Vinales: "Zarco è la prova degli errori che ha fatto la Yamaha"

condividi
commenti
Vinales:
Oriol Puigdemont
Di: Oriol Puigdemont
20 mag 2018, 07:13

Il pilota spagnolo crede che con il caldo oggi non sarà possibile lottare per la vittoria per le M1 ufficiali e che il rendimento di quella satellite del francese confermi gli errori fatti ad Iwata negli ultimi mesi.

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

La lotta per la pole position del GP di Francia di MotoGP ha messo ancora un po' di sale nelle ferite aperte della Yamaha. Il miglior tempo della M1 satellite di Johann Zarco, infatti, contrasta con l'ottavo ed il nono tempo delle due moto ufficiali di Maverick Vinales e Valentino Rossi.

Su un circuito dove il pilota di Roses un anno fa aveva vinto partendo dalla pole position, quest'anno quindi sono stati ancora più evidenti i problemi che si sta trascinando la Yamaha. Ancora una volta, l'innalzamento della temperatura è stato deleterio per le M1 e questo spiega perché Vinales invece era stato il più veloce nella FP3.

"Ovviamente mi aspettavo di più dalle qualifiche" ha riconosciuto Maverick. "Sembra incredibile, perché nella FP3 sembrava di guidare un'altra moto. E' molto frustrante vedere che al mattino puoi essere un pilota e al pomeriggio sembri un altro".

Vinales presuppone che con le condizioni climatiche che ci saranno all'ora della gara sarà difficile lottare per la vittoria, anche se spera che ci possa essere una temperatura più bassa ad aiutarlo.

"Mi piacerebbe che la gara fosse alle 9, ma quando correremo farà caldo. Se il riferimento fosse la FP3, direi che lotteremo per la vittoria, ma invece è la FP4, allora abbiamo faticato molto di più" ha spiegato.

Se le sue previsioni saranno esatte, lunedì sarà passato un anno esatto dalla sua ultima vittoria nella classe regina.

"E' quasi un anno che siamo in questa situazione. Io ho pazienza, ma voglio vincere".

Una situazione che fa ancora più male vedendo quello che è in grado di fare Zarco, che è tra i candidati alla vittoria di oggi.

"La moto va bene, basta guardare Zarco. Si tratta di un punto di riferimento per me, ma anche della prova degli errori che la Yamaha ha fatto ad un certo punto. Semplicemente, ad un certo punto abbiamo sbagliato. Sicuramente nel precampionato non abbiamo preso la strada giusta" ha concluso.

Articolo successivo
Bartholemy è stato licenziato in tronco dal team Marc VDS

Articolo precedente

Bartholemy è stato licenziato in tronco dal team Marc VDS

Articolo successivo

Lorenzo: "Non mi importa con chi parli Dovi del suo compagno"

Lorenzo: "Non mi importa con chi parli Dovi del suo compagno"
Carica i commenti