Valentino: "Abbiamo bisogno di tempo per capire il nuovo telaio"

Alla fine della seconda giornata, conclusa al settimo posto, il "Dottore" ha detto di dover ancora capire i setting giusti. A Sepang proverà telaio e motore nuovi insieme. Su Vinales non ha dubbi: sarà un contendente al titolo.

Valentino: "Abbiamo bisogno di tempo per capire il nuovo telaio"
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing garage atmosphere
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing
Valentino Rossi, Yamaha Factory Racing

Valentino Rossi ha passato anche la seconda giornata dei test collettivi di Valencia a lavorare sugli sviluppi introdotti dalla Yamaha, che aveva portato per lui un telaio ed un motore evoluti, che ha continuato a provare separatamente.

Alla fine il "Dottore" ha ribadito di non essere particolarmente soddisfatto del propulsore uscito dal reparto corse di Iwata, sul quale c'erano grandi aspettative, mentre si è preso un po' di tempo per giudicare il telaio, perché deve ancora capire in che modo debba essere fatta la messa a punto.

Quel che è certo è che, anche se Jorge Lorenzo è partito in direzione Ducati, nel box continuerà ad avere un compagno di squadra molto scomodo, perché Maverick Vinales è stato il più veloce in entrambe le giornate di test ed è stato l'unico ad infrangere il muro dell'1'30". Il pesarese invece ha chiuso settimo, staccato di 734 millesimi.

"Abbiamo lavorato tanto e abbiamo provato anche un po' di gomme per la Michelin, che non erano male. Il feeling del motore è lo stesso di ieri, nel senso che questa è la prima evoluzione, ma c'è ancora tanto da lavorare" ha detto Valentino durante il suo debrief.

"Oggi sono riuscito a fare più chilometri con il telaio nuovo, che è abbastanza diverso, quindi abbiamo bisogno di ancora un po' di tempo per fare i settaggi giusti. Per questo anche il prossimo test in Malesia sarà importante" ha aggiunto.

Quando poi gli è stato chiesto se il suo distacco sia dovuto al non aver cercato il tempo, ha detto che in realtà non è riuscito ad essere troppo veloce: "Ho messo delle gomme nuove ad un certo punto, forse potevo fare qualcosina meglio, ma non ero particolarmente veloce. Con le gomme nuove abbiamo sempre usato la moto vecchia. Più o meno i tempi erano quelli del weekend".

Ora l'attesa è per il test della settimana prossima a Sepang, quando proverà il pacchetto 2017 completo: "Per quanto riguarda la moto nuova, in Malesia metteremo insieme il telaio ed il motore e vedremo se riusciremo ad essere più competitivi".

Dopo le grandi performance di questi due giorni, Vinales va già messo di diritto nei contendenti al titolo 2017: "Vinales è andato molto forte già da ieri, ma soprattutto oggi è riuscito a fare 1'29" e quindi sarà sicuramente un pretendente per il titolo".

Sul fatto che possa essere un compagno addirittura più pericoloso di Lorenzo però non si è voluto sbilanciare: "Non lo so, sicuramente Lorenzo è uno che va fortissimi. Vinales è un pilota diverso, ha i suoi punti deboli ed i suoi punti di forza. E' un pilota molto pronto, ha una buona esperienza, conosce le piste e si è trovato subito molto bene con la moto: è stato un buon inizio per lui".

condividi
commenti
Fotogallery: test di Valencia 2017, i volti dei protagonisti
Articolo precedente

Fotogallery: test di Valencia 2017, i volti dei protagonisti

Articolo successivo

Dovi: "Lavorerò con Jorge per trovare la soluzione ai limiti della Ducati"

Dovi: "Lavorerò con Jorge per trovare la soluzione ai limiti della Ducati"
Carica i commenti