MotoGP | Yamaha rifarebbe la stessa scelta sull'ultimo anno di Rossi

Il grande capo della Yamaha in MotoGP, Lin Jarvis, ha ammesso che l'ultimo anno di Valentino Rossi è stato deludente in termini di risultati, ma anche che appoggia la sua decisione di continuare nel 2021 anche con il senno di poi.

MotoGP | Yamaha rifarebbe la stessa scelta sull'ultimo anno di Rossi

Valentino Rossi ha concluso la sua strepitosa carriera in MotoGP il mese scorso, con il 432° ed ultimo Gran Premio a Valencia, mettendo la parola fine a 26 anni di storia che gli sono fruttati nove titoli Mondiali e 115 vittorie.

Il pesarese aveva deciso di aspettare almeno la prima parte del 2020 prima di decidere se continuare a correre nel 2021, ma la sua scelta è stata forzata dallo scoppio della pandemia del COVID-19, che ha obbligato la Dorna a rivedere completamente il calendario della scorsa stagione.

Estromesso dalla squadra ufficiale Yamaha per far spazio a Fabio Quartararo nel 2021, Rossi è approdato quindi nel team satellite Petronas SRT, nel quale comunque gli è stata messa a disposizione una M1 in versione factory.

I risultati purtroppo sono stati deludenti, però, perché il miglior piazzamento stagionale del "Dottore" è stato un ottavo posto in un Gran Premio d'Austria caratterizzato dall'arrivo della pioggia, e a fine campionato si è quindi ritrovato 18° con appena 44 punti all'attivo.

Nonostante questo, Jarvis crede che la Yamaha abbia fatto bene a concedere a Valentino Rossi di continuare a correre nel 2021 anche con il senno di poi.

Leggi anche:

"26 anni nel paddock, 16 anni con Yamaha in due momenti diversi", ha esordito Jarvis. "Ovviamente Valentino voleva iniziare con l'energia e la voglia di riprovarci, perché la scorsa stagione, quella del COVID, era stata strana: avevamo iniziato a luglio, facendo solo 14 gare e senza spettatori".

"C'erano molte cose in ballo e Valentino voleva davvero provare a fare una stagione completa e vedere se poteva essere ancora competitivo".

"Ma è stato chiaro fin dalla fase iniziale della stagione che il livello si era alzato nuovamente e che tutti i giovani stavano diventando sempre più veloci. Fabio era incredibilmente veloce, Maverick ha vinto la prima gara, quindi per lui non è stato facile fin dall'inizio dell'anno".

"Sono sicuro che sarà il primo ad ammettere che la stagione è stata deludente per lui in termini di punti e di risultati. Ma penso ancora che, se fossimo di fronte alla stessa decisione, anche con il senno di poi, rifaremmo la stessa scelta, perché credo che Valentino avesse bisogno di fare questo anno in più, per concludere con stile".

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Valentino Rossi, Petronas Yamaha SRT

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
MotoGP | Miller convinto: "Ducati può dominare nel 2022"
Articolo precedente

MotoGP | Miller convinto: "Ducati può dominare nel 2022"

Articolo successivo

Mir: “Non è stato dato il giusto valore al titolo della Suzuki”

Mir: “Non è stato dato il giusto valore al titolo della Suzuki”
Carica i commenti