Vinales non correrà ad Austin dopo la tragedia del cugino

Il pilota dell'Aprilia non è ancora riuscito a ritrovare la serenità dopo la scomparsa prematura del cugino 15enne Dean Berta Vinales, quindi ha deciso di non disputare il Gran Premio delle Americhe. Una scelta che è stata condivisa e supportata dalla Casa di Noale.

Vinales non correrà ad Austin dopo la tragedia del cugino

La morte di Dean Berta Vinales, avvenuta sabato scorso a Jerez de la Frontera, durante la gara della Supersport 300, ha colpito in maniera pesante tutto il mondo del motociclismo. Ma c'è anche chi è stato colpito in prima persona dalla tragica scomparsa del 15enne spagnolo: suo cugino Maverick.

Il pilota di Roses magari potrà anche aver avuto dei comportamenti discutibili in certe occasioni, ma se c'è una cosa che non gli è mai mancata, è una grande sensibilità. Non ci si deve stupire quindi se il portacolori dell'Aprilia, presente domenica al circuito andaluso quando è andato in scena il ricordo del cugino, ha deciso di non partire alla volta di Austin per disputare il Gran Premio delle Americhe di MotoGP.

Il dolore è ancora troppo fresco per rischiare di salire su una moto ad oltre 300 km/h e quindi Vinales salterà quella che avrebbe dovuto essere la sua terza apparizione in sella alla RS-GP. Una scelta che è stata pienamente compresa ed appoggiata dalla Casa di Noale, come potete leggere nel testo del comunicato diffuso nella serata di mercoledì, che vi riportiamo di seguito:

Isaac Vinales, Orelac Racing Verdnatura, Maverick Vinales

Isaac Vinales, Orelac Racing Verdnatura, Maverick Vinales

Photo by: Gold and Goose / Motorsport Images

"Maverick Viñales non sarà al via nel GP of the Americas che si correrà in questo weekend sul circuito di Austin in Texas", recita il comunicato.

"Non è passata neanche una settimana dall’incidente a Dean Berta Viñales, giovanissimo cugino di Maverick, troppo poco per recuperare la serenità necessaria. Maverick, con il totale e incondizionato supporto di Aprilia Racing, ha così deciso di prendere una pausa nel suo percorso di affiatamento con la moto e la squadra di Noale".

"Tutta la famiglia di Aprilia Racing sostiene questa scelta e si fa solidale con Maverick e i suoi affetti, ci saranno altri momenti e altre tappe per riprendere il promettente viaggio intrapreso insieme. Un percorso che deve essere fatto nel totale rispetto delle persone e dei sentimenti", conclude.

Leggi anche:

Una nota che al momento non chiarisce quando Maverick tornerà regolarmente al suo posto in sella alla RS-GP e che non rivela se al suo posto in Texas correrà il collaudatore Lorenzo Savadori, del quale ha preso il posto a partire dal GP di Aragon, o se quindi l'Aprilia schiererà solamente Aleix Espargaro, come già accaduto in occasione del Gran Premio d'Austria di quest'anno, quando l'italiano era assente per infortunio.

Questa sarà poi la terza gara che Vinales salterà nel 2021, dopo essere già rimasto a guardare in occasione dei GP d'Austria e di Gran Bretagna, quando era stato sospeso dalla Yamaha per il suo comportamento durante il GP di Stiria, prima di arrivare alla rottura anticipata e definitiva del suo contratto con la Casa di Iwata.

condividi
commenti
MotoGP: c'è il rinnovo per il GP d'Argentina fino al 2025
Articolo precedente

MotoGP: c'è il rinnovo per il GP d'Argentina fino al 2025

Articolo successivo

Austin ultima chiamata per la rincorsa al titolo di Bagnaia

Austin ultima chiamata per la rincorsa al titolo di Bagnaia
Carica i commenti