MotoGP
09 ago
FP1 in corso . . .
G
GP di Stiria
21 ago
Prossimo evento tra
6 giorni
10 set
Prossimo evento tra
26 giorni
G
GP dell'Emilia Romagna
18 set
Prossimo evento tra
34 giorni
25 set
Prossimo evento tra
41 giorni
09 ott
Prossimo evento tra
55 giorni
G
GP di Aragon
16 ott
Prossimo evento tra
62 giorni
G
GP di Teruel
23 ott
Prossimo evento tra
69 giorni
G
GP d'Europa
06 nov
Prossimo evento tra
83 giorni
G
GP di Valencia
13 nov
Prossimo evento tra
90 giorni
G
GP del Portogallo
20 nov
Prossimo evento tra
97 giorni

Vinales: “Sarà fondamentale evitare la fuga di Marquez”

condividi
commenti
Vinales: “Sarà fondamentale evitare la fuga di Marquez”
Di:
Tradotto da: Lorenza D'Adderio
18 lug 2020, 16:59

Maverick Vinales scatterà dalla seconda posizione in griglia di partenza, alle spalle di Fabio Quartararo e davanti a Marc Marquez. Il pilota Yamaha si è mostrato molto convinto del proprio potenziale.

Vinales ha ottenuto il suo doppio obiettivo: scattare dalla prima fila della griglia di partenza del Gran Premio di Spagna di MotoGP e farlo davanti a Marquez, che partirà terzo. La pole alla fine l’ha conquistata un velocissimo Fabio Quartararo.

Dalla seconda posizione, il pilota Yamaha spera di poter gestire la gara e sfruttare tutte le opzioni per lottare per la vittoria a Jerez: “I giri nel Q2 sono stati molto veloci, non mi aspettavo di essere così veloce, ma sia la pista sia le gomme hanno funzionato molto bene. Bisogna capire qual è il modo migliore di gestire le gomme durante la gara, perché in queste condizioni sarà fondamentale. Sarà una gara molto difficile, di quelle che piacciono a me, dopo tanti mesi fermo è fantastico essere pronto per poter correre già questa domenica”.

Venerdì, Vinales ha segnalato che era vitale classificarsi bene per poter partire dalla prima fila: “È importante arrivare primo o secondo alla curva 1 e dopo provare ad imporre il ritmo, che è ciò che funziona con la nostra moto. Le gomme lavorano molto bene, soprattutto negli ultimi dieci giri”.

Una delle differenze tra Vinales e Rossi quando si guida la M1 è la frenata, in cui lo spagnolo spreme al massimo il potenziale della moto: “Non so quale sia la situazione di Valentino, ma io nel primo run sono uscito con la moto del 2020 e le sensazioni sono molto buone su tutte le piste. Abbiamo buon feeling come sempre, Jerez non è dei migliori, ma stavolta sento che ho tutto a posto e sono fiducioso”.

Lo scorso anno, soprattutto all’inizio, Maverick ha accusato molti problemi e ha faticato ad essere veloce nelle prime parti della gara, qualcosa che in teoria dovrebbe essere in fase di miglioramento: “Tutto dipenderà da chi avremo davanti, con le Honda e le Yamaha posso battermi meglio, con la Ducati ci costa di più. È sempre meglio poter superare nel rettilineo, ma abbiamo migliorato molto la frenata. Siamo saliti di livello rispetto al resto dei costruttori in generale”.

Leggi anche:

In una stagione breve, vincere la prima gara può essere un passo importante per provare a lottare per il titolo: “Per provare a vincere il campionato devo battere Marc Marquez, che è il favorito. Questa non è una cosa facile, dobbiamo lottare ogni fine settimana, ma abbiamo opzioni”.

Nel caso di una mancata vittoria, Maverick non ha voluto dire che preferirebbe sul gradino più alto del podio. Parla poi dei miglioramenti rispetto a Honda: “Preferisco essere io a vincere. Se facciamo un confronto con gli anni precedenti, abbiamo introdotto un grande miglioramento soprattutto in condizioni di calso, siamo più costanti. Nelle prove la moto si comporta in maniera simile e si può lavorare molto. Con le gomme non abbiamo problemi, nemmeno con il caldo. Ovviamente abbiamo punti forti e deboli, ma qui abbiamo dei punti forti e dobbiamo approfittarne”.

Durante le prove, Marquez ha mostrato un ritmo migliore e l’obiettivo di Vinales è quello di non farlo scappare: “Per noi i primi giri saranno cruciali, bisogna cercare il ritmo in tre o quattro giri e gestire affinché non si surriscaldi la gomma anteriore. Sarà difficile evitare che Marc fugga perché ha un ottimo ritmo, ma noi ci proveremo e sarà fondamentale provarci all’inizio”.

Per quanto riguarda la scelta delle gomme, non si è voluto sbilanciare, ma la scelta generale sembra essere chiaramente la dura all’anteriore e la morbida al posteriore: “È difficile da dire, ho molti dubbi. Ho lavorato con la dura davanti e la morbida dietro, ma dipenderà dalla strategia della gara, aspettiamo fino all’ultimo per decidere”.

Guarda il Gran Premio Red Bull di Spagna live su DAZN. Attiva ora

Scorrimento
Lista

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
1/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing

Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing
2/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Marc Márquez, Repsol Honda Team

Marc Márquez, Repsol Honda Team
3/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Ganador de la pole Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, segundo Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing, tercero Marc Márquez, Repsol Honda Team

Ganador de la pole Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, segundo Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing, tercero Marc Márquez, Repsol Honda Team
4/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Ganador de la pole Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, segundo Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing, tercero Marc Márquez, Repsol Honda Team

Ganador de la pole Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, segundo Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing, tercero Marc Márquez, Repsol Honda Team
5/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Ganador de la pole Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, segundo Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing, tercero Marc Márquez, Repsol Honda Team

Ganador de la pole Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, segundo Maverick Viñales, Yamaha Factory Racing, tercero Marc Márquez, Repsol Honda Team
6/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Ganador de la pole Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Ganador de la pole Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
7/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, Marc Márquez, Repsol Honda Team

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, Marc Márquez, Repsol Honda Team
8/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
9/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
10/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
11/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
12/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
13/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
14/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Wilco Zellenberg, Petronas Yamaha SRT

Wilco Zellenberg, Petronas Yamaha SRT
15/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
16/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Parc Ferme

Parc Ferme
17/17

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Rossi: "Mi sporgo poco dalla moto? Non sono d'accordo"

Articolo precedente

Rossi: "Mi sporgo poco dalla moto? Non sono d'accordo"

Articolo successivo

Dovizioso: "Non ho ancora la situazione sotto controllo"

Dovizioso: "Non ho ancora la situazione sotto controllo"
Carica i commenti