Vinales: "Ho delle sensazioni fantastiche sulla M1"

Il pilota spagnolo, nonostante il nono tempo firmato nei secondi finali delle FP2, ha dichiarato di avere un ottimo feeling con la M1 e di essere pronto a conquistare il secondo successivo consecutivo.

Vinales: "Ho delle sensazioni fantastiche sulla M1"

Il vincitore della prima tappa del calendario, ed attuale leader del campionato, sta vivendo uno stato di forma stupendo. Domenica scorsa è stato in grado di applicare la strategia pianificata in maniera ineccepibile, diventando così il pilota che ha gestito meglio le gomme a Losail.

Ieri, al termine della seconda sessione di libere, ha dichiarato di aver avuto un ottimo feeling con la M1 nonostante sia riuscito ad accedere soltanto negli ultimi istanti al Q2 con il nono tempo.

La terza sessione di libere che si disputerà oggi, difficilmente andrà a modificare la situazione andata a delinearsi nella giornata del venerdì, e Maverick sembra pronto a lottare per la seconda vittoria consecutiva, un risultato che ha raggiunto soltanto nel 2017, anno del suo esordio in Yamaha, con i successi in Qatar e Argentina.

 

Venerdì scorso Viñales aveva chiuso con il sesto tempo di giornata, mentre ieri ha ottenuto soltanto nel finale il nono risultando anche due decimi più lento di sette giorni fa. Tuttavia questo teorico passo indietro non preoccupa affatto lo spagnolo.

"Mi sento bene sulla moto e sono molto veloce. Abbiamo un ritmo incredibile, meglio di quanto mi aspettassi. La mia sensazione è fantastica", ha dichiarato Viñales, pur non essendo in grado di sfruttare appieno il potenziale della sua moto nei suoi tentativi di un giro veloce.

"Ho usato due gomme preriscaldate e il livello di grip non è lo stesso. Ma quello che mi trasmettono le gomme medie è molto buono, anche se non saranno quelle che useremo in gara. Quando metterò le gomme morbide potrò andare ancora più veloce.  Abbiamo una buona possibilità di lottare per la gara".

Leggi anche:

Domenica scorsa, il pilota di Roses ha messo in atto una strategia perfetta: si è piazzato nel gruppo di testa dopo la partenza, è rimasto lì senza forzare, e quando il grip delle gomme dei quattro piloti davanti a lui ha iniziato a crollare ha alzato il ritmo e ha iniziato a superarli tutti fino a quando si è trovato in testa al gruppo (giro 15). A quel punto ha stretto i denti per tre giri ed è scappato in fuga fino a quando ha tagliato il traguardo con più di un secondo di margine su Johann Zarco.

"Probabilmente ora giocheremo altre carte. La cosa più importante sarà arrivare alla prima curva come primo pilota non-Ducati. Da quel momento in poi sarà importante mettersi davanti il più presto possibile, e cercare di aprire un varco se possibile. Prima si arriva davanti, prima si può iniziare a gestire le gomme", ha concluso Viñales.

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
1/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
2/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
3/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
4/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
5/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
6/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
7/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
8/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
9/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
10/14

Foto di: MotoGP

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
11/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
12/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
13/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
14/14

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
Petrucci: "Bel passo avanti, ma peccato per la Q2"
Articolo precedente

Petrucci: "Bel passo avanti, ma peccato per la Q2"

Articolo successivo

Bastianini: “I miei punti forti sono diventati deboli a Doha”

Bastianini: “I miei punti forti sono diventati deboli a Doha”
Carica i commenti