Vinales: “L’inverno più duro da quando sono in Yamaha”

Maverick Vinales ammette che il fatto che i test MotoGP si svolgano sulla stessa pista delle prime due gare della stagione rende questa stagione invernale la più dura da quando è in Yamaha.

Vinales: “L’inverno più duro da quando sono in Yamaha”

A causa dell’espansione della pandemia di Covid-19, tutti i cinque giorni di test MotoGP del 2021 sono stati programmati al Losail International Circuit in Qatar e anche le prime due gare della stagione verranno disputate su questa stessa pista.

Yamaha è andata sempre forte in Qatar negli ultimi anni e Maverick Vinales coglie questo fatto per mascherare i problemi con la M1 che potrebbero sorgere quando il campionato sbarcherà in Europa ad aprile, in occasione del Gran Premio del Portogallo.

Parlando in esclusiva con Motorsport.com in vista del primo dei due fine settimana di test, Vinales afferma che Yamaha deve essere “sufficientemente intelligente per capire come andrà sulle altre piste”, al momento di lavorare sul programma del Qatar.

Quando gli viene chiesto se questa stagione invernale fosse la più difficile mai affrontata risponde: “Certo, perché proveremo solamente su un tracciato. Ma il Qatar ha questa caratteristica particolare per cui dalle due alle quattro del pomeriggio la pista è polverosa, quindi non c’è grip. Quindi vedremo se possiamo lavorare su questa cosa in quelle ore e capire se possiamo chiarire alcuni aspetti per Portimao e per il resto della stagione”.

Leggi anche:

“Sarà difficile perché in un mese in Qatar tutti andranno veloci. Ogni singolo pilota. Quindi sarà difficile capire dove si sta, ma dobbiamo essere intelligenti per capire come sarà sulle prossime piste. Quindi vedremo. Dopo i test, vi saprò dire di più”.

La mancanza di grip è stato un problema accusato dai piloti Yamaha da quando la MotoGP è passata alle gomme Michelin nel 2016. Secondo Vinales, questo è stato uno dei problemi che lo ha ostacolato, costringendolo a dividere la sua attenzione tra lo sviluppo e la costruzione del proprio weekend. Ha sentito che questo lo portava ‘a perdersi’ troppo spesso, ma vede questo ambito come l’area in cui il nuovo collaudatore Cal Crutchlow può essere di grande aiuto, anche per la sua natura molto diretta.

Il suo ex compagno di squadra Valentino Rossi ha affermato che Crutchlow farà la differenza in Yamaha e quando a Vinales viene chiesto se si trova d’accordo con questa affermazione risponde: “La penso come Valentino, credo che possa fare la differenza perché per me la maggior parte dei problemi erano durante il weekend di gara, dovevo provare molte cose e quando fai questo tipo di lavoro di perdi. Inoltre non avevo mai tempo per lavorare per me in pista. Farà la differenza, credo. Può dire ‘sì o no’, questa è la cosa più importante. Penso che Cal sia bravo in questo, ho molta fiducia in lui”.  

condividi
commenti
Iniziano i test MotoGP 2021: ecco tutto ciò che c’è da sapere
Articolo precedente

Iniziano i test MotoGP 2021: ecco tutto ciò che c’è da sapere

Articolo successivo

Ciabatti: "Dovevamo cambiare l'atmosfera in Ducati"

Ciabatti: "Dovevamo cambiare l'atmosfera in Ducati"
Carica i commenti