Ufficiale: Pedrosa farà il collaudatore per la KTM in MotoGP dal 2019

condividi
commenti
Ufficiale: Pedrosa farà il collaudatore per la KTM in MotoGP dal 2019
Matteo Nugnes
Di: Matteo Nugnes
26 ott 2018, 10:26

La Casa austriaca ha annunciato l'accordo biennale con Dani, che lascia la Honda dopo oltre dieci stagioni insieme, confermando l'anticipazione che Motorsport.com aveva dato nel mese di settembre.

La KTM ha confermato che Dani Pedrosa entrerà a far parte della sua squadra di collaudatori nella stagione 2019 della MotoGP. Un grande colpo per la Casa austriaca, che ha messo il pilota spagnolo sotto contratto per le prossime due stagioni.

Pedrosa aveva annunciato il suo ritiro a fine stagione nel corso dell'inverno e Motorsport.com aveva anticipato il raggiungemento dell'accordo con la KTM. Oggi però è arrivata la conferma ufficiale della firma.

L'aiuto di un pilota capace di vincere 31 gare nella classe regina, ma soprattutto con oltre dieci anni d'esperienza in casa Honda. Il suo supporto a Mika Kallio quindi sarà fondamentale per portare avanti lo sviluppo della RC16, anche perché l'anno prossimo arriverà anche un top rider come Johann Zarco ad affiancare Pol Espargaro.

"Avere un pilota con le capacità e l'esperienza di Dani nel nostro progetto MotoGP è un segnale forte e indica che stiamo andando nella direzione giusta" ha detto Pit Beirer, direttore di KTM Motorsports. 

Leggi anche:

"Abbiamo visto quando la KTM sia competitiva quest'anno e come le frazioni di secondo possano bastare per impartire delle lezioni preziose. Speriamo quindi che gli input di Dani e l'interazione che avremo tra le due squadre in griglia ci possano aiutare a colmare il gap dai migliori".

"Voglio dire grazie anche a Dani: è bello sapere che crede in noi e in quello che stiamo facendo" ha concluso.

Soddisfatto dell'accordo anche il team manager Mike Leitner: "Sono felice che abbiamo raggiunto questo accordo con Dani. Con tutti i suoi anni al vertice in MotoGP, credo che aiuterà il nostro progetto in maniera significativa, specialmente con lo sviluppo della moto".

"Dani è un tre volte campione del mondo (125cc e 250cc), ma è stato anche tre volte vice-campione nella classe regina e lo conosco da tanti anni: è ancora molto competitivo e questo non può che giovare al nostro impegno in MotoGP". 

 
Articolo successivo
Fotogallery: gli scatti più belli raccontano le prove libere del GP d'Australia di MotoGP

Articolo precedente

Fotogallery: gli scatti più belli raccontano le prove libere del GP d'Australia di MotoGP

Articolo successivo

Vinales: "La temperatura non può essere usata come scusa"

Vinales: "La temperatura non può essere usata come scusa"
Carica i commenti