Zarco: "Mentre scivolavo pensavo che non mi sarei più fermato, che spavento!"

condividi
commenti
Zarco:
Di: Andrew van Leeuwen
28 ott 2018, 09:44

Johann Zarco ha raccontato che la parte più spaventosa del suo spaventoso incidente ad alta velocità è stata la sensazione che non avrebbe mai smesso di scivolare dopo essere stato sbalzato dalla sua moto.

Il francese si è scontrato ad altissima velocità con Marc Marquez, al fondo del rettilineo di partenza nelle prime fasi della gara, venendo letteralmente lanciato nella via di fuga della curva 1 dalla sua Yamaha.

In diretta lo schianto è sembrato davvero drammatico, addirittura peggiore di quello in cui Cal Crutchlow si è fratturato la caviglia nello stesso punto venerdì, ma fortunatamente Zarco si è rialzato subito ed è potuto tornare ai box sulle sue gambe.

Riflettendo sull'accaduto, Zarco ha detto di aver avuto la bruttissima sensazione che non si sarebbe mai fermato mentre scivolava sull'erba e che evitare la ghiaia è stata la chiave per evitare di farsi male.

"Quando scivolavo a quella velocità, avevo la sensazione che non mi sarei mai fermato, quindi ero molto spaventato" ha detto Zarco.   

Leggi anche:

"Ero molto rigido e speravo di non urtare nulla. Sono stato fortunato a rimanere sull'erba e a non finire sulla ghiaia. Chiedo che sia per quello che sto bene".

"Sono rimasto un po' a terra solo per controllare che fosse tutto ok. Ho un po' di dolore al fianco destro, ma ho fatto delle radiografie e sembra che non ci sia niente di rotto".

Parlando della dinamica dell'incidente, Johann ha detto che sia stato conseguenza della doppia scia che gli stavano tirando Marquez e Jack Miller, considerando che anche il pilota della Honda stava sfruttando quella dell'australiano.

"Stavamo andando molto forte e non c'era spazio a sinistra" ha detto. "Marc era molto vicino a Jack ed è tornato sulla traiettoria giusta per la curva 1. Purtroppo ero lì anche io".

"E' stato un peccato, perché avrei potuto fare una bella gara, mi sentivo bene, ma non so se avrei potuto farcela a reggere il ritmo di Maverick".

Zarco poi ha raccontato anche di essersi già chiarito con Marquez, che è riuscito a rimanere in sella alla sua moto, ma poi costretto a sua volta a ritirarsi a causa dei danni riportati dalla sua RC213V.

"Sono andato da lui solo per chiedergli scusa, perché ho completamente distrutto la parte posteriore della sua moto" ha detto. "Non mi ha detto niente, solo che la cosa più importante è che non ci siamo fatti male. Come piloti, come sportivi, ci siamo capiti subito".

Leggi anche:

Riguardo alla dinamica dell'incidente, anche il portacolori della Yamaha Tech 3 ha convenuto che si sia trattato di un incidente di gara.

"E' stato assolutamente un incidente di gara, perché in quel punto della pista si va molto veloce" ha detto. "Miller era davanti e con la sua scia siamo arrivati ad oltre 300 km/h".

"Ho frenato un po' in ritardo, ho provato a frenare più forte, ma non è bastato perché avevo la spinta di due scie. Certo, si può dire che dovevo considerare questa cosa, ma per me è un incidente di gara".

"Ho già parlato con lui e mi sento davvero davvero fortunato perché stiamo bene sia io che lui. Questa è la cosa più importante". 

 
Scorrimento
Lista

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
1/17

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
2/17

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
3/17

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
4/17

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
5/17

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Secondo Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing, terzo Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3

Secondo Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing, terzo Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
6/17

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
7/17

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
8/17

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Third place Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3

Third place Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
9/17

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
10/17

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
11/17

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
12/17

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
13/17

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
14/17

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
15/17

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
16/17

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3

Johann Zarco, Monster Yamaha Tech 3
17/17

Foto di: Gold and Goose / LAT Images

 

Articolo successivo
Dovizioso: "La Ducati è messa molto meglio dell'anno scorso, ma continuiamo a lavorare"

Articolo precedente

Dovizioso: "La Ducati è messa molto meglio dell'anno scorso, ma continuiamo a lavorare"

Articolo successivo

Fotogallery MotoGP: Vinales trionfa a Phillip Island e riporta la Yamaha alla vittoria dopo 25 gare

Fotogallery MotoGP: Vinales trionfa a Phillip Island e riporta la Yamaha alla vittoria dopo 25 gare
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP d'Australia
Sotto-evento Domenica, gara
Location Phillip Island Grand Prix Circuit
Piloti Johann Zarco
Team Tech 3
Autore Andrew van Leeuwen
Tipo di articolo Intervista