Valentino: "I miei tifosi non sono quelli della Ducati"

Il pilota di Tavullia si aspetta a Misano il calore dei suoi supporter che non lo hanno mai abbandonato

Valentino:
Valentino Rossi ha chiuso settino con la Ducati, ma l’inizio della corsa di Brno è stato più positivo del solito: “Avevo una perdita d’olio e il lubrificante mi è finito un po’ dappertutto rendendomi difficile la guida. Forse, in condizioni normali, avrei potuto resistere più a lungo a Bautista. Sono partito bene e nei primi giri sono stato dietro a Dovizioso, anche se non potevo tenere il suo passo. Poi la gomma dietro ha cominciato a scivolare e ho dovuto ridurre il ritmo per cui mi hanno preso Bradl e Bautista”. Abitualmente accade il contrario: avvio lento e poi un miglioramento nel finale… “Si, però anche alla fine non sono mai stato veloce come avrei voluto essere. Mi sarebbe piaciuto mantenere il ritmo che avevo nei primi giri per tenere alle mie spalle Bradl e Bautista. Loro stavano andando ad un buon passo che è poi la cosa che a noi ci manca. Andremo a provare delle cose nuove a Misano e magari riusciremo a fare un salto di qualche decimo che ci permetterà di concludere meglio il fine stagione”. Non girerete domani a Brno? “No, non c’è niente di pronto da provare. Aspettiamo Misano…”. L’anno scorso avevi ottenuto un risultato più soddisfacente in Repubblica Ceca… ”La moto di quest’anno è più sicura rispetto a quella dello scorso anno, per cui si può osare di più, però stressiamo la gomma posteriore troppo in fretta per cui abbiamo un degrado che ci costringe a ridurre il passo. Sono stato più veloce sul giro secco, ma il calo prestazionale è arrivato prima e quindi si spiega questo piazzamento”. Cosa ti aspetti dai tifosi Ducati a Misano? ”Diciamo cosa mi aspetto dai miei tifosi: sono sempre stati molto gentili con me e sono certo verranno in tanti a sostenermi come sempre. I tifosi Ducati, invece, sono di solito un po’ meno gentili!” Sono molti quelli che ti vogliono rivedere vincente nel mondiale… ”Non lo so, di certo mi sento ancora competitivo per lottare. Pedrosa, Lorenzo e Stoner stanno andando molto. Ora non lo so nemmeno io se riuscirò ad andare come loro. Prima dovrò provare la M1 e riadattarmi. Poi scoprirò quanto sarò competitivo…”. Burgess ha detto che vi mancava solo l’uno per cento per rendere vincente la Ducati. Cosa ne pensi? ”Non so perché l’abbia detto Jeremy. Di certo non manca solo l’uno per cento!”.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati MotoGP
Piloti Valentino Rossi
Articolo di tipo Ultime notizie