consigliato diverse squadre ad interrompere i lavori, preferendo tornare a casa per preparare le vetture in vista dei test della prossima settimana previsti a Charlotte: team come Penske, Michael Waltrip Racing e Petty hanno deciso di lasciare il campo, mentre Roush Fenway, Richard Childress e Stewart-Haas Racing continueranno a girare a Daytona anche oggi. Ambrose non ha avuto da recriminare contro Earnhardt jr, mettendo anzi in rilievo il fatto che le nuove regole delle vetture Stock Car 2013 renderanno più facile gli incidenti nei frequenti contatti: “Sono appena stato toccato sul bordo del paraurti e sono finito in testacoda – ammette Marcos – Dale mi ha solo sfiorato eppure abbiamo fatto un danno enorme che ha coinvolto dodici macchine!”. Secondo i piloti le caratteristiche di guida delle vetture Gen-6 sono state il fattore principale della carambola: “E’ aumentato il carico posteriore – conclude Earnhardt jr – ma la sensazione è che le macchine ora siano molto leggere davanti, per cui basta anche solo sfiorarsi per perdere il controllo della vettura”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati NASCAR Cup
Articolo di tipo Ultime notizie