Valentino veste i panni della Iena e intervista Graziano

Valentino veste i panni della Iena e intervista Graziano

Il "Dottore" ha posto a suo papà alcune domande legate al momento difficile suo e della Ducati

La puntata di ieri delle "Iene" ha avuto una partecipazione decisamente speciale. A vestire l'abito nero tipico degli irriverenti inviati della trasmissione di Italia 1 è stato Valentino Rossi. Per una volta il 9 volte campione del mondo ha avuto modo di vestire i panni dell'intervistatore, porgendo a suo papà Graziano alcune domande relative al momento difficile che sta vivendo in Ducati. Ecco un breve stralcio dell'intervista andata in scena ieri sera: Come vedi Valentino in questo momento di difficoltà? "La moto non si discute, il pilota Valentino è secondo me più in forma che mai e con un po’ di fortuna se ne verrà fuori a metà stagione o anche prima". Come mai la coppia Ducati-Valentino tanto attesa da tutti non è ancora riuscita a vincere una gara? "Perché la moto era una scommessa tecnica del reparto corse Ducati e se avesse funzionato sarebbe stata meravigliosa. Purtroppo con quella moto, non avrebbe potuto vincere nessuno, perché se ci fosse stato un pilota che avrebbe potuto vincere, quello sarebbe stato Valentino per primo". Cosa dovrebbero fare gli uomini della Ducati per rendere questa moto più facile da guidare per Valentino? "Un motore più facile da sfruttare e una distribuzione dei pesi che corregga questo problema del sottosterzo. Le donne sono tutte uguali quando vengono a letto, non vedo perché la Ducati debba essere tanto diversa come moto...". Vuoi dire qualcosa a Filippo Preziosi, anima del progetto Ducati? "Vorrei fargli i complimenti per questo motore che va fortissimo. Vorrei dirgli che oggi è molto importante la guidabilità del motore, più che la prestazione assoluta". Invece vuoi dare un consiglio o dire qualcosa a Valentino? "Nonostante le cose non stiano andando bene, se gli dovesse venire voglia di mollare, gli dico assolutamente di no, che non è questo il momento di mollare". Quindi cosa rispondi a quelle persone che dicono che Valentino non ha più voglia di correre o non ha più le motivazioni adatte perché è vecchio? "C’è sempre una parte di persone che sta vicino a Valentino e ci sarà sempre chi gli starà contro, questo accadeva anche quando vinceva 12 o 14 gare all’anno. Quindi, a queste persone non si può dire nient’altro se non dimostrarlo in pista". Quindi non è meglio che Valentino se ne vada dalla Ducati? "Valentino non può mollare questa operazione in questo momento. Questa è una sfida che Valentino deve assolutamente vincere insieme alla Ducati". Cosa pensi che succederà adesso che la Ducati è stata comprata dall’Audi? Potrebbe essere una cosa positiva per il futuro della Ducati in MotoGP con Valentino? "Io credo senz’altro di sì. Se non lo sarà già per quest’anno, assolutamente per l’anno prossimo". Cosa dici a quegli appassionati che vorrebbero rivedere le vecchie sfide con Biaggi in superbike? "Quello della superbike è un progetto che Valentino sta seguendo con grande attenzione, probabilmente ci sono ancora 2, 3 o 4 anni di MotoGP da poter sfruttare prima di poter salire su una superbike". Allora, come uscire da questo momento? "Dobbiamo avere un attimo di pazienza. Altre tre gare".

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Valentino Rossi
Articolo di tipo Ultime notizie