Zarco non si nasconde: "Sono il perdente del giorno"

Johann Zarco si è autonominato "perdente del giorno" dopo che il 17° posto nel Gran Premio di Aragon ha intaccato quasi definitivamente le sue speranze di lottare per il titolo della MotoGP.

Zarco non si nasconde: "Sono il perdente del giorno"

Il pilota della Ducati Pramac ha rinunciato a lottare per il titolo 2021 dopo la pausa estiva, ma crede che finire secondo nel Mondiale sia ancora un obiettivo raggiungibile.

Tuttavia, una vittoria di Pecco Bagnaia ed un terzo posto di Joan Mir a Motorland Aragon lo hanno fatto cadere al quarto posto in classifica, con 24 lunghezze di ritardo dal secondo posto, dopo aver concluso la gara con un misero 17° posto.

"Sono fortunato ad aver fatto un grande inizio di stagione, perché, se guardo al campionato, di sicuro Pecco ha fatto l'operazione perfetta con una vittoria fantastica, e anche Mir ha ottenuto un risultato importante", ha detto Zarco quando gli è stato chiesto come vede le sue speranze di finire secondo in classifica nelle ultime cinque gare.

"Quindi, guardando la situazione, sono il perdente del giorno, ma se l'hanno fatto loro posso farlo anche io. In questo momento le cose non mi stanno girando bene, ma il podio finale è un bell'obiettivo e lavorerò per questo".

Zarco è stato anche l'unico pilota a scegliere la gomma anteriore media, mentre il resto della griglia ha utilizzato la dura. Una scelta basata sul fatto che non aveva un buon feeling con la dura e sulla speranza che la temperatura rimanesse più bassa allungando la vita della media. Tuttavia, ha sottolineato che la gomma non è stata uno dei limiti della sua gara.

"No, la scelta della gomma non è stata basata sul mio braccio", ha detto Zarco quando gli è stato domandato se fosse stata influenzata dai problemi di "arm pump" che ha accusato durante il fine settimana.

"Non avevo un feeling fantastico con la dura e di solito con questa gomma media mi trovo bene. Pensavo solo che ci sarebbe stata una temperatura più bassa, ma non è stato così. E comunque non posso dire con certezza che sarebbe andata meglio con la dura".

"Anche perché la mia scelta della media si è basata sul fatto che non ho avuto un buon feeling con la dura, quindi ho preferito giocare su quello che ritenevo più sicuro. In gara non ho sentito grandi limiti sull'anteriore, ma c'era qualcosa che mi bloccava, perché ho sofferto dall'inizio alla fine, senza avere la forza di provare qualcosa di diverso".

Johann Zarco, Pramac Racing

Johann Zarco, Pramac Racing

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
Report MotoGP: finalmente Bagnaia si è sbloccato

Articolo precedente

Report MotoGP: finalmente Bagnaia si è sbloccato

Articolo successivo

MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez

MotoGP: Bagnaia, che duello ad Aragon con Marquez
Carica i commenti