Vinales: "Lorenzo? Non si dimentica come si va in moto..."

condividi
commenti
Vinales: "Lorenzo? Non si dimentica come si va in moto..."
Di:

Maverick Vinales ha spezzato una lancia a favore di Jorge Lorenzo oggi ad Aragon, dicendo che solo lui sa se è pronto o meno a risalire su una MotoGP.

Maverick Vinales è stato il più veloce nelle prime due sessioni di prove libere del Gran Premio di Aragon, conducendo una tripletta Yamaha a cui hanno partecipato anche Fabio Quartararo e Franco Morbidelli e rifilando ben sette decimi alla Suzuki di Joan Mir, che li segue in quarta posizione.

Visto l'ottimo esito di questa prima giornata, lo spagnolo punta a partire dalla prima fila e a cercare di mettersi subito davanti nella gara di domenica.

"L'obiettivo è chiaro: partire forte e tirare. E' fondamentale non rimanere bloccati nel traffico in partenza, perché il ritmo è molto migliore se posso girare da solo. Domani vedremo il reale valore delle Ducati. Oggi c'era molto vento e stanno soffrendo, ma domani sono sicuro che ci saranno" ha detto Maverick.

"L'anno scorso, a metà gara, non ho spinto abbastanza e sono tornate sù le Ducati. Conosco l'errore che ho fatto allora, ne ho fatti diversi in frenata, quindi stiamo lavorando per evitare che si ripeta".

Anche se manca ancora la terza sessione di prove libere, le basse temperature previste per domani mattina rendono difficile la possibilità di migliorare i tempi di oggi pomeriggio.

"Non ho intenzione di rischiare nulla in FP3, cadere con il freddo è molto facile. Lavorerò sulle linee e aspetterò il pomeriggio. Oggi mi sono divertito, ho fatto un buon tempo e mi sono assicurato il passaggio alla Q2. Cercare di migliorare nella FP3 sarebbe troppo rischioso, soprattutto alla curva 2, alla curva 13 ed alla frenata della curva 14, dove ho avuto uno spavento anche stamattina".

Leggi anche:

Oltre alle basse temperature, l'aria fredda è dannosa per il funzionamento degli pneumatici.

"E' stato molto difficile, perché non hai avvertimenti: se tocchi il freno, cadi. Se la gomma si raffredda, perdi subito aderenza e cadi. La Yamaha però qui va bene ed abbiamo lavorato sodo per la gara".

A Maverick poi è stato chiesto come ha visto i due principali contendenti al titolo, Joan Mir e Fabio Quartararo.

"Alla fine saranno tutti forti, quindi mi concentrerò su me stesso. Fabio e Joan combatteranno tra di loro, io invece andrò per la mia strada".

Dopo il caso di COVID-19 che colpito un ingegnere prima di Le Mans, costringendo sei persone a saltare la trasferta francese, ora la positività di Valentino Rossi ha ridotto al minimo il numero dei membri della Yamaha presenti in pista oggi.

"Al momento siamo in quattro (ride), ma questo pomeriggio arrivano tutti" ha detto in riferimento agli ingegneri giapponesi confinati ad Andorra.

Riguardo alla positività di Valentino, Maverick si è detto convinto che sarebbe potuto succedere a chiunque nel paddock.

"Puoi prenderlo ovunque, al supermercato o per strada. Devi essere vigile e ridurre al minimo i rischi, evitando gli amici che non prestano troppa attenzione" ha raccomandato.

"Siamo esposti al rischio ogni giorno, basta anche solo fare una passeggiata in centro. Penso che mi chiuderò a chiave in casa: alla fine ho tutto lì, la palestra e quello che mi serve, quindi prenderò le massime precauzioni".

Ancora una volta, le Yamaha hanno evidenziato una netta differenza a livello di velocità di punta rispetto alla concorrenza, ma Maverick ha spiegato di non essere stato troppo limitato da questo.

"Vorremmo avere più velocità di punta, ma abbiamo ancora qualche limite. Il nostro motore è quasi a piena potenza, ma non ne troviamo di più. Proprio a Jerez, prima che mi si rompesse il motore, avevo una velocità massima simile a quella della Ducati, ma poi l'abbiamo persa. In questo modo però riusciamo ad essere migliori in altri aspetti come la trazione".

Infine, a Maverick è stato chiesto della possibilità che Jorge Lorenzo sostituisca Valentino Rossi nella prossima gara e se, da quanto visto nei test di Portimao, pensa che sia in grado di farlo.

"Non lo so, solo lui può sapelo. A Portimao l'ha presa con molta calma, ma non si dimentica come si va in moto da un giorno all'altro. Alla fine questo problema però è nelle mani della Yamaha".

Scorrimento
Lista

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
1/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing, Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing, Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT
2/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Fabio Quartararo, Petronas Yamaha SRT, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
3/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
4/10

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
5/10

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
6/10

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
7/10

Foto di: Yamaha MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
8/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
9/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
10/10

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Morbidelli: "Non vedo Vale dal volo di ritorno da Le Mans"

Articolo precedente

Morbidelli: "Non vedo Vale dal volo di ritorno da Le Mans"

Articolo successivo

Aragon, nuovo programma: la MotoGP correrà alle 15

Aragon, nuovo programma: la MotoGP correrà alle 15
Carica i commenti