MotoGP
04 apr
Evento concluso
G
GP d'Argentina
08 apr
Postponed
G
GP delle Americhe
15 apr
Postponed
G
GP di Spagna
02 mag
Gara in
19 giorni
G
GP di Francia
16 mag
Gara in
33 giorni
G
GP d'Italia
30 mag
Gara in
47 giorni
G
GP della Catalogna
06 giu
Gara in
54 giorni
G
GP di Germania
20 giu
Gara in
68 giorni
G
GP d'Olanda
27 giu
Gara in
75 giorni
G
GP di Finlandia
11 lug
Gara in
89 giorni
G
GP d'Austria
15 ago
Gara in
124 giorni
G
GP di Gran Bretagna
29 ago
Gara in
138 giorni
G
GP di Aragon
12 set
Gara in
152 giorni
G
GP di San Marino
19 set
Gara in
159 giorni
G
GP del Giappone
03 ott
Gara in
172 giorni
G
GP d'Australia
24 ott
Gara in
193 giorni
G
GP di Malesia
31 ott
Gara in
200 giorni
G
GP di Valencia
14 nov
Gara in
215 giorni

Yamaha: cinque membri del team in quarantena COVID-19

La Yamaha ha confermato che cinque membri del team MotoGP, tra cui il team manager Massimo Meregalli, sono stati esclusi dalla doppietta di Valencia, essendo stati messi in isolamento per questioni legate al COVID-19.

Yamaha: cinque membri del team in quarantena COVID-19

Maverick Vinales aveva rivelato ieri che uno dei membri del suo team era risultato positivo al COVID-19, e che lui stesso era in attesa dell'esito di un test PCR effettuato in precedenza.

In serata poi la Yamaha ha rilasciato un comunicato confermando la cosa ed aggiungendo che questa persona ha immediatamente lasciato il Circuito Ricardo per iniziare l'autoisolamento, ma anche che è stata effettuata una valutazione del rischio per determinare se ci fossero altre persone da isolare.

Dopo una "approfondita analisi del rischio", Yamaha ha ritenuto che altri quattro membri del team - tra cui il team manager Meregalli - dovessero essere messi in autoisolamente fino a lunedì 16 novembre.

La Yamaha ha spiegato che queste quattro persone, tra cui Meregalli, sono risultati negativi al test PCR di venerdì e rimarranno in stretto contatto con il team, per cercare di offrire comunque il miglior supporto possibile allo staff presente in pista.

La Casa di Iwata ha aggiunto che nessuno del resto del resto della squadra, sia nel box di Vinales che in quello del rientrante Valentino Rossi - che torna proprio oggi dopo essere stato positivo al COVID-19 - è a rischio, grazie al rigore con cui sono state rispettate le norme precauzionali e che nessuno dei membri isolati sarà sostituito per questo weekend.

Leggi anche:

Tutto questo è avvenuto un mese dopo che sei membri della Yamaha, tra cui il project leader Takahiro Sumi, sono stati costretti a saltare i GP di Francia e di Aragon dopo che un membro del team era risultato positivo al Coronavirus. Ma anche dopo che Rossi ha saltato le due gare di Motorland Aragon, essendo risultato positivo al suo rientro in Italia dopo Le Mans.

Dopo essere risultato ancora positivo al test effettuato nella giornata di martedì, Rossi ne ha fatto un altro giovedì, che ha dato esito negativo, permettendogli di partire per Valencia, dove dopo un secondo tampone negativo ha ottenuto il via libera per tornare in pista oggi.

Nella prima giornata di prove del GP d'Europa, sulla sua M1 era salito Garrett Gerloff, pilota statunitense proveniente dal Mondiale Superbike, che ha concluso il suo primo assaggio su una MotoGP al 19esimo posto, scalando però la classifica fino alla quinta posizione nella FP2, quando la pista era umida.

L'assenza dei membri del suo team è la seconda mazzata del weekend per Vinales, che domani sarà costretto a prendere il via dalla pitlane, avendo superato il limite consentito di motori per la stagione, montando il sesto sulla sua M1.

condividi
commenti
Rins: "Vinales dovrebbe partire dalla pitlane in ogni gara"

Articolo precedente

Rins: "Vinales dovrebbe partire dalla pitlane in ogni gara"

Articolo successivo

LIVE MotoGP, Gran Premio d'Europa: Libere 3

LIVE MotoGP, Gran Premio d'Europa: Libere 3
Carica i commenti

Su questo articolo

Serie MotoGP
Evento GP d'Europa
Autore Lewis Duncan