Tito Rabat torna in MotoGP e sostituirà Jorge Martin a Jerez

Jorge Martin, che sarà operato oggi e sarà fermo qualche settimana, verrà sostituito da Tito Rabat nel Gran Premio di Spagna di MotoGP, fra due settimane.

Tito Rabat torna in MotoGP e sostituirà Jorge Martin a Jerez

Tito Rabat è il pilota scelto da Ducati per sostituire Jorge Martin nel team Pramac in occasione del Gran Premio di Spagna di MotoGP, che verrà disputato fra due settimane. Questo è quanto viene confermato a Motorsport.com.

Rabat era il portacolori del team Avintia lo scorso anno, sempre in sella a una Ducati. Nonostante avesse un contratto anche per il 2021, lo spagnolo è rimasto senza moto per fare posto a Luca Marini nella struttura di Andorra. La relazione tra Rabat e Ducati però è rimasta cordiale, tanto che la Casa di Borgo Panigale gli ha proposto di passare al mondiale Superbike con una delle sue moto. Dunque correrà nelle derivate di serie con la Panigale V4R del team Barni.

In attesa che il mondiale Superbike inizi alla fine del mese di maggio ad Aragon, Rabat ha l’agenda libera per poter sostituire l’infortunato Martin nelle gare in cui lo spagnolo non potrà esserci. Al momento però è confermata la sua sostituzione solamente per il Gran Premio di Spagna, che si disputerà a Jerez de la Frontera.

Rabat, che ora ha 31 anni, debutta in Superbike nel 2021 dopo 15 anni nel mondiale MotoGP, di cui gli ultimi cinque nella classe regina. Lo spagnolo ha conquistato un totale di 13 vittorie e un titolo mondiale nel 2013, tutto nella classe Moto2.

Non è chiaro invece quando potrà rientrare Martin, costretto a dare forfait a Portimao a causa della brutta caduta nelle FP3 in cui ha rimediato una serie di fratture e per cui dovrà essere operato nella giornata odierna. L'intervento, inizialmente programmato per lunedì scorso, è stato rimandato a oggi per svolgere ulteriori esami e per essere sicuri che il colpo alla testa avuto nella caduta non incidesse nell'anestesia totale. 

condividi
commenti
Lorenzo: "Rossi sembra lento nei suoi movimenti"

Articolo precedente

Lorenzo: "Rossi sembra lento nei suoi movimenti"

Articolo successivo

Honda: a Jerez si rivede Bradl come wild card

Honda: a Jerez si rivede Bradl come wild card
Carica i commenti