Rossi: "Sono preoccupato, le gomme scivolano troppo presto"

Il 9 volte iridato della Yamaha scatterà domani dall'ottava casella dello schieramento, ma sperava di poter partire dalla seconda fila. "Farò prove domani, il bilanciamento della moto non è al 100%", ha aggiunto.

Il primo fine settimana di gara 2018 di Valentino Rossi è iniziato esattamente come pensava il 9 volte iridato del Motomondiale, ovvero in salita. L'ottavo posto colto nelle Qualifiche di questo pomeriggio lo costringerà a partire dalla terza fila, mentre l'obiettivo era la seconda per dover recuperare meno posizioni nelle prime fasi della gara.

Valentino ha ammesso di non essere affatto deluso dal suo tempo, più lento di pochi decimi rispetto al migliore ottenuto nel corso dei test. Eppure i 20 centesimi che ha lasciato per strada nel suo giro migliore lo costringeranno a prendere il via dalla ottava casella della griglia di Losail.

"Il tempo che ho fatto non è male, perché è più o meno quello che avevo fatto nei test. SPeravo di essere in seconda fila ma per 20 centesimo non ce l'ho fatta e devo partire dalla terza. Partire da lì è difficile e sinceramente non so come andrò domani. CI sono 10 piloti che hanno un gran passo, fra cui fortunatamente anche io. Siamo ancora un po' in difficoltà perché le nostre gomme iniziano a scivolare un po' troppo presto e di questo sono preoccupato. Ma è tutto da vedere. Ce ne sono tanti che potranno lottare per il podio, sarà dura".

Il "Dottore", però, non dispera. Domani le condizioni potrebbero essere differenti da quelle trovate oggi e, soprattutto, avrà modo di provare altre soluzioni per cercare di migliorare il bilanciamento della sua Yamaha M1, che a quanto pare non è ancora all'altezza delle sue aspettative.

"Devo dire che domani potrebbe cambiare la situazione, ma al momento siamo ancora in difficoltà. Non sono contento al 100% del bilanciamento della moto e domani vorrei cambiare qualcosa e provare altre soluzioni. Poi dovremo vedere anche le condizioni della pista, dipenderà molto anche dal vento e dalla sabbia che ci sarà sulla pista. Mi sono trovato peggio anche con le gomme rispetto ai test".

"Negli ultimi tempi la MotoGP è cambiata molto e molti piloti che vanno forte hanno anche il passo per arrivare sino in fondo alle gare rimanendo competitivi. Dunque sì, partire dalla terza fila sarà difficile ma penso di poter fare qualcosa di buono".

Stando alle condizioni della pista viste in questo fine settimana, sarà fondamentale gestire al meglio le proprie gomme per avere un passo competitivo anche nella seconda parte della gara, ossia il segmento fondamentale che deciderà le sorti della corsa.

"Penso che spezzare l'equilibrio in gara sarà impossibile. Sarà fondamentale la seconda metà di gara, dal 12esimo giro sino al 22esimo. Guardando il passo, quello che sembra messo un po' meglio degli altri è Dovizioso, però gli altri sono tutti molto vicini. Dal 12esimo giro alla fine nessuno sa cosa accadrà".

Informazioni aggiuntive di Oriol Puigdemont

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Evento GP Qatar
Sub-evento Sabato, qualifiche
Circuito Losail International Circuit
Piloti Valentino Rossi
Team Yamaha Factory Racing
Articolo di tipo Intervista