Yamaha Petronas rilancia la sfida con Quartararo e Morbidelli

Dopo un grande esordio, la squadra satellite della Yamaha entra nel 2020 con ambizioni importanti: l'astro nascente Quartararo deve vincere prima di approdare al team ufficiale e Morbidelli vuole consolidarsi tra i migliori.

Yamaha Petronas rilancia la sfida con Quartararo e Morbidelli

Lo scorso anno era solo una novità sulla griglia della MotoGP, ma quest'anno sicuramente il Petronas Sepang Racing Team Yamaha avrà molti occhi puntati addosso. Non solo parliamo del miglior team satellite della griglia nel 2019, ma anche della squadra che porterà in pista l'astro nascente Fabio Quartararo.

Il francese - reduce da un debutto da sogno, con ben sei pole position e sette piazzamenti sul podio, che gli sono valsi a sorpresa il quinto posto nel Mondiale - è già certo del salto nella squadra ufficiale nel 2021, annunciato la scorsa settimana, ma questa dovrà essere la stagione della sua definitiva consacrazione.

Se nel 2019 l'ha sfiorata più volte, infatti, non è ancora riuscito a centrare la sua prima vittoria nella classe regina. Un passaggio fondamentale per diventare a tutti gli effetti quello che tutti vedono in lui: la principale alternativa a Marc Marquez.

 

"Come tutti sanno, ho firmato con la Yamaha Factory per il 2021, ma durante l'inverno ho lavorato tantissimo per arrivare al meglio all'inizio di questa stagione. Ora quindi non vedo l'ora di salire sulla moto domani e cominciare questa nuova stagione con Petronas" ha detto "El Diablo".

"Dobbiamo capire il potenziale della nostra moto e di quelle della concorrenza. Abbiamo chiuso il 2019 in ottima forma, lottando per il podio e la vittoria, quindi siamo impazienti di iniziare la stagione, perché credo molto nella squadra e sono sicuro che potremo fare qualcosa di importante" ha aggiunto riguardo ai suoi obiettivi, che non possono che essere importanti, visto che quest'anno avrà anche una M1 identica a quella dei due piloti ufficiali, Valentino Rossi e Maverick Vinales.

Accanto a lui ci sarà il confermato Franco Morbidelli, che a sua volta ha vissuto un 2019 positivo, probabilmente però un po' offuscato dalle prestazioni mostruose di Quartararo. Il pilota italiano ha comunque centrato la top 10 a fine campionato, piazzandosi per ben cinque volte nella top 5. Il target per il "Rookie of the Year" 2018 quindi non può che essere quello di provare a salire per la prima volta sul podio e cercare di lottare più regolarmente per le posizioni di vertice, anche se non avrà una moto identica a quelle degli altri tre piloti Yamaha.

Leggi anche:

Oggi la squadra ha presentato i suoi colori a Sepang, e non avrebbe potuto essere diversamente, visto il legame tra il team ed il tracciato malese. Rispetto allo scorso anno, la livrea si presenta sempre con gli stessi colori: il nero opaco e l'azzurrino Petronas, che però ha preso più spazio sulle carene della M1 rispetto al 2019, soprattutto nella parte più bassa del cupolino.

Fabio Quartararo, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
1/7

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
2/7

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
3/7

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT con il team

Fabio Quartararo, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT con il team
4/7

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT con il team

Fabio Quartararo, Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT con il team
5/7

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
6/7

Foto di: Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT

Franco Morbidelli, Petronas Yamaha SRT
7/7

Foto di: Petronas Yamaha SRT

condividi
commenti
MotoGP: ecco l'ultima Yamaha ufficiale di Valentino Rossi

Articolo precedente

MotoGP: ecco l'ultima Yamaha ufficiale di Valentino Rossi

Articolo successivo

Rins: "La Suzuki sa cosa voglio per rinnovare"

Rins: "La Suzuki sa cosa voglio per rinnovare"
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento Presentazione Petronas Yamaha SRT
Sotto-evento Presentazione
Autore Matteo Nugnes