MotoGP
30 apr
-
03 mag
Evento concluso
14 mag
-
17 mag
Evento concluso
28 mag
-
31 mag
Evento in corso . . .
04 giu
-
07 giu
Prossimo evento tra
6 giorni
18 giu
-
21 giu
Canceled
25 giu
-
28 giu
Canceled
09 lug
-
12 lug
Canceled
G
GP della Repubblica Ceca
06 ago
-
09 ago
Prossimo evento tra
69 giorni
G
GP d'Austria
13 ago
-
16 ago
Prossimo evento tra
76 giorni
G
GP di Gran Bretagna
27 ago
-
30 ago
Prossimo evento tra
90 giorni
G
GP di San Marino
10 set
-
13 set
Prossimo evento tra
104 giorni
G
GP di Aragon
25 set
-
27 set
Prossimo evento tra
119 giorni
G
GP di Thailandia
02 ott
-
04 ott
Prossimo evento tra
126 giorni
15 ott
-
18 ott
Prossimo evento tra
139 giorni
23 ott
-
25 ott
Prossimo evento tra
147 giorni
G
GP della Malesia
29 ott
-
01 nov
Prossimo evento tra
153 giorni
13 nov
-
15 nov
Prossimo evento tra
168 giorni
20 nov
-
22 nov
Prossimo evento tra
175 giorni
G
GP di Valencia
27 nov
-
29 nov
Prossimo evento tra
182 giorni

Tito Rabat rinuncia a Valencia: non si sente ancora pronto per tornare a correre

condividi
commenti
Tito Rabat rinuncia a Valencia: non si sente ancora pronto per tornare a correre
Di:
Tradotto da: Matteo Nugnes
8 nov 2018, 14:42

Tito Rabat ha escluso la possibilità di tornare a correre nella gara conclusiva della MotoGP 2018, a Valencia, spiegando che ora si concentrerà sulla possibilità di arrivare in forma ai test.

Rabat, che è fermo da quando è stato vittima della tripla frattura della gamba destra, rimediata in un terribile incidente avvenuto a Silverstone, è recentemente tornato a guidare una moto in pista.

Questo sembrava far parte di un piano mirato al suo rientro in occasione del GP della Comunità Valenciana, ma ora lo spagnolo ha annunciato che la settimana prossima non sarà della partita.

Tuttavia, Rabat continua ad alimentare la speranza di poter scendere in pista nella due giorni di test che si svolgerà nelle giornate di martedì e mercoledì della settimana successiva, che di fatto aprirà il programma dei test in vista del 2019.

"Ho lavorato duramente per oltre due mesi da quando mi sono infortunato. La mia gamba migliora di giorno in giorno ed ho avuto modo di guidare la mia Ducati Panigale su un paio di circuiti" ha detto Rabat.

"Ho visto che in moto la gamba non è un problema, anche se non sono ancora al 100%".

"In ogni caso, penso che sarebbe pericoloso per me e per gli altri piloti se tornassi in pista nel prossimo weekend a Valencia, quindi pensiamo che questa sia la decisione migliore".

Avintia non ha ancora confermato Rabat come compagno di squadra di Karel Abraham, già annunciato per il 2019. Questa comunque è una pura formalità e infatti il team spera di riuscire a far salire Tito per la prima volta sulla Desmosedici GP18 in occasione dei test in Spagna.

"Sicuramente proverò a salire sulla mia nuova Ducati GP18 nei test di martedì" ha proseguito Rabat. "Vedremo come mi sentirò e poi continuerò a lavorare per il recupero della gamba e per fare in moto che la mia gamba sia al top prima della prossima stagione. Questa è la cosa più importante".

Anche se nei giorni scorsi è stato operato per una frattura al pollice sinistro rimediata in Malesia, è molto probabile che alla fine sarà ancora Jordi Torres a correre al posto di Rabat nella gara conclusiva della stagione.

Jordi Torres, Avintia Racing

Jordi Torres, Avintia Racing

Photo by: Gold and Goose / LAT Images

Articolo successivo
La Grand Prix Commission impone controlli più severi sull'elettronica in MotoGP dal 2019

Articolo precedente

La Grand Prix Commission impone controlli più severi sull'elettronica in MotoGP dal 2019

Articolo successivo

LCR punta su due piloti di esperienza per la MotoE: ecco De Puniet e Canepa

LCR punta su due piloti di esperienza per la MotoE: ecco De Puniet e Canepa
Carica i commenti