Vinales: “Dovremo sfruttare i punti forti della moto”

Maverick Vinales scatterà dalla terza posizione della griglia di partenza nel Gran Premio del Qatar, ma sa di non poter puntare sulla velocità di Yamaha se vuole battere la Ducati. Per lo spagnolo serve giocare di strategia.

Vinales: “Dovremo sfruttare i punti forti della moto”

Già dai test pre-stagionali, Maverick Vinales aveva dichiarato che per vincere la gara Yamaha avrebbe avuto bisogno di una strategia e la qualifica di oggi lo ha confermato. A Losail, Bagnaia ha conquistato la pole position e in prima fila con lui ci saranno le due M1 del team Factory. Lo spagnolo della Casa di Iwata scatterà dalla terza casella e paga poco più di tre decimi dal poleman.

Tuttavia, Yamaha è in difficoltà per quanto riguarda la velocità, aspetto fondamentale sulla pista qatariota che invece vede Ducati partire da grande favorita. Ad ogni modo, Vinales è contento della qualifica disputata e punta a giocare le sue carte nella gara di domani: “Credo che oggi possiamo essere soddisfatti, perché è stato un po’ difficile scendere al 52 per noi. Però sappiamo che c’è del margine di miglioramento per la gara e questo è molto importante. Il ritmo c’è e abbiamo un obiettivo molto chiaro in testa. La gara sarà molto difficile e impegnativa, dobbiamo avere una strategia chiara, capire dove siamo e cosa possiamo fare. Ci stiamo lavorando molto intensamente e domani speriamo di poter ottenere un buon risultato”.

Finalmente sei tornato a lavorare con il tuo capo tecnico dopo che è stato isolato due giorni
“Esteban Garcia è importantissimo per me. Venerdì è stata una giornata difficile, ma siamo riusciti a risolvere la maggior parte dei problemi. Nelle FP4 abbiamo trovato delle soluzioni interessanti, domani speriamo che ci aiutino a fare quel che dobbiamo. Sicuramente siamo in tanti a lottare.

Morbidelli nei test aveva detto che la M1 può vincere ma non lottare. Cosa pensi?
“Da questo punto di vista dobbiamo ancora capire quali sono i punti di forza della moto. C’è da dire che non è una moto facile per superare, ma qui in Qatar ci sono tanti punti in cui c’è bisogno di una moto agile, veloce. Sarà difficile, ma dobbiamo cercare di sfruttare al meglio i punti di forza della moto, magari la velocità in curva. Però sappiamo di poter superare in altri punti, quindi per domani sappiamo di poter attaccare”.

La partenza sarà molto importante, i primi giri saranno decisivi?
“Qui la gara è molto lunga, quindi la strategia può essere fatta in due modi: si può decidere di spingere all’inizio o alla fine. Gli ultimi giri però sono sempre stati difficili per le gomme, quindi bisogna essere intelligenti nel gestire la gara, perché come ha detto Fabio ci sono solo alcuni punti in cui possiamo superare e dobbiamo riuscire a capire come gestire il grip e non usurare troppo le gomme. A seconda di come va l’inizio poi bisogna fare una strategia ma proveremo ad essere intelligenti”.

Farete gioco di squadra tu e Quartararo?
“Nei test ne abbiamo parlato, ci siamo detti che se partiamo primo e secondo cerchiamo di non perdere troppo tempo e di aiutarci a fare un po’ di distacco, cosa che non credo sia possibile perché le Ducati sono velocissime. Quindi giocheremo qualche altra carta e vedremo cosa succederà domani”.

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
1/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
2/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
3/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
4/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
5/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
6/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
7/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
8/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
9/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
10/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
11/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Top 3, Pole sitter Francesco Bagnaia, Ducati Team, Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing parc ferme

Top 3, Pole sitter Francesco Bagnaia, Ducati Team, Fabio Quartararo, Yamaha Factory Racing, Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing parc ferme
12/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing

Maverick Vinales, Yamaha Factory Racing
13/13

Foto di: Gold and Goose / Motorsport Images

condividi
commenti
Rossi: "Tempo impressionante, peccato per la prima fila"

Articolo precedente

Rossi: "Tempo impressionante, peccato per la prima fila"

Articolo successivo

Zarco "rocketman": nuovo record di velocità a 362,4 km/h!

Zarco "rocketman": nuovo record di velocità a 362,4 km/h!
Carica i commenti